Stangata Imu su seconda casa nei comuni oltre 100mila abitanti

di REDAZIONE

Comuni in allarme per la prossima scadenza del saldo Imu 2012, fissata per lunedì 17 dicembre. Basandosi su una rilevazione condotta dall’Istituto per la finanza e l’economia locale (Ifel), l’Anci prevede una vera e propria batosta sui proprietari di immobili diversi dalla prima abitazione nei Comuni con più di 100mila abitanti: in pressoché tutte le amministrazioni, l’aliquota media applicata sarà infatti del 1,037% (quella massima consentita è del 1,06 per cento).

Scelta obbligata ma inutile dopo i tagli alle risorse
Per l’associazione dei Comuni, una «scelta obbligata» a causa dei tagli dello Stato centrale, da cui però deriveranno comunque «entrate insufficienti». Rispetto agli acconti versati a luglio, spiega una nota Anci, «la rata di dicembre sarà estremamente pesante per una moltitudine di cittadini», ma il loro sforzo «non porterà giovamento alle casse dei Comuni che continueranno a lamentare considerevoli ammanchi rispetto agli anni precedenti». Tutta colpa, secondo i Comuni, delle norme previste dal Patto di stabilità interno e della «introduzione affrettata e scarsamente ponderata» dell’imposta municipale propria.

Risanamento, dalle Autonomie contributo di 22 miliardi
Con il taglio delle risorse previsto dalla spending review il contributo offerto dal comparto dei Comuni al risanamento della finanza pubblica è arrivato a quota 15 miliardi di euro nel periodo 2007-2013, cui si debbono aggiungere 7 miliardi di euro di tagli aggiuntivi. In tutto, oltre 22 miliardi di euro circa il 14% delle manovre realizzate dall’intera Pa. garantito, in questi anni, dal comprato Autonomie ed enti locali che “vale”, «quanto a spesa corrente, appena il 7,1%» del totale. «E le previsioni, conclude la nota Anci, per i prossimi anni, sono ancora più restrittive».

Fonte originale: www.ilsole24ore.com

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Santo says:

    I ladroni dello stato italico, fregandosene dell’ iniquità e incostituzionalità della gabella proseguono a frodare il cittadino onesto, questa gabella è illegittima come ho descritto e documentato nei miei precedenti commenti alla gabella. A mio giudizio va pagata solo l’ ici come gli anni precedenti in attesa che la A.G. metta in galera i gabellatori scemi che annom confezionato questa imposta che mette in ginocchio lo stato in quanto causa il crollo del mercato immobiliare.
    A disposizione per confronto in tribunale con i porci confezionatori di questa gabell.
    Cordiali saluti alla redazione.
    Geom. Santo Spavetti

  2. Dan says:

    Gli italiani hanno voluto pagare la prima rata no ? Hanno voluto trasmettere coraggio a sta banda di ladroni giusto ?
    E adesso che paghino di nuovo e speriamo che l’anno prossimo aumentino ancora le aliquote.

Leave a Comment