Snowden e spionaggio: “Dire la verità non è un reato”

di REDAZIONE

Edward Snowden ha avvertito che lo spionaggio di massa “non pone solo una minaccia alla privacy ma anche alla liberta’ di espressione e alle societa’ aperte”. In un articolo per lo Spiegel intitolato “Manifesto per la verita’”, la talpa del programma di sorveglianza della National Security Agency americana ha scritto che “l’esistenza di tecnologie di spionaggio non deve determinare le politiche” dei governi.

“Chiunque dica la verita’, non commette alcun reato”, ha insistito Snowden nel testo inviato al settimanale tedesco attraverso un programma criptato. Secondo Snowden, alcuni governi che si sentivano “smascherati” dalle sue rivelazioni hanno provato a fermarlo “con una campagna persecutoria senza precedenti”, ma non sono riusciti a impedire l’avvio di un dibattito internazionale sullo spionaggio americano. (AGI) .

LEGGI ANCHE Nuove rivelazioni, “rete di spionaggio europea”

QUI LE INCHIESTE DE L’INDIPENDENZA

1- http://www.lindipendenzanuova.com/napolitano-nsa-snowden-governo-stati-uniti-liberta/

2-http://www.lindipendenzanuova.com/napolitano-stati-uniti-spionaggio-nsa-corte-fisa-incostituzionale/

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. Albert Nextein says:

    Io non lo sapevo.
    E anche se le cose nuove fossero state l’1%, sempre bene avrebbe fatto.
    Si, perché gli stati uniti devono smetterla di rompere i coglioni in giro per il mondo in preda ad una paranoia ridicola.

  2. Albert Nextein says:

    Snowden ha fatto bene.

Leave a Comment