Speculano sulle mascherine. Come hanno speculato sulla nostra vita tagliando la sanità. E poi la colpa è nostra se ci ammaliamo

di Roberto Bernardelli – Ho sentito più can can per i sacchetti di plastica biodegradabili per la frutta e la verdura che non per la speculazione h24 sulle mascherine. Nessuno che sia intervenuto per fermare il vile mercimonio che abbiamo visto su internet, sui portali di e-commerce. Vaghe annacquate denunce che svaniscono nel frastuono terribile del bollettino dei morti del giorno. Ma la politica sta pensando davvero ai vivi?
Io non credo, affatto.
L’incompetenza e la superficialità della classe politica è davanti agli occhi, con i suoi dati ferali.
Hanno ridotto di 37 miliardi le spese sanitarie. E’ già un miracolo se siamo ancora qui a raccontarcela.
E’ un miracolo se le imprese non hanno ancora fatto l’assalto ai forni, ovvero al palazzo. Tutto sommato stiamo dimostrando di essere un popolo mite. Solo che non possiamo permetterci di assecondare quel buonismo governativo che al Nord non alza la voce.
Ditelo chiaro e tondo che siamo in attivo di 56 miliardi ma che non li volete chiedere a chi li trattiene.
Poi si piange il corteo funebre di Bergamo. E una volta pianti i morti, con cosa si consoleranno i vivi?
A quando una classe politica che dice come stanno le cose, e cioè che questo è un paese diviso, spaccato a metà? E che neppure nel momento della guerra c’è pietà per il Nord? Restate a casa voi, politici, dopo la fine della quarantena.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. E come ci restano a casa……ma da subito.
    Ci sono lavoratori che lavorano tutti i giorni e considerati necessari come i vigili del fuoco, i medici, gli infermieri, le forse dell’ordine , gli addetti ai supermercati, alla filiera alimentare, i farmacisti, etc..etc.. eppure i ratti quando sentono odore di bruciato scappano. Si nascondono nelle fogne. Non vanno a procurarsi il cibo se non quando capiscono che lo possono fare…etc..et..
    I nostri politici, adesso, vanno a lavorare una volta alla settimana. Come dire noi siamo assolutamente indispensabili al paese e quindi non possiamo ammalarci. Non oso scrivere quello che vorrei scrivere. Oggi, ma lo dovevamo scoprire molto tempo prima vediamo chi sono realmente i politici e chi ancora fa il cieco sarà meglio che guardi bene.
    Abbiamo il peggior parlamento e senato mai avuto. Abbiamo politici che si nascondono, scappano non vanno a lavorare. Posso chiamarli, facendogli quasi un complimento, ratti !!!!
    Di vigliacchi ce ne sono sempre stati sia nella storia che nella vita ma assistere a questo spettacolo, in cui coloro che dovrebbero governare il paese e soprattutto dare direttive chiare ed univoche impedendo ai cittadini interpretazioni errate o contraddittorie creando caos, è non solo indecoroso ma deleterio.
    Questo corona virus è una vera piaga d’Egitto, di biblica memoria, e per chi sarà un sopravvissuto se la ricorderà per tutta la vita come si ricorderà l’agire sia del governo che di certi politici quando andrà a votare. Sì perché dopo tutto dovrà cambiare, poco o nulla potrà rimanere come prima.
    WSM

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

L'inquinamento in Padania è stato veicolo del virus?

Articolo successivo

Cani e gatti al tempo del Covid 19, Rizzi: NON ABBANDONIAMOLI. La legge tutela la loro cura a casa o in colonia