Altro che Corte dei Conti, ci vuole la resa dei conti

di NICOLO’ PETRALI

Il “caso Lazio” (dopo quello siciliano), che ha prodotto “uscite” di denaro pubblico per oltre 18milioni di euro in soli 24 mesi, ha dimostrato senza appello ciò che si sapeva da tempo: il contribuente italiano è solo e non esiste nessun ente che si faccia realmente garante dei suoi soldi. I partiti si mettono d’accordo, lo derubano e chi dovrebbe esercitare una funzione di controllo sui bilanci pubblici, cioè la Corte dei Conti, interviene solo quando ormai è troppo tardi.

E’ mai possibile che in un paese ormai alle corde, la categoria che gestisce più fondi di qualunque altra (la politica) non sia monitorata nel dettaglio da un ente terzo? Si può forse andare avanti in questo modo? Certo che no. Complice la crisi, prima o poi è inevitabile che si arrivi alla resa dei conti. E se non li fa la Corte questi conti, allora è giusto che i tax payers reclamino a gran voce la nascita di quella famosa Agenzia delle Uscite per la cui creazione è stato presentato un disegno di legge prima dell’estate e del quale, ad oggi, non si sente più parlare. Un organo che stia finalmente dalla parte dei cittadini, che tenga sotto controllo i bilanci degli enti territoriali e le spese dello Stato, e che vigili affinché lo Statuto dei Contribuenti non venga sistematicamente violato. Questo, insieme all’abbassamento della pressione fiscale e alla certificazione del finanziamento pubblico ai partiti, deve essere il primo obiettivo di chi si candiderà a governare l’Italia nel 2013 per porre finalmente le condizioni di un rapporto paritario tra Stato e cittadino. Sono anni, infatti, che si sente ripetere la parola “casta”, ma poi nessuno fa nulla per limitare il potere di chi sta in cima alla piramide sociale. “Loro” possono impunemente far sparire milioni, mentre agli “intoccabili” che siamo “noi”, vengono spiati i conti bancari e a breve, con l’introduzione del redditometro, verranno spulciate anche le più piccole spese come l’abbonamento in palestra.

La corruzione, al netto degli sprechi, costa al Belpaese una cifra che si aggira intorno ai 60miliardi di euro annui ed è da considerarsi per difetto dato che frena sia gli investimenti interni che quelli esteri. Eppure lo Stato investe 2.865 milioni (cifra anche questa per difetto perché non tiene conto delle spese per la magistratura e la Guardia di Finanza) nella lotta all’evasione e solamente 300milioni per contrastare corruzione e sprechi. L’Agenzia delle Entrate recupera 10-12 miliardi di euro all’anno mentre la Corte dei Conti solamente qualche centinaio di milioni di danni erariali. Come si fa a chiedere continui sacrifici ai cittadini in una situazione di totale squilibrio come questa? Oggi, più che mai, c’è estremo bisogno di un Governo che accantoni per un attimo ciò che è necessario e faccia innanzitutto ciò che è giusto.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

14 Comments

  1. carmine says:

    avete (abbiamo)tutti ragione però ci vorrebbero tanti forconi e al bando le chiacchiere e tutti via senza voltarsi indietro, caso mai ci dovessero ripensare……deve finire per loro e per quelli che dovranno arrivare l’albero della cuccagna,perchè erano tutti d’accordo, da nord a sud e ci hanno preso tutti per i fondelli e siamo rimasti col culo a terra,per la miseria stavano tutti a strafegarsene ,con l loro sorrisi beffardi……………..e vedi se stanno a vergognarsene .e fanno litigare dicendo:quelli del sud come se quelli del nord fossero più onesti e ripeto erano tutti zitto tu,zitto io,ora si stanno sbuttanando tutti.e noi come i cretini a sentire cosa il giorno dopo ci stavano a far crederli onesti ,laboriosi e ladroni………….!

  2. gibuizza says:

    Ma non sarebbe più semplice che le 15 (o forse più) unioni dei consumatori di unissero (pena la cancellazione totale degli iscritti) in una unica e grande Unione dei Consumatori che possa difendere i cittadini di fronte alla politica, allo stato e alle grandi aziende?

  3. luigi bandiera says:

    Il termine corte per me di etnia veneta significa concimaia.

    Ma a parte questa mia “maleducazione” dovuta all’occupazione straniera o foresta, anche genuina in lengoea veneta, mi domando: kax e rikax, ma ste kax di corti (ovviamente strapagate per il loro contributo a non si sa quale pro se non il loro) c’erano o non c’erano quando a man bassa certa gente stramagnava di cui la strapaga e non solo..?? Ma continua pure…

    Oggi, che siamo oltre la riserva (mi ricordo la mia Lambretta con la riserva) che cosa si inventano per far andare avanti la Lambretta o meglio lo stato amministrativo e mai patria per nessuno di noi chiamato con orgoglio e puntiglio dai mantenuti in particolare italìa..?

    Come mai la new sacra inquisizione per certi reati contro l’umanita’, NON ESISTE..??

    Pero’, par i oto serenisimi kax se a ghe jera..!

    Me fermo, tanto me rivara’ eosteso kualke insulto da parte del soito presunto patriota talibano…

    Ghe ne saria da dir e pa un mese so ste concimaie. Kax, go sbalia’. Voevo dir corti.

    E me penso, a sto punto, al soito CALSIN…

    Preghemo va…

    • Veritas says:

      Bandiera, e tutte ‘ste authorities del menga che ci stanno a fare??.

      • luigi bandiera says:

        Si VERITAS,
        servono a parare il loro kulo e le loro paghe milionarie..!

        Ma pero’, quanti kuli e paghe milionarie da difendere…

        KAX, sti IPER PAGATI A IOSA, TSE SE SONO TANTI..!!

        Ma che fare..??

        Per noi, considerati PECORE o PEONES non ci resta che BELARE..!! O PRENDERE I FORKONI..!!!

        MA SENZA CAPO IL GREGGE NON SI MUOVE.
        Loro lo sanno per cui RAZZIANO IN CONTINUAZIONE..!!

        ADESSO LO FANNO A PIEN MANI SAPENDO CHE FINIRA’..!!

        I CONTROLLI non ci sono perche’ sono della FAMIGLIUOLA e quindi..?????????

        Prima si prenderanno i FORKONI e prima FINIRA’ lo SCIACALLAGGIO..!! SENZA SE E SENZA MA..!!!!!!
        SENZA DX e senza SX, e senza CENTRO..!!

        FORKONI e se proprio insistono GHIGLIOTTINA..!!!!

        Bisogna pensare al CALZINO DA RIVOLTARE..!!

        Bartali direbbe: l’e’ tutto sbagliato. L’e’ tutto da rifare..!!

        QUINDI..??

        FORKONI O MORTE..!!

        Amen

  4. Culitto Salvatore says:

    [La corruzione, al netto degli sprechi, costa al Belpaese una cifra che si aggira intorno ai 60miliardi di euro annui ed è da considerarsi per difetto]

    accidenti, nonostante siamo meno di un decimo della popolazione europea abbiamo metà della corruzione totale…accidenti

    • Niki says:

      Caro sign Culitto
      ogni tanto vedo i suoi commenti e mi sembra che Lei apprezzi molto l’Italia così com’è.
      Le racconto una piccola storia di corruzione del profondo nord (20 minuti dalla frontiera svizzera).
      Mio marito ed io, alcuni anni fa acquistiamo un rustico per ristrutturalrlo ed andarci a vivere. Ci fa il progetto un’amica architetto, che è la responsabile dei restauri per la curia Milanese e per alcuni grandi istituti di credito. Si informa dei vincoli dell’immobile, fa il progetto di conseguenza e va con mio marito a presentarlo in comune. Le dicono che non è accettabile. Lei fa presente che è a norma di legge, ma niente, un muro. Il giorno dopo ci ferma per strada un consigliere comunale e ci dice: volete ristrutturare la casa? Niente paura, prendete il mio socio come geometra e il progetto passa.
      Cosa dovevamo fare? Buttare la casa? Abbiamo pagato al geometra 27.000.000 di lire per veder realizzato il progetto dell’architetto nostra amica. Moltiplichi questa cifra per i comuni italiani, mettendo anche appalti, permessi ecc. e cosa si troverà? Che la corruzione gira più soldi che l’economia produttiva, ci scommetto!

      • Dan says:

        E tirarlo su di brutto il progetto garantendo al consigliere comunale un mare di merda se prova anche solo a fare un respiro fuori dai binari ?

      • Flit says:

        Non raccontarci panzane !
        Avete voluto aggirare qualche legge o qualche regolamento o accelerare l’iter burocratico !

        Un progetto a norma non può essere rigettato, neppure a persone indesiderabili come voi !
        Avete contribuito alla rovina ed all’imbarbarimento del Nord !
        L’architetta della Curia e delle banche vi qualifica !

        Abito sul confine e perciò vi dico, con il più profondo disprezzo:
        immigrati, tornate a casa vostra !! !

    • Dan says:

      Siamo fortissimi

  5. DOLFINI BRUNO says:

    M PARE CHIARO CHE “la resa dei conti” ,STANTE LA SITUAZIONE INCANCRENITA ATTUALE,AVVERRA’ NELLE PIAZZE E,PURTROPPO,SCORRERA’ IL SANGUE.NOI ITALIANI (o Italioti,come Vi pare) NON
    POSSIAMO DIRCI DIVERSI DA ALTRI POPOLI
    COME SPAGNOLI,GRECI,FRANCESI (vedi banlieu),
    NORD-AFRICANI :siamo esseri umani anche noi e le
    aspettative sono identiche ovunque esistano “esseri
    umani” !!! QUINDI E’ LECITO PRESUMERE CHE FAREMO COME TUTTI GLI ALTRI POPOLI :è solo
    questione di tempo (di tempo ristrettissimo). ORMAI
    NON ESISTE PIU’ IL “LAVORO ONESTO” ,MA TUTTE
    LE FORME DI LAVORO SONO UN LADROCINIO.
    IL LADROCINIO E’ STATO ISTITUZIONALIZZATO!!!
    IL CAPO E’ UN LADRO,QUINDI ANCH’IO SONO
    AUTORIZZATO A FARMI LADRO,anzi,SONO
    COSTRETTO A FARMI LADRO PER SOPRAV-
    VIVERE : il capo mi da’ l’esempio da seguire!!!
    TUTTE LE NORME E LE LEGGI ORMAI TENDONO
    A DIFENDERE IL LADROCINIO :analizzatele bene
    e vi accorgerete del fine ultimo di esse leggi e norme.
    L’ITALIA FINIRA’ IN GUERRA SULLE PIAZZE CON
    LE RELATIVE TRISTISSIME CONSEGUENZE.
    ED E’ INUTILE INVOCARE DIO,POICHE’ DIO E’
    STATO DIMENTICATO DALLA MAGGIORANZA.
    Sinceri Saluti.

    • Dan says:

      Di certo non è scorso oggi a Roma: gli italiani con la i minuscola erano troppo impegnati a mettere in atto il solito teatrino di bandiere e fischietti.

  6. Giacomo says:

    Ottima idea. Un nuovo ente partorito dallo Stato maiale tramite infiniti e interminabili maneggi che si erga a garanzia dello Stato medesimo in nome e per conto dei cittadini sudditi plaudenti e paganti. Naturalmente guidato da un Alto Dirigente Boiardo con emolumenti stellari e buonuscita galattica. Quando si dice non aver capito un cazzo.

  7. lory says:

    è non si vergogna la Polverini ! Roma destra,sinistra , centro rubano tutti, farabutti !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Leave a Comment