L’IDIOTA IN POLITICA? IL SINDACO CHE VIETA IL LIBRO SCOMODO

di TONTOLO

Io che son Tontolo, ma non scemo, so bene quanto vale la libertà e che la libertà è sinonimo di informazione, di cultura, di libri e conoscenza. So anche che c’era chi faceva i falò con i libri, chi li metteva all’indice e chi ne vietava le pubblicazioni.

Oggi, ho scoperto che c’è un sindaco, quello di Sesto Calende nel Varesotto, che per far felice il suo “capo” ha fatto sparire dalla biblioteca comunale un libro che parla maluccio della Lega e di Bossi. Riporto un po’ di quel che ha scritto Libero: “Il libro anti-Lega non gli piace e così il sindaco (leghista), che fa ritirare le copie del volume incriminato. La bibliotecaria aveva acquistato il saggio «L’idiota in politica. Antropologia della Lega Nord», saggio scritto da una studiosa, Lynda Dematteo, con prefazione di Gad Lerner, e pubblicato da Feltrinelli Il sindaco Marco Colombo, al Corriere della Sera, spiega così la sua scelta: «È vero, le ho urlato dietro esiste una commissione che sceglie i libri e non mi risulta che la scelta sia stata condivisa. E poi, diciamolo, la bibliotecaria è di sinistra. I soldi dei cittadini del mio Comune si devono spendere meglio”.

Giusto, potrebbe spendere i soldi dei contribuenti per abbonarsi a la “Pravdania” ad esempio, oppure per comprare il libro “Quattro gatti sul Po” di Simonetta Faverio, oppure ancora per la pubblicazione della tesi di Renzo Bossi, statista padano in pectore. Ops, sbadato che sono, quello non c’ha manco il diploma.

Se penso a cosa è diventato il partito di Bossi un po’ mi si accappona la pelle. Altro che partito romano nel Nord, questi son quelli del saluto romano in Padania.

Mi permetto un consiglio finale al signor Colombo: compri per la biblioteca comunale “Umberto Magno”, vedrà che farà molto piacere al senatur. Nel sottotitolo c’è scritto che è la vera storia di Umberto Bossi.  L’autore non è mai stato querelato. Quindi ai cittadini di Sesto Calende farà piacere sapere che grand’uomo è l’Umberto da Cassano Magnago, gran lettore del “Trattato sulla tolleranza” di Voltaire.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

14 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Sior Tontolo,
    el me scuxe se oxo… ma col so dir el me da un stimoeo ke gutalass xe gnente al konfronto.

    Cio’, el so aparente dir e senso inteijente el me par ankamasa a senso unego. E visto el posto pensavo fuse a favor de l’INDIPANDENSA. Cioe’ contro el nemigo numaro uno che xe lo stato italia. Podopo ghe ne de altri… ma soeo l’italia stato xe el nemigo da far fora.
    Podopo pensaremo anka a kealtri.

    El varde ke NO VOJO DIFENDAR NESUN… i se rangia e anka masa da soi.
    Mi so ke val el prinsipio e no el resto ke pol esar ea faciata o l’abito.

    Sicuramente ju’ el tira el saso sul lago e podopo stando ssconto el varda ki ke se fa vanti a vedar kosa xe suceso.

    Go visto ke se ne ga’ presenta’ diversi a pro el so dir.
    Forse distrati e sikuramente parke’ inveenai kome dal resto mi, no i speta altro pa skarikar ea so grinta.
    I gavaria oka raxon se se komisiase a voer l’INDIPANDENSA… ma deso semo soeo drio pacioear.
    Quindi i se tegne pronti ke i spetaremo quando sara’ ora.

    Purtropo, saeo sior e el me pardone proprio par el me oxar, me toka a mi idiota e ignorante par antonomasia dato che non sonti uno filia’ aee tante kaste residenti nea keba italia, farghe notar serte robe.
    Mi, indegno parke’ apunto mato: ma no feso. Ma ankamasa tanto gnoranton…

    Bon.
    E deso el se senta par tera, so na karega el podaria kajer eo steso. Mejo kel se destire e proprio par tera parke’ da ea’ so ke nol podara’ kajer de seguro. Ghe tegno aea su saeute: i TONTOI I SERVE EKOME.

    Quel ke ghe diro’, infati, lo fara’ ndar indrio skena. De kolpo. Esendo destira’ stara’ fermo e nol gavara’ konseguense.

    Eco sior Tontoeo, par mi faria un gran fogo de tuta ea kultura italiana ke xe su i so livri o libri, so i so films, so non so ndoe i sipia.

    A go su ko in skriba del me paexe parke’ mi ko uno sgrafa un libro o el sgrafa ea verita’ almanko in generae o el libro el va bruxa’. SUITO..!!!! (SUBITO).

    El se pense ke mi pasao jornae intiere in libreria par sbirciar in tei libri. Ghe voevo un ben da mati o morboxo.
    No gaveo sskei e kusi’ faxendo finta de voer konprarghene uno ghe ne sbirciavo diversi.

    Par mi i libri jera SAKRI..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Beh, unkuo’, no rieso ndar vanti dopo ea prima pajina.

    No rieso de lexar gnanka ea prima pajina..!!!!!!!!!!!

    Tuttavia, pensando ke mi son mato ma no fesso, uno pol dir: beh, el xe mato par kui…

    Ma kosa xe ke me ga fato kanbiar idea mo..?

    Da amarli da morir a voerli in tel ROGO..?

    Senplice: me sonti SVEJA’. Me sonti DISINKANTA’..!

    Go skoverto ke lo stato BRIGANTE strakolmo di mantenuti e rapinatori dopara ea “KULTURA” par far i TALIBANI. Va ben i italioti.

