/

Sgarbi, “Pompei? Se fosse al Nord non ci sarebbero problemi”

di REDAZIONEpompei-proibita4545-250383

“Quando ero sottosegretario ho cercato di evitare di occuparmi di Pompei, che è un’isola molto difficile in cui si rischia sempre di naufragare. Infatti ci sono caduti tutti i ministri. Si tratta di un sito così importante e visitato che ogni piccola cosa fa notizia. Pompei non è mai stata priva di finanziamenti, è stata priva di capacità di utilizzarli”. Lo ha detto Vittorio Sgarbi ai microfoni della trasmissione ‘Ho scelto Cusano’, su Radio Cusano Campus, emittente dell’università Niccolo’ Cusano. “I custodi a Pompei sono più numerosi del necessario, la ripartizione dei custodi in Italia è molto clientelare. Lì i sindacati fanno scioperi per qualunque cosa. E’ difficile controllare una situazione in cui i custodi non sono lì per necessità, ma per il posto di lavoro. Tutto ciò che accade a Pompei è un’anomalia, non può capitare a Varese, a Como, a Reggio Emilia. Se Pompei fosse vicina a Verona andrebbe benissimo. A Pompei- ha concluso Sgarbi- ci sono poteri autonomi, come quello dei custodi, che possono mettere in difficoltà la soprintendenza e il ministro”.

Print Friendly, PDF & Email

8 Comments

  1. Sbagliato Professore… , i problemi sarebbero identici perché custodi, dirigenti e rappresentanti sindacali sarebbero ugualmente tutti di Napoli.

    • Guardi, non servono questi parallelismi. Se ci spostiamo sull’asse della politica, non troveremmo differenze tra un polo e l’altro dell’Italia.

    • Mi dispiace per la Stefania ma ho notato la stessa cosa anch’io che ho vissuto in mezzo a loro per troppi anni.
      C’e’ un’altro modo di affrontare le cose. Non si puo’ fare nulla, e come la sanita’ che Zaia ha affermato: mandiamo nordici giu’ e vediamo se non si risolve. (circa ne’).
      La vedono tutti che e’ cosi’.
      Era diversa anche nella GRANDE GUERRA..!! (Tanto per citare i casi molto significativi).
      Poi dico, ma se quei ruderi sono storia i nostri ruderi non lo sono mica..?
      Anche su questo campo c’e’ una differenza sostanziale tra nord e sud..!
      Ma ci riempiono di buoni propositi e tante promesse come l’ultima (questa va dal nord al sud..?) che tra cinque anni le tasse saranno meno…. o roba del genere.
      Se chi governa ragiona facendo perno sui vent’anni… (esagerando) da subito saremmo soto la mannaia delle tasse… e poi noi non viviamo per trecento anni, siamo mica dei Mose’, per poterci RIPOSARE nel pagare..?
      Basta giochini tipo tre carte..!!!!
      BASTA ITALIA..!
      ITALIA, BASTAAAAaaaaaaaaaa……..!!!!!!!!!!!

  2. Allo Stato italiano di Pompei e del Sud in generale non gliene frega un c….. Il Sud è e deve restare una COLONIA del centro-nord che compra i suoi prodotti e STOP! Tutto il resto si fa da Roma in su…personalmente spero che presto gli immigrati prendano il sopravvento sugli italiani e distruggano il bordello italia…Che goduria scoprire che il nome piu’ gettonato tra i nuovo nati alla Mangiagalli di Milano,è: “Mohamed”

    • Maloenton, arrivi in ritardo, leggi un po’ qua ( http://postimg.org/image/tcfyxqevh/ ) postato molto tempo fa su diversi quotidiani. Mi sono perfino stufato di essere RIPETENTE..!
      Ma perche’ non la capiamo mica sta musica che e’ come quella del Titanic: non finisce mai sebbene sta andando a fondo.
      I suonatori suonano anche sott’acqua..!!!
      Basta ITALIA..!
      ITALIA, BASTAaa…!!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Vassalli: vi ho scritto di un Nord sferzato dai papi e dall'Italia fatta di cocci

Articolo successivo

Il Parlamento salva Azzolini. E se ne vanta. I politici non si processano, i cittadini sì