Federconsumatori: adesso basta! Tasse insostenibili

di REDAZIONE

L’aumento della tassazione nel 2012 ha i raggiunto livelli insostenibili: secondo i calcoli dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, tra aumento dell’Iva, Imu, accise, addizionali e bolli, sara’ pari a +1.157 euro a famiglia. ”Per far fronte a tale incremento – afferma Federconsumatori – una famiglia dovra’ fare a meno dell’importo di una tredicesima. Una vera e propria batosta che si abbattera’ sui bilanci delle famiglie, gia’ alle prese con i rincari di prezzi e tariffe.

Non dimentichiamo, infatti, che alla stangata della tassazione si aggiungono le ricadute indirette su prezzi e tariffe, principalmente dovute all’Imu ed ai carburanti”. La rivalutazione (sia in termini di aliquota, sia in termini catastali) dell’Imu per i locali commerciali, per le aziende e per gli uffici, nonche’ la reintroduzione di questa imposta sui casolari agricoli, ”si scaricheranno inevitabilmente sulle tasche dei cittadini, attraverso un aumento di prezzi e tariffe pari a +210 euro annui, ed inoltre le ricadute indirette dell’aumento delle accise sui carburanti determineranno una ricaduta di circa +117 euro annui sui prezzi di beni e servizi”. In questo modo l’ammontare dell’aumento della tassazione e delle sue ricadute raggiungera’ quota 1.484 Euro annui a famiglia.

Tutto cio’ avra’ ripercussioni estremamente gravi sull’intera economia, determinando un’ulteriore frenata dei consumi, ed effetti negativi sull’intero mercato. ”Per far fronte a tale situazione e’ urgente annullare qualsiasi ipotesi di ritocco della tassazione – dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti – ed inoltre, che il frutto della lotta all’evasione fiscale e dell’eliminazione di sprechi e inefficienze sia restituito esclusivamente alle famiglie a reddito fisso, attraverso un abbattimento della pressione fiscale a partire dalla defiscalizzazione della prossima tredicesima mensilita”’.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. oppio 49 says:

    e come se non bastasse ho sentito a radio padania che Maroni esclude una protesta fiscale.. complimenti alla lega 0.2. ho telefonato a radio padania per capire se avevo capito bene e ribadire che non fare una protesta fiscale (che è l’unica cosa decente che si può fare prima di imbracciare un fucile) sarebbe un gravissimo errore e sapete cosa mi ha risposto il conduttore? che la lega ci ha provato, e come esempio mi ha portato il canone rai, ma che pochissimi hnno aderito. ma questi sono prorio deficienti. la bufala del canone rai è stata preparata da schifo 15 anni fa ed è stata gestita ancora peggio. me lo ricordo bene perchè all’epoca ero segretario provinciale per la lega e di figure dimmerda ne ho fatte a decine. forse maroni non ha capito cosa succede. con queste raccolte di firme inutili e questo slogan “prima il nord” prima di cosa? prima di prenderlo in quel posto? prima di fallire? prima di tirare le quoia?. non ho ancora sentito un parlamentare della lega incazzarsi contro iln giuoco schifoso delle banche, non ho sentito nessuno parlare di incontri con le categorie dei piccoli imprenditori e degli artigiani. in compenso agli stati generali ci sarà quell’uccellone di passera. a fare cosa? a scaldare la sedia anche al lingotto oltre che al suo inutile ed inconcludente ministero? oppure ci spiegherà che cazzo vogliono dire lui e quel frescone di mariomorti continuando a ripetere che ora, per la ripresa, bisogna aumentare la produttività? io al lingotto ci vado ma giuro che mi porto una mezza dozzina di uova ed invito anche gli altri indipendentisti a fare altrettanto.

  2. Simone Tretti says:

    Quello va bene, ma anche fermare il gioco d’azzardo tipo lotto, totip, superenalotto e tutte quelle cavolate..
    Per finire, affilare la ghigliottina.

    • Claudio says:

      Perché fermare lotto, superenalotto, ecc? Queste sono le uniche tasse giuste perché si pagano su base volontaria e nella misura che si vuole. Inoltre, ogni tanto qualcuno vince poco o tanto. Se si abolissero, allo Stato mancherebbero un bel po’ di quattrini per cui sarebbe costretto ad inventare nuove tasse, queste sarebbero obbligatorie e pagate nella misura fissata dallo Stato stesso e senza più neanche il miraggio di vincere una somma di denaro.

  3. Borderline Keroro says:

    mi viene da ridere, la bancocrazia sta semplicemente facendo il suo lavoro: derubare la gente.
    Unica soluzione è togliere SUBITO i soldi dal conto e portare le banche al fallimento.
    E’ legale e facile.

    • Dan says:

      Non servirebbe a molto: quelli hanno la stampante.
      Qui ci vuole altro ma mancano le palle.
      Saranno selvaggi e fanatici finchè si vorrà ma i musulmani non si farebbero pestare in questo modo. In sudafrica c’è lo sciopero ad oltranza nelle miniere d’oro e platino.
      Da noi invece solo tante parole a vuoto.

Leave a Comment