    QUINDI..??

    GO SKOVERTO IL MEXO KE L’OCKUPANTE DOPARA PAR OTEGNER L’OLOKAUTO DEL ME POPOEO VENETHO GLORIOXO E MIENARIO..!!

    Ma quanti ke ghe kaska al so FORNO SKREMATOIO..!!

    PAR FIN TONTOEO..!

    E PARKE’..?

    PARKE’ EL DOPARA EA “KULTURA”, ke mi ciamo SOTOKULTURA cioe’ quella di segno meno, quella NEGATIVA perche’ AVVELENA LA NOSTRA GENTE E LA RENDE PREDA DEI TALIBANI, kome par exenpio el sior Tontoeo ke pena el vede fumo el siga: xe drio bruxarse el pajer… al fogo, al fogo, al fogo..!!!!!

    MAGARI SE BRUXASE TUTI QUEI LIBRI KE NE FA SSCIAVI.

    Podopo uno difende el so teren de koltivaxion no..?
    Uno ke sgrafa livri ghe daeo mo fogo..??
    El xe el so pan, tristo o bon kel sipia…

    Eora, par finir se no se indormensa tuti:

    SE MI VEDO NA PIANTA DE DROGA MI A BRUXO.
    SE MI VEDO KE UN LIBRO XE DROGA EL BRUXO.
    SE A KULTURA XE DROGA MI A GO DA BRUXARLA E SENSA PERDAR TANTO TENPO..!

    A KULTURA ITALIANA NO EXISTE…
    ESISTE QUEA DE PRIMA DEA MAEDETA UNITA’.

    QUINDI ROGO AL NEMIKO, salvo ke nol meta ea TESTA A POSTO..!

    Viamente son par ea libarta’… ma ke no a sipia kontro de mi.
    UN RE NON SI FARA’ MAI UNA LEGGE CONTRO.
    Il LIBRO KONTRO DEVE ESSERE ELIMINATO.
    NIET KAVALLI DI TROIA..!

    Ma proprio in finae e grasie de esar riva’ fin qua e dea super pasiensa, sscoltar un eretiko no xe fasie:
    PARKE’ A GO SU TANTO KO I LIVRI TALIBANI..??

    I DA MESAJI SUBLIMINAI a pro UNA E INDIVISIBIE SENPRE..! E NO I GA KULTURA TALIBANA SALVO E SOITE BUXIE DE MERRRRDDD A TRE KOEORI O I DOPARA FOTOKOPIAE DA QUEA DE PRIMA KE A GAVEA I SO POPOI NATII IGNORAI…
    EA PRESEDENTE. O NO..?

    Podopo, ko sento pacioear o sgrafar italia prima de serte date me gira e baeotoe ke non ghe digo.

    Anka ea’, o se parla de geografia o de poidega o de kultura o de popoi o de aministrasion o de non so ke kax…
    Ma l’italia quando xea nata mo..???

    Te lexi i libri talibani e te kapisi davero..!
    KE I NE VOL TONTOI… O ITALIANI VERI..?

    Sior Tontoeo (TONTOLO) mi stia senpre ben… e, el se rikorde: mejo mati ke fesi..! Taliani podopo…

    LB

  2. mario says:

    scemo il sindaco due volte scemo chi ha fatto questo sito

  3. Marco says:

    Credo che il sindaco, mentre riponeva il libro in altro locale, abbia commentato con un: “Asen se, stüpid no”.

  4. Abbonato Ligure says:

    Ma la “mission” dell’Indipendenza è parlare, appunto d’indipendenza o è solo quella di parlare male della Lega Nord?
    Io sono un ex SOM e so bene che in certi luoghi il materiale umano sia carente. Ma da qui a scrivere articoli per ogni str…ata fatta c’è ne passa. A quando un articolo su qualche cavolata di un esponente del PD,PDL,IDV,UP…?

    Un abbonato ligure.

  5. zenzero says:

    Fortissimo.

  6. RADIO TANZANIA LIBERA says:

    importante messaggio

    La tribù andrà in gita a Predappio

    ripeto

    La tribù andrà in gita a Predappio

    trasmettiamo un secondo messaggio

    Calderoli è intelligente

    ripeto

    Calderolri è intelligente

  7. Salvatore says:

    Forse è giunta l’ora di scindere quello che di buono c’è, nel popolo padano, da quello che di marcio c’è in esso…..
    Censurare un libro spiega molto più del libro stesso in mano a chi hanno messo la propria terra.

    • luigi bandiera says:

      Scusa salvatore,

      l’italia ha bloccato un film dal titolo:

      IL LEONE DEL DESERTO.

      Forse altri films oltre a certi libri.
      Sicuramente ha tagliato nei libri scolastici la storia milleneria e oltre del POPOLO VENETHO.

      Lo ha fatto prima del sindaco leghista.

      Io ho recuperato il film e lo ho gustato: bella davvero l’italia razzista e KOMUNISTAFASCISTA.

      Condannare il sindaco va bene, ma allora anche l’italia va kondannata.
      Le pare..?

      Eh ma, e’ piu’ facile prendersela con uno solo.

      Saluti

  8. maimulà says:

    IMPORTANTE COMUNICATO: se dev leg dumà i liber del Carcano. Ripeto si devono leggere solo i libri di Carcano. Lo ha detto Calderolo

  9. Jordan says:

    Mettendo il libro all’indice, al sindaco è rimasto libero il medio. Potrei suggerirgli dove infilarselo…

  10. RADIO TANZANIA LIBERA says:

    Sesto Calende è Tanzania Libera!

Leave a Comment