Dopo 20 anni, gli slovacchi soddisfatti della loro indipendenza

di REDAZIONE

Secondo un recente sondaggio di opinione svolto dall’Istituto per gli Affari Pubblici (IVO), dall’Agenzia Focus e dal Centro per l’Opinione Pubblica il 58% degli slovacchi giudicano la nascita della Slovacchia, il primo gennaio 1993, in termini positivi. La ricerca demoscopica, condotta sia in Slovacchia e pubblica sul quotidiano “La Voce della Slovacchia”, che in Repubblica Ceca, mirava a valutare l’opinione media dei cittadini rispetto a quattro eventi storici: la fondazione della Prima Repubblica Cecoslovacca, la Rivoluzione di Velluto, la separazione dei due stati nel 1993 e l’ingresso della due nazioni nell’Unione Europea.

Tra gli intervistati slovacchi l’evento storico che riscuote il maggior consenso è, ovviamente, la fondazione della Repubblica Federale promossa da Masaryk, Štefánik e Beneš, che il 71% percepisce come un momento positivo nella storia centro europea.

Sempre in Slovacchia, il 63% dei rispondenti ritiene che la Rivoluzione di Velluto sia stata un momento di grande importanza storica, il 59% approva l’ingresso nell’Unione Europea mentre solo il 45% ritiene utile la separazione dai cugini boemi e moravi.

Dall’altra parte del confine gli intervistati hanno espresso diverse tendenze: apprezzano largamente la nascita della prima Repubblica Federale e la Rivoluzione di Velluto ma disapprovano la separazione dei due stati (vista positivamente solo dal 46% del campione). Euro-scettici come sempre,  solo il 38% dei cittadini approva oggi l’ascensione della Repubblica Ceca nell’Unione Europea.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. Vittore Vantini says:

    Ero a Bratislava nell’Estate 2012, ospite con mia moglie di un’amica per una decina di giorni e posso confermare (a spanne) ciò che i numeri dell’articolo affermano. C’è però ancora una non piccola aliquota che vede i Russi come….liberatori. Ho inoltre l’impressione che si viva più tranquilli che da noi (ci vuol poco, vero?).

Leave a Comment