La Regione Sicilia garantisce 833 euro al mese ai precari

di ALTRE FONTI

Dalla folla di precari che presidia da giorni Palazzo dei Normanni scoppiano grida di gioia. Hanno parlato con il governatore Crocetta, gli ex Pip di Emergenza Palermo, e il presidente della Regione ha parlato chiaro: “Ho detto loro – ha spiegato Crocetta – che potevo anche proporre la norma che chiedevano (l’assunzione a tempo indeterminato, che sarebbe costata alla Regione 45 milioni il primo anno e 54 in seguito, ndr), ma era inattuabile e il commissario dello Stato l’avrebbe impugnata”.

I lavoratori, quindi, rischiavano di perdere ogni forma di sostegno al reddito. Con la norma proposta dal governo, invece, che costerà alla Regione 36 milioni l’anno come previsto in Finanziaria, ai Pip verrà garantito un ‘sussidio’ di 833 euro al mese: 10 mila euro l’anno a persona erogati tramite l’Inps, “così prevede la legge”, ha detto il governatore. I lavoratori perderanno soltanto i contributi di previdenza sociale, ma alle famiglie verrà comunque garantito l’assegno familiare.

Verrà, così, interrotta la convenzione con la Social Trinacria Onlus, che la Regione non ha riconosciuto, e gli ex dipendenti verranno assorbiti dalla Regione.

FONTE ORIGINALE: http://www.siciliainformazioni.com

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. Miki says:

    Perchè 833 e non 1000? Temevano l’indignazione dei pantaloni?

  2. kuesti mangiano a sbafo nostro e maroni kazzeggia sulla makroregione… ooh non è ke gli altri “governatori” padanisti o nordisti, facciano meglio … dormono, mentre i furbi ingrassano a nostre spese … da ke parte sta il razzismo e disprezzo “nazionale” !?

    xkè non pretendono, una volta x tutte, d’avere un ugual statuto regionale !? … kosa ce lo impedisce !? …

    sono kapaci i nostri governanti di fare una riunione interregionale e decidere una buona volta, di smetterla d’essere vessati !?

    solo parolone e tante kagate, fatti ZERO !

  3. Dan says:

    ““così prevede la legge””

    Così vuole il popolo. Dici al popolo di no e questo molla il presidio pacifico per forme di azione nettamente più incisive

Leave a Comment