ECCO LE SPESE DELLO STATO PER ABITANTE: REGIONE PER REGIONE

di OSSERVATORE PADANO

Cos’è la la rubrica silenziosa? La statistica è una scienza fatta di dati e cifre che quasi sempre non necessitano di commenti. In questa rubrica, i commenti vi verranno spontanei, confrontando tabelle e immagini.

L’Indipendenza pubblica i dati di indagini scelte casualmente fra quelle disponibili e le visualizza sulla carta della penisola italica. Una tavola evidenzia i dati per regioni o province, un’altra li attribuisce alle aree omogenee e identitarie: Padania, Etruria (Toscana, Umbria e Marche), Lazio, Meridione, Sardegna e Sicilia. Brevi commenti sono riservati solo in caso di evidenti anomalie.

Spese dello Stato nelle regioni

Somma spesa dallo Stato per abitante per regione, percentuale di quanto speso complessivamente sul Pil regionale

Fonte: Ragioneria Generale dello Stato, 2010

  Spesa per abitante, in Euro Percentuale sul Pil regionale
Lombardia

8.203

24,4

Veneto

7.578

24,8

Emilia-Romagna

8.753

27,0

Marche

8.111

30,4

Toscana

8.800

30,6

Piemonte

9.038

31,5

Abruzzo

8.193

37,3

Liguria

10.358

38,2

Umbria

9.425

38,5

Friuli

11.387

38,7

Lazio

12.264

40,0

Campania

7.578

44,9

Puglia

7.906

45,1

Trentino-SudTirolo

15.224

46,6

Basilicata

9.111

48,1

Molise

9.816

48,5

Sardegna

10.292

50,4

Valdaosta

17.479

51,7

Calabria

9.011

53,0

Sicilia

9.393

53,9

 

PADANIA

8.886

28,4

ETRURIA (Toscana, Umbria, Marche)

8.716

31,7

MERIDIONE (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria)

8.047

45,6

ITALIA

9.070

34,5

 CLICCA SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRLE

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

16 Comments

  1. Lorenzo says:

    I Valdostani e i Sudtirolesi non sono italiani.
    Di fatto noi li stiamo pagando affinché rinuncino all’indipendenza.. che cavolo di senso ha?!
    I meridionali se non altro sono meno abbienti, ma questi qua stanno meglio di noi e li manteniamo pure!!!
    Fuori dalle balle, prendetevi la vostra indipendenza e smettetela di succhiarci soldi!!!!

  2. Anthony Ceresa says:

    Esaminando la tabella che riporta le spese sostenute dalle Regioni suddivisa per abitante, viene subito in mente, chi intasca la mia parte?
    Per mettere a posto l’Italia ci vorrebbero tanti cani mastini da mettere dietro ai nostri Politici, pronti a mordere ogni qualvolta il Politico oltrepassa le regole Etiche impostate dalla società civile.
    Anthony Ceresa

  3. barbara says:

    Bisogna mandarli a cagare, non dare più soldi a roma tenerli nei propri comuni e se vengono a rompere li mandiamo fuori dal nostro territorio occupato anche per troppo tempo. Spremuti come limoni e anche presi per il culo. Meglio perper loro se stanno alla larga. Prima il veneto come regione sarebbe pronta, se poi il nostro governatore attuale Zaia ci desse una mano, allora dalla tavola rotonda potrebbe partire un grandissimo progetto sicuri che verrà presentato a roma, e se non lo accetteranno con le buone allora lo faremo con le cattive.

  4. Castagno12 says:

    Sarebbe interessante ed utile poter avere anche la tabella che indica la cifra, per abitante, che le singole Regioni inviano a Roma e ciò che la capitale restituisce. Grazie.

    Già la tabella odierna consente di trovare un termine che qualifica il residente al Nord (privo dell’istinto di sopravvivenza) che non avverte la necessità dell’autonomia.
    Parlano da sole le cifre: sul PIL regionale, la spesa totale per gli abitanti in Padania (dall’Emilia compresa in sù) è del 28,4%, per il Meridione è del 45,6%. Quest’ultimo dato sarebbe peggiore se si sommassero quelli del Lazio,Sardegna e Sicilia.

    Inoltre, dal Rapporto Istat 2012, risulta che nel Meridione quasi una famiglia su quattro è nell’area della povertà e che in italia, 7 poveri su 10 vivono al Sud.
    Se tutte queste cifre ufficiali non possono essere contestate, risulta demenziale il commento ironico circa il presunto messaggio “la terronia che ruba al Nord” (vedi
    Salvo – 8.6.12 – 1:37 pm).
    L’ “illuminato” di turno dovrebbe dirci allora dove sono finite le vagonate di miliardi (in lire) che in tanti decenni la Lombardia (con altre Regioni) ha inviato a Roma.
    E cosa si dovrebbe fare ora che la stupida e sottomessa mucca da latte lombarda sta andando in asciutta permanente causa le imposizioni del solito governo di bell’italia ?

  5. Roberto says:

    Dannata Valle D’Aosta!

    Sta affamando il nostro paese… 😉

  6. Pietro says:

    Mi stupisce che la Sardegna venga inclusa fra le regioni dove lo stato spenderebbe di più: infatti lo stato ha derubato questa regione di dieci miliardi di euro,che la condannano al sottosviluppo; è all’ultimo posto per quantità di infrastrutture ( strade , ferrovie ecc… ), per edilizia scolastica e qualunque opera la cui realizzazione dipenda dall’intervento dello stato.In compenso quest’isola è stata stipata di servitù militari,che sottraggono territorio allo sfruttamento da parte delle popolazioni,di carceri e super carceri per piazzarvi i delinquenti altrui.La regione Sardegna è oramai occupata perennemente in una continua lotta contro lo stato italiano per ottenere il minimo di quello che ci spetta.Perciò non credo proprio che questa regione sia fra quelle dove lo stato spende di più: se fosse vero saremmo messi in diverse condizioni sotto tutti i punti di vista!

  7. Salvo says:

    Ho capito perchè è una rubrica silenziosa.

    O non la si commenta perchè non si è in grado di farlo…
    O perchè si vuole mandare un unico e solo messaggio:la terronia che ruba al nord.

    Purtroppo per voi, i dati si leggono e si interpretano, si incrociano con altri dati!

    Se non si spiega cosa significano quei dati, e perchè sono alti o bassi…SI FA SOLO PROPAGANDA (BANALE).

  8. Carlo says:

    La rubrica silenziosa era già presente sui “Quaderni Padani” anni fa. Mi pare di capire chi sia l’autore di queste… COmunque complimenti!

  9. renato brando says:

    c’è una sola conclusione e soluzione quella di separarci, civilmente , ma separarci dal centro sud. Che sia loro gli artefici della loro fortuna

  10. Unione Cisalpina says:

    benissimo… xò bisogna konsiderare ke il 65% degli impiegati pubblici dello stato tutto sono italiani, x kui il bneficio ke ne rikavano i levantini è doppio …

    al solito, noi cisalpini, siamo fessi kolonizzati, sottomessi… inkapaci di ribellarci, a partire dai nostri rappresentanti politici e civili in genere …

    Domanda:” Kome fare x rendere koscienti i nostri koncittadini dello sfruttamento e razzismo di kui ne siamo vittime idiotamente kooperanti kon l’italiano espropriatore !?”

Leave a Comment