IDENTITA’ TOSCANA CON CRISTIANO MAGDI ALLAM

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

La consigliera regionale Marina Staccioli si allea con l’eurodeputato Magdi Cristiano Allam, “A primavera un primo test. Poi le politiche del 2013”. E’ appena nato ma già pensa alla dimensione nazionale ed europea Identità Toscana, movimento politico sorto dallo sposalizio tra un folto gruppo di fuoriusciti dalla Lega Nord Toscana e Io Amo l’Italia, il partito fondato dall’europarlamentare Magdi Cristiano Allam. La presentazione ufficiale è avvenuta oggi in Consiglio regionale a Firenze, insieme al lancio delle liste per la prossima tornata elettorale. “Saremo presenti con una nostra lista in tutte le province che vanno al voto a primavera” annuncia la consigliera regionale Marina Staccioli, fondatrice del nuovo movimento.

“Abbiamo storie diverse – dichiara Magdi Cristiano Allam – ma possiamo avere un futuro comune, in nome di una ritrovata eticità nella politica e di un nuovo modello di sviluppo, alla base del quale ci sia la comunità territoriale”. Le premesse per un’alleanza che vada oltre le amministrative 2012 ci sono già. “Puntiamo ad arrivare alle politiche del 2013 – spiega l’eurodeputato – con un’aggregazione più ampia: l’organizzazione, le sedi e la proposta politica a livello nazionale ci sono già”. Proprio la settimana prossima, giovedì 1° marzo, sarà inaugurata la sede nazionale del movimento Io Amo l’Italia a Milano.

“Con Magdi Cristiano Allam e ‘Io amo l’Italia’ – aggiunge Staccioli – continuiamo a difendere i valori in cui abbiamo sempre creduto, tra cui il federalismo, la centralità della famiglia, la difesa del lavoro e in particolar modo delle piccole e medie imprese”.

“Secondo recenti sondaggi – continua Allam – 92 italiani su 100 non credono più ai partiti: noi vogliamo dare loro un’alternativa”.

Il primo test sarà la prossima tornata elettorale toscana, in particolare a Carrara, dove Identità Toscana ha già un candidato sindaco ufficiale: si tratta di Cesare Micheloni, consigliere provinciale di Massa Carrara. Un altro banco di prova importante è rappresentato dai comuni fiorentini al voto, Rignano e Reggello. (f.p.)

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Crisvi says:

    Quando ho avuto modo di parlare diffusamente e direttamente con Magdi, ho riscontrato un uomo semplice, minuto, umile, molto ricco d’argomentazioni concrete e pregno di valori condivisibili.

    Egli sa come mettere la gente a proprio agio e come rispondere con cortesia, anche ai provocatori più duri e, a volte, fuoriluogo.
    Spazia in molti contorni culturali, è un piacere conversare con lui, affrontando tematiche differenti, alternative, ma nel contempo complementari.

    Non sfugge ai più attenti, che se sei al tavolo con lui, si presta nel servirti l’acqua, che io so essere sacra, per il popolo egiziano.
    Egitto, patria che gli fornì i natali e la prima sua religione islamica, in seguito abiurata per il cattolicesimo.
    Non passa neppure inosservata la folta schiera di forze dell’ordine a protezione della sua persona, in seguito alla fatwa, che gli hanno rivolto gli imam islamici fondamentalisti.
    Quando lo incontrai, tra poliziotti, uomini di scorta, carabinieri, vigili urbani, ci saranno stati una dozzina di elementi delle forze di sicurezza.

    Magdi comunque, è una persona e un politico che mi piace moltissimo. Adoro in particolare il suo modo di porsi con garbo, che non è solamente uno stile di facciata, ma soprattutto, un modo d’onorare il suo interlocutore.

    Tra qualche tempo organizzerò un incontro pubblico con lui, sul tema islamico, in data da destinarsi, perchè quest’uomo è impegnatissimo tra l’europa e l’italia.
    Comunque la sua, nei miei confronti, è stata una promessa.

    L’unica cosa che al momento non mi piace, è il nome che ha dato al suo partito.
    ” Io amo l’italia “, personalmente proprio non mi sento di dirlo.
    Anche se rispetto pienamente il suo punto di vista.
    Questione diversa sarebbe, se fondasse un movimento politico, definito : ” Io amo il Veneto “.
    Allora si che condividerei al 100% ogni cosa che fin’ora ci siamo detti e/o confrontati.

    ” Un punto importante dell’umana saggezza sta nella giusta proporzione in cui dedichiamo la nostra attenzione, parte al presente, parte al futuro affinché l’uno non ci guasti l’altro. Molti vivono troppo nel presente: le persone leggere.
    Altri troppo nell’avvenire: i pavidi e gli ansiosi.
    Raramente uno saprà tenere il giusto mezzo. ”

    ( Arthur Schopenhauer )

Leave a Comment