Sono 5 milioni gli immigrati in Italia, tra regolari e irregolari

di CLAUDIO PREVOSTI

Nel 2013 il fenomeno delle migrazioni in Italia è continuato ma non aumentato: lo rileva il Rapporto Caritas-Migrantes presentato oggi a Roma, che stima in circa cinque milioni le persone, comunitarie e non, che vivono nel nostro Paese, tra migranti regolarmente presenti e immigrati irregolari. La crescita degli immigrati – per i ricongiungimenti e le nuove nascite – viene secondo il rapporto quasi annullata dai rientri e dalle partenze per altre destinazioni in Europa o nel mondo di molte persone e famiglie migranti.

Con circa 200 diverse nazionalità di immigrati presenti in Italia, la differenza di religione abita la porta accanto. Se infatti si contano solo sei moschee in senso stretto, 36 templi sikh e 335 parrocchie ortodosse, su tutto il territorio nazionale sono presenti templi sikh e buddisti, sale di preghiera musulmane, chiese neo-pentacostali e altro, tutti non riconoscibili a prima vista. Lo rivela il Rapporto Immigrazione 2013 di Caritas e Migrantes, presentato oggi a Roma. Il problema con queste nuove chiese, sottolinea il documento, è che è molto difficile localizzarle, essendo spesso nate e vivendo in condizioni molto precarie dal punto di vista logistico e operativo. Anche i luoghi di culto dell’islam sono sparsi in tutto il territorio italiano, con una densità maggiore laddove lo sviluppo delle piccole e medie aziende, dei tanti distretti industriali del Nord e dell’Italia centrale, ha drenato dai paesi a maggioranza musulmana molti immigrati. In genere tali luoghi sono prevalentemente sale di preghiere – musallayat – a volte ospitate in situazioni precarie e poco confortevoli. La presenza degli ortodossi, invece, appare molto più stabile e definita, anche perchè è una delle chiese ha ottenuto da poco il riconoscimento da parte dello Stato italiano.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. Raffaele Iaria says:

    Ma come fa a dire che sono numeri a casaccio?. Il Rapporto è stato realizzato da studiosi seri e competenti. Se sono numeri a casaccio provi Lei a fare uno studio serio se è così capace

  2. Albert Nextein says:

    E’ come la storia dei calcoli sull’imponibile evaso.

    Sono numeri privi di fondamento.
    Numeri a casaccio.
    Tanto per mentire meglio.

Leave a Comment