SBAGLI STILE DI VITA A 20 ANNI? PAGHERAI A 40!

di REDAZIONE

Ce lo dicono da sempre- bisogna cominciare a pensare alla alute già da giovani. Adesso ne arriva anche la prova scientifica. Kiang Liu,  autore dello studio alla Northwestern University Feinberg School of Medicine,  sostiene che gli adulti si curano poco della loro salute, soprattutto quella cardiovascolare. Si alimentano in maniera sbagliata, aumentano di peso e non fanno sport. Tutto ciò non porta ad avere pressione, colesterolo e livelli glicemici elevati.

Durante la ricerca si è notato che, anche chi aveva familiari con patologie cardiache, aveva un rischio minore di incorrere nello stesso tipo di malattia se in gioventù aveva avuto un sano stile di vita. I parametri considerati per definire uno stile di vita sono stati: Indice di Massa Corporea, assunzione di alcool in eccesso, vizio del fumo, abitudini alimentari e regolare attività fisica. Mentre per valutare il rischio cardiaco, i ricercatori hanno analizzato dati quali la pressione sanguigna, colesterolo, zuccheri nel sangue.

Durante il primo anno di ricerca, quando l’età media dei partecipanti era di 24 anni, quasi il 44 % ha mostrato uno stile di vita corretto e quindi una bassa probabilità di incorrere in malattie cardiovascolari. Dopo vent’anni, il 24,5% del totale delle persone coinvolte, ha mostrato un profilo a basso rischio cardiaco. Tra quei  giovani che avevano avuto uno stile di vita sano, solo il 60%  manteneva ancora lo stesso stile di vita e avevano quindi pochi problemi di circolazione.

Ciò che viene consigliato è dunque di pensare alla propria salute da giovane e di mantenere la stessa cura per se stessi anche da adulti. Mangiare sano e fare attività  fisica fa bene a tutte le età, non dimentichiamolo.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment