I soldi che avete in tasca son solo cartastraccia

di REDAZIONE

Ecco l’unico modo per descrivere la reazione che gli storici futuri avranno quando guarderanno indietro e analizzeranno quella assoluta perversione che è il nostro sistema finanziario globale. Viviamo in un tempo in cui un manipolo di persone hanno le dita su un bottone che può far apparire migliaia di miliardi di dollari, euro, yen e renminbi dal nulla.

Questo potere è concentrato in un singolo uomo. Una sola persona a comandare la leva che domina l’intera economia. Quando controlli la moneta, infatti, controlli tutto: mercati finanziari, prezzi al consumo, percezione del rischio, abitudini d’investimento, tassi di risparmio, decisioni di assunzione, debito pubblico ecc.. Un uomo.

Questo sistema, irrazionale e arrogante e destinato a crollare come spieghiamo nel nostro Free Report, nasce sul presupposto che un banchiere centrale sia più intelligente di chiunque altro; che i mercati siano incapaci di determinare rischio e valore appropriati; che quell’unico uomo sia più bravo di noi stessi a decidere cosa fare del nostro tempo, lavoro e capitale.

Gli storici futuri probabilmente si stupiranno anche quando vedranno per quanto tempo le persone abbiano accettato che della carte senza valore venga usata come moneta. E’ straordinario che la maggior parte delle persone oggi accetti felicemente l’idea che un’astrazione digitale di una moneta fiat di carta la cui offerta è controllata da un unico uomo abbia valore.

La prima moneta-merce fu utilizzata in Mesopotamia più di 5000 anni fa, e le monete di metallo hanno iniziato a circolare più di 3000 anni fa. Per più del 99% della civiltà umana, la moneta ha significato realmente qualcosa.. fino al 1971 quando Richard Nixon pose fine a qualunque legame tra il dollaro e l’oro.
Da allora, i governi di tutto il mondo hanno rifiutato di riconoscere i metalli preziosi come moneta.. a vantaggio proprio e dei propri amici. Zerohedge ci informa che ufficialmente la Fed americana detiene ancora 261,498,900 once d’oro. Lasciando da parte il dubbio che si tratti di tungsteno e assumendo che si tratti invece di oro puro, ai prezzi attuali il valore è di 437 miliardi di dollari. Nel frattempo l’offerta di moneta M2 è stata misurata il 12 Marzo scorso a 9800 miliardi di dollari. Ciò significa che solo il 4.46% dei dollari americani in circolazione è convertibile in oro, il resto si basa solo su false promesse. La percentuale per quanto riguarda la sterlina è ancora inferiore, poco più del 4%.

In poche parole, il prezzo dell’oro dovrebbe aumentare di 20-25 volte affinché l’oro dei governi degli Usa e britannico copra l’offerta di moneta in circolazione.. a buon intenditor poche parole.

IL POTERE DI EMETTERE MONETA, GUARDA IL VIDEO!

 

*Tratto da http://www.economiaeliberta.com

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

12 Comments

  1. liugi II says:

    Mi dovete spiegare cosa ha di così speciale l’oro da subissare qualsiasi altra merce o servizio.
    Ammettiamo di avere campi, terreni, industrie, manodopera in grande quantità e un grande bacino di utenza, ma non abbiamo nemmeno un grammo d’oro: siamo poveri? Ed è povero quello che detiene un quintale d’oro ma non ha accesso alle risorse necessarie per vivere? La storiella del re Mida dovrebbe fare capire che anche l’oro è una pura convenzione: la vera ricchezza è la somma delle merci e dei servizi. L’oro è uno dei tanti mezzi possibili per fare scambi commerciali, così come è per la moneta ed è stato per le spezie e i semi di zucca, ma in fondo il suo valore è una convenzione umana.
    La moneta è solo carta, è vero. Allo stesso modo però anche l’oro è solo metallo. Siamo noi a dargli il valore che hanno.

    • _Salvatore says:

      mmm… ma la carta si stampa a tonnellate con un click!

      Lo scambio, per non diventare un furto (anche se legalizzato, furto rimane 🙂 ) deve avvenire tra beni ai quali le parti danno un valore almeno paritario:
      Spezie: ti do 20 stili di zafferano in cambio di 100 gr di peperoncino.
      Semi di zucca: ti do 5 semi di zucca grigia in cambio di 5 semi di zucca gialla.
      Moneta: ti do 1 banconota da 100 € in cambio di 10 da 10 €.
      Oro: ti do 10 gr d’oro… in cambio di €?? Si, d’accordo!

    • Fabio says:

      cos’è la moneta? il _mezzo_ attraverso il quale si commercia, cioè si scambia, si concludono transazioni.

      la moneta è uno dei fattori più importante, alla base del modo di ragionare quotidiano di tutti noi.Tu stesso pensi continuamente di poter fare o meno qualcosa secondo se puoi permettertelo o meno: una cena, una maglietta, una casa o macchina diversa…..

      aivoglia ad avere terreno o fabbrica: come fai a valutare un investimento, una rendita, un qualsiasi cosa, senon hai punti di riferimento?

      la moneta di stato è un riferimento in mano a politici, notoriamente onesti e corretti.
      L’oro non è in mano a nessuno: né politici, né burocrati, né parlamento, NESSUNO può imporne il valore con la forza senza vederselo sfuggire altrove.
      Le fabbriche ed tutto il resto è immobile per definizione appunto, l’oro è libertà.

