Siena, un medico calabrese augura il terremoto agli abitanti delle contrade: disturbano

siena3di  Emiliano Baggiani – Scriviamo per una vicenda che, a parte invertite, avrebbe scatenato l’ira di Dio su tutti i giornali. Un medico chirurgo operante a Siena, sul proprio profilo facebook avrebbe scritto “Spero in un terremoto devastante a Siena così vediamo se continuano a cantare imperterriti in strada.. che schifo” (v. allegato).
Frase indegna da sciacallo  mentre ancora, in queste ore, si stanno scavando i cadaveri ad Amatrice.
Questo medico chirurgo, di origini calabresi, si augura quindi la distruzione della città di Siena, ossia l’estremo avampaese della mitteleuropa nel contesto peninsulare. Sapevamo già da tempo dell’odio dei mediterranei nei confronti di questo tipo di Europa, o meglio del loro complesso di inferiorità, ma non ci vogliamo dilungare su questo argomento visto che  è già stato affrontato a più riprese.


Più semplicemente bisognerebbe spiegare al signore una cosa molto semplice: con una mattonella di Siena, per dirla alla Sgarbi, si potrebbe tranquillamente comprare tutta la sua “bella” Calabria, terra di peperoncini e di ndrangheta, di bambini ammazzati. Il “chiagnea e fottea” di certi allogeni non mi ha mai impressionato, mi ha sempre irritato: ma qui si passa, addirittura, all'”Insulto e fotti”.
Non capisce le contrade, dalla storia millenaria. Ma le contrade dovrebbe ringraziarle visto che gli hanno dato il PANE. Dice che fanno “casino” per strada, durante il LORO palio, nelle LORO strade. Danno fastidio a lui che viene da millemila chilometri di distanza. Come se certa gente fosse nota per il loro contegno sonoro. Proprio non ha la misura, non ha il rispetto, il nostro medico, ma noi glielo faremo capire.
Nelle prossime ore presenteremo, come Toscana Stato, un esposto alla Procura della Repubblica di Firenze circa le sue affermazioni. Dice che l’ordine dei medici prenderà  provvedimenti nei suoi confronti.
Sarà: noi intanto  denunciamo il fatto.

FONTE : http://sienanews.it/attualita/augura-la-catastrofe-a-siena-sul-profilo-fb-medico-nei-guai/


*Segretario Toscana Stato
www.toscanastato.org
facebook.org/toscanastato

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. luigi bandiera says:

    Cosi’ e’ successo dove gli IMMIGRATI colonizzarono il posto dove loro fecero la loro residenza. Non hanno mai pensato che andando in un altro paese forse le abitudini, gli usi e i costumi appunto, sono diversi e quindi o ci si integra per rispetto (li si accetta tout court) o si cambia territorio e magari si sta a casa propria a patire la fame..!!??
    I miei parenti sono andati in USA in Canada e in Francia… hanno imparato l’inglese e il francese, stanno vivendo come vogliono quegli stati, quelle popolazioni. Ai figli non hanno insegnato ne il talian e ne il veneto, sbagliando secondo me, e infatti non ci si parla piu’ con le nuove generazioni: noi non conosciamo l’inglese, il francese e loro non conoscono le nostre due lingue il talian e il veneto, ripetendomi.
    Questo con il bene placido dell’intellighenzia sia degli stati (piuttosto rossi) dove vivono e sia dallo stato di partenza e cioe’ ex Serenissima Repubblica Veneta.
    Gli stati impongono il GENOCIDIO delle culture sottomesse, politicamente o furbescamente, con un sacco di collaborazionisti a disposizione tse se ce la fanno.
    .
    Ieri, oggi e domani era e sara’ TALE QUALE..!
    .
    Non invento mai nulla kax.
    Non imparando mai nulla la ruota girera’ cosi’ per l’eternita’.
    .
    Si puo’ inventare un calendario, una veste o altro differente, ma i FATTI saranno sempre gli stessi..!!
    Il sistema solare da quanto e’ li’..?
    Non vi dice davvero proprio nulla..?
    L’homo, mai stato sapiens sebbene va su Marte, ha provato a farlo diverso: la Terra era ferma e il Sole gli girava attorno…
    Non poteva reggere e cosi’ tutti caduti per terra… con le vertigini…
    Dai, ce la racconteremo tra mille anni… gia’, ne vedremo tante di belle che conviene davvero vivere il piu’ allungo possibile.
    Salam

Leave a Comment