Statali, il 60,6% dei greci favorevole al licenziamento

di REDAZIONE

Buone notizie per il premier conservatore greco Antonis Samaras che, con la sua politica di austerità voluta dai creditori internazionali del Paese, continua i tagli nella pubblica amministrazione: il 60,6% dei greci è d’accordo sul fatto che i dipendenti statali siano troppi e che il loro numero vada drasticamente ridimensionato. E’ quanto risulta da un sondaggio condotto dalla società Kapa Research per conto dell’edizione domenicale del quotidiano To Vima dal quale è pure emerso che Nea Dimokratia (Nd), il partito di centro-destra guidato da Samaras, si conferma la prima formazione politica nelle preferenze dei greci con il 23,2% delle preferenze contro il 22,8% di Syriza, il partito della sinistra radicale guidato da Alexis Tsipras. Al terzo posto con il 9,7% si trova sempre il partito filo-nazista Chrysi Avgì (Alba Dorata), seguito dal Pasok (socialista) con il 7,3%, il Partito Comunista con il 4,9% e il partito Greci Indipendenti con il 4,5%. All’ultimo posto, con il 2,8%, Sinistra Democratica, il partito guidato da Fotis Kouvelis che due mesi fa è uscito dalla coalizione governativa dopo la decisione del premier di chiudere la televisione statale Ert.

Alla domanda su quale sarebbe il miglior primo ministro al momento per la Grecia, il 44,6% ha risposto Samaras, contro il 31,4% che ha risposto Tsipras, mentre alla domanda su quale governo sarebbe in grado di affrontare meglio i problemi del Paese durante il prossimo decennio, il 41,6% ha risposto un governo con Nea Dimokratia e il 36,2% ha risposto un governo con Syriza. Inoltre il 65,2% dei greci ha risposto che desidera che la Grecia resti nell’eurozona contro il 23,9% che vorrebbe il ritorno alla vecchia moneta, la dracma.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

6 Comments

  1. Albert Nextein says:

    Io non so quanti siano i dipendenti pubblici in italia.
    Statali, regionali, provinciali, comunali, etc, etc.
    Poi varie aziende, enti, consorzi.
    Insomma i dipendenti di tutto quanto faccia capo alle casse pubbliche.
    Chi mi sa dire questo numero?

  2. Tito Livio says:

    Sicuri che sia tutta colpa dei dipendenti pubblici?

    http://goofynomics.blogspot.it/2012/02/chi-si-e-arricchito-con-la-grecia-e.html

    (bagnai potrà non piacere ok, su tante cose non sono d’accordo con lui ma atteniamoci ai dati).

    e anche qui:
    http://goofynomics.blogspot.it/2012/02/chi-si-e-arricchito-con-la-grecia-e.html

  3. Luca says:

    Il restante 39,4% sarà probabilmente costituito dai dipendenti pubblici e dalle rispettive famiglie.

  4. pippogigi says:

    Una delle cause del fallimento della Grecia sono stati i dipendenti pubblici. Sono passati da 300.000 nel 1981 a 700.000 nel 2010, un aumento superiore al 100% nonostante la popolazione sia aumentata solo del 16%
    La Grecia ha una popolazione di 11.295.002 abitanti, l’italia 59 685 227, quindi più o meno 5 volte la popolazione delle Grecia.
    I dipendenti pubblici italiani sono 4.000.000 quindi ben più di 5 volte quelli attuali greci (5 volte sarebbero 3.500,00).
    Come si vede se da un paio d’anni si parla di far scendere il numero di dipendenti pubblici greci (ho letto 150.000/ 200.000 unità) la Grecia scenderebbe a 500.000 dipendenti pubblici equivalenti più o meno a 2.500.000 per l’italia.
    Il conto torna perché avevo già visto che confrontando il numero di dipendenti pubblici italiani con quelli di altri paesi e tenendo conto della ampia statalizzazione italiana si arrivava al medesimo risultato: in italia i dipendenti pubblici dovrebbero essere 2.500.000, quindi ne abbiamo 1.500.000 in più. Gente che prende uno stipendio e probabilmente non lavora perché proprio non c’è lavoro per loro.
    Nonostante questo, nonostante l’esempio greco, nonostante una pressione fiscale distruttiva per pagare gli stipendi agli statali c’è ancora qualcuno in giro sostiene che non si debbano licenziare: oltre agli statali stessi ed ai loro parenti, oltre ai partiti politici che prendono i loro voti che c’è ancora?

Leave a Comment