  2. marco says:

    tutto vero, orami lo sanno in molti che il denaro è carta straccia. purtroppo a parte rari casi di baratto non sostenibili su larga scala da una società avanzata io non ho trovato alternative.
    anche riconvertire tutto il denaro al valore aureo creerebbe non pochi problemi.
    ammettiamo che si torna al valore aureo.
    se un’economia cresce velocemente e non ha abbastanza oro che fa? diventa schiava dell’oro? è solo dalla quantità d’oro che hanno le casse di uno stato che si misura il valore di un’economia?
    io non credo anche perchè l’oro è limitato e la sua mancanza può frenare fortemente la crescita e creare pesanti recessioni.
    la questione non è assolutamente semplice. io non ho una risposta.

    • Mauro Bosisio says:

      ciao marco si potrebbe inventare il pianeta del benessere dove un sistema centrale provvede a fornirti di cio che hai bisogno in base alle ore che apporti per il benessere generale senza cambi in valuta

      • Fabio says:

        un sistema centrale? con un burocrate che giudica il valore delle ore che doni al sistema?

        Ma che posto ha, se è previsto, il cliente che sceglie -e paga di tasca propria- in modo assolutamente insindacabile??

  3. Snake says:

    QUALCUNO SI E’ ACCORTO CHE IL DENARO NON VALE NIENTE…CASPITA CHE PERSPICACIA…. COME AVETE FATTO A CAPIRE QUESTO VOI CHE AVETE POSTATO QUESTA NOTIZIA? SIETE MICA GLI ALIENI DELL’AREA 51? SIETE MICA GLI ANNUAKI RITORNATI PER MOSTRARCI IL VERO VOLTO DELLA VITA?
    NOOOOOOOOOOOOO SEMPLICEMENTE SIETE DELLE BERTUCCE CHE PRENDONO PER IL CU.. CHI NON CAPISCE CIO’ CHE DITE E NON LO CAPIRA’ MAI TANTO E’ DIPENDENTE E ASSETATO DI DENARO TANTO CHE RISCHIEREBBE LA PROPRIA VITA PER DIFENDERLO, FACENDOSI SCHIAVIZZARE TUTTA LA VITA DAL QUEL PEZZO DI CARTA INUTILE…
    VOI CHE AVETE SCRITTO QUESTO POST SIETE DEI DRITTI, IO SO ESATTAMENTE DI COSA STATE PARLANDO, SO CHE IL POTERE MASSONE NON E’ IN MANO AD UNA SOLA PERSONA, E SO BENISSIMO CHE IL DENARO E’ CARTA STRACCIA..CHE NON TI RENDE LIBERO MA SCHIAVO IN UNA PRIGIONE SENZA SBARRE….FOTT……. VOI E CHI STA A CAPO DELLA MASSONERIA..POSSA ESSERE COLPITO DA PARALISI TOTALE DEL CORPO, CON CERVELLO BRILLANTE E VITA PARALITICA FINO ALL’ETA’ DI 165 ANNI…IN SOFFERENZA E DISGRAZIA..COGL…..

    • Fabio says:

      sai com’è, è che ne è imposto il corso forzoso a mano armata dallo stato.

      polizia, carabinieri, servizi e forze armate d’ogni tipo contribuiscono ad applicare la legge dello stato monopolista che impone una unica moneta e vieta ogni concorrenza al suo volere divino!!

  4. LOT says:

    Ohhh, finalmente qualcuno che c’è arrivato… anche se da anni ormai lo dico, ma nessuno ci ha prestato attenzione.

    E’ un discorso molto profondo da trattare qui, ma in fine si potrebbe dire così:
    i soldi hanno sì valore economico, ma anche sociale. Escludendo uno dei due si mortifica l’altro a svantaggio di entrambi.
    L’attuale situazione proviene dallo sperpero che ha subissato il sociale. Ora lo sperpero deve mortificarsi, e ciò a danno di entrambi.
    L’avvento dell’euro sarebbe stata cosa positiva se alcuni non avessero “lasciato fare” ai mercati, sballando i valori di cambio tra val locale ed euro (il famoso raddoppio del costo del pane)…apportando uno squilibrio, ora con evidenza dannoso.
    Ma non è finita, perché…

    • PSA 1,9 says:

      Il cambio Lit 1.000 = 1 € è stato applicato nei negozi e su merci di prima necessità, di grande diffusione,
      dai B O T T E G A I !!!!!

      Nel gennaio 2002 non raddoppiò il prezzo delle autovetture, sia che fossero prodotte in Italia, in UE o in altri continenti; non raddoppiò il costo delle materie prime, dei semilavorati e dei prodotti finiti provenienti da tutto il mondo !

      Raddoppiarono per l’appunto solo i prezzi al dettaglio per gli acquisti quotidiani delle famiglie più semplici ed indifese !

      Non ci fu controllo da parte dello Stato: verissimo !

      Nei mesi precedenti fummo tutti martoriati dal problema dell’ arrotondamento al centesimo (19,3627 Lit) del prezzo di un chiodo o di una Golia, ma non si organizzarono controlli sistematici nelle botteghe !

      Qualcuno si ricorda la storielle delle zucchine che costavano più dei tartufi e che gettavano nella disperazione sciami di casalinghe !

      Oggi i commercianti si lamentano ?
      Perdono ? Chiudono ?

      Provino a raddoppiare ancora i prezzi: i consumatori sono sempre quelli del 2002, più o meno !

      Chissà se abboccheranno o prenderanno i bastoni ?

Leave a Comment