Slotta continua… Quel regalo del Pd ai centri scommesse abusivi

di BRUNO DETASSIS200544828-001

Il banco vince a metà, sta scritto. Ma è davvero così? La legge di stabilità ha previsto per chi lucra sul gioco una sanatoria per i Centri trasmissione dati non autorizzati (tantissimi, sono 7mila). Dovranno autodenunciarsi all’Agenzia delle Entrate entro il 31 gennaio 2015 e sistemare tutto con appena 10mila euro! Noccioline. Poi altre due comode rate ma solo per i periodi di imposta per cui non è ancora scaduto il termine di decadenza per l’accertamento.  Con comodo, ragazzi. I concessionari incassano poi lo stop al previsto aumento del 4% del Prelievo erariale unico su slot-machines e videolotteries che avrebbe dovuto scattare dall’1 aprile 2015. E vai, con un altro regalo. Se poi, vista la crisi, si è scesi negli incassi, niente paura, c’è babbo natale:  riduzione dei prelievi, aumento della “restituzione in vincita” (payout) e più in generale “ogni misura utile al sostegno dell’offerta”.

Sembra una legge ad personam.

D’altra parte lo scandalo è lì, tutto da rileggere. Lo sollevò per primo con una interrogazione parlamentare sulla questione delle penali new slot, l’allora deputato dell’allora Lega, Marco Reguzzoni. Chiedeva al ministro dell’Economia “quali misure abbia adottato il Governo o intenda adottare per porre fine alle gravi anomalie denunciate in premessa e per procedere al recupero delle rilevanti somme evase”. Il riferimento era alla vicenda nata nel maggio 2007, quando la Procura Regionale del Lazio della Corte dei Conti inoltrò ai concessionari del settore Newslot una richiesta di risarcimento per “presunto danno erariale” per l’importo di circa 98 miliardi di euro.

Che fine fece la storia? Sorprendentemente il ministro per i Rapporti col Parlamento, Elio Vito, rispose che  l’allora  decreto anticrisi aveva portato nuovi strumenti di controllo anche su new slot e concessionari di rete. “Non si tratta propriamente di un caso di evasione fiscale, ma piuttosto di inadempienze contrattuali per cui l’Amministrazione ha emanato provvedimenti sanzionatori che sono stati in alcuni casi ritenuti legittimi dal Tribunale amministrativo, in altri contestati”. Grandioso, vero?

Ma se si vuole fare un salto nel passato recente, andate a leggere….. anche:

http://www.repubblica.it/cronaca/2011/05/08/news/inchiesta_azzardo-15935482/

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment