Spudorato Fede, dice più verità oggi di quando faceva il Tg4

di TONTOLO

Emilio Fede non si smentisce mai: prima, quando era direttore del Tg4, faceva quello che io chiamavo un cabaret traverstito da telegiornale. Adesso che lo pagano per non fare più nulla (ma a oltre ottant’anni si potrebbero anche deporre le armi televisive!), quando qualcuno lo fa parlare ti fa ridere più di quando era direttore. E il bello è che dice più verità ora – a mio modesto parere – di quelle che raccontava dal suo Tg. Certo, in un caso e nell’altro, si dimostra sempre uno spudorato.

Eccolo a fare un vero show a la Zanzara su Radio 24. Prima difende Massimo D’Alema: “La rottamazione? Non accetto questo termine, trovo vergognoso che un uomo che e’ stato un leader venga trattato cosi’. Questo Matteo Renzi mi rompe un po’ le palle. D’Alema e’ un grande, per me potrebbe fare il presidente della Repubblica. Anzi, quando presento il mio partito faccio questa proposta”. “Renzi- dice ancora Fede- anziche’ spendere quello che spende per le primarie aiuti le famiglie povere e non rompa i coglioni, perche’ tanto con quella faccia da ridere non diventera’ mai premier”. Poi annuncia: “A giugno prossimo, quando faccio 82 anni straccio comunque il mio contratto con Mediaset. E se dovessi essere eletto con la mia lista lo faccio anche prima. Diciamo che voglio vivere meglio. E me ne andrei in Africa, se non avessi la famiglia”.

Perche’ non la fanno lavorare, chiedono i conduttori? “C’e’ una domanda di riserva?”, risponde Fede. “Vado tutti i giorni in ufficio, faccio le mie proposte ma non dicono ne’ si’ ne’ no, riflettono”, dice poi. “I ventimila euro al mese? Ripeto: e’ un contratto dignitoso, e non ho preso la buonuscita. Comunque ho deciso, voglio adottare cinque famiglie povere attraverso la Caritas e dare a ognuna di queste famiglie mille euro al mese del mio stipendio”. “Mi vergogno di avere una casa e di quello che ho- dice poi Fede a La Zanzara- perche’ ho visto famiglie intere che vanno alla Caritas per prendere un piatto caldo. Dovrebbero farlo tutti quelli che sono oltre una certa soglia di guadagno. Voglio occuparmi delle casalinghe, delle persone che non arrivano a fine mese”. Quanto le costera’ fare il movimento ‘Vogliamo Vivere’? “Credo cinquantamila euro- aggiunge Fede- ma non chiedo un euro a nessuno, neppure a Berlusconi. Ho commissionato a Mannheimer un sondaggio, me lo fa gratis per amicizia. Secondo Piepoli valgo il due per cento”. Quindi attacca Paolo Bonolis: “Ha detto che Berlusconi ha rimbambito gli italiani? Forse il rimbambito e’ lui, forse voleva dire ‘sono io il rintontito che rincoglionisce gli italiani’. Chiedete a lui quanto guadagna da Berlusconi, non a me…”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. Albert Nextein says:

    Non mi è mai piaciuto.
    Fin da ragazzino lo percepivo come posticcio.
    Non mi ha mai divertito.
    Noioso e superficiale.
    Uno di quei personaggi italici sopravvalutati non si sa perchè.
    Io penso che ognuno sia libero di far quel che vuole, anche a 80 anni.
    Che entri in politica me lo fa apprezzare meno ancora.

    Spero sia trombato.

  2. fracatz says:

    lasciatemelo ringraziare pubblicamente per tutte le risate che mi ha fatto fare per vent’anni col suo tg4.
    un appuntamento imperdibile, ineguagliabili i suoi duetti quando telefonava lo scucchione o nosferatu od il top il capezzolone.
    grazie emilio

  3. Salvo says:

    Vergogna siculo-milanese

Leave a Comment