Sgarbi, “Pompei? Se fosse al Nord non ci sarebbero problemi”

di REDAZIONEpompei-proibita4545-250383

“Quando ero sottosegretario ho cercato di evitare di occuparmi di Pompei, che è un’isola molto difficile in cui si rischia sempre di naufragare. Infatti ci sono caduti tutti i ministri. Si tratta di un sito così importante e visitato che ogni piccola cosa fa notizia. Pompei non è mai stata priva di finanziamenti, è stata priva di capacità di utilizzarli”. Lo ha detto Vittorio Sgarbi ai microfoni della trasmissione ‘Ho scelto Cusano’, su Radio Cusano Campus, emittente dell’università Niccolo’ Cusano. “I custodi a Pompei sono più numerosi del necessario, la ripartizione dei custodi in Italia è molto clientelare. Lì i sindacati fanno scioperi per qualunque cosa. E’ difficile controllare una situazione in cui i custodi non sono lì per necessità, ma per il posto di lavoro. Tutto ciò che accade a Pompei è un’anomalia, non può capitare a Varese, a Como, a Reggio Emilia. Se Pompei fosse vicina a Verona andrebbe benissimo. A Pompei- ha concluso Sgarbi- ci sono poteri autonomi, come quello dei custodi, che possono mettere in difficoltà la soprintendenza e il ministro”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

8 Comments

  1. Riccardo Pozzi says:

    Sbagliato Professore… , i problemi sarebbero identici perché custodi, dirigenti e rappresentanti sindacali sarebbero ugualmente tutti di Napoli.

    • Stefania says:

      Guardi, non servono questi parallelismi. Se ci spostiamo sull’asse della politica, non troveremmo differenze tra un polo e l’altro dell’Italia.

    • luigi bandiera says:

      Mi dispiace per la Stefania ma ho notato la stessa cosa anch’io che ho vissuto in mezzo a loro per troppi anni.
      C’e’ un’altro modo di affrontare le cose. Non si puo’ fare nulla, e come la sanita’ che Zaia ha affermato: mandiamo nordici giu’ e vediamo se non si risolve. (circa ne’).
      La vedono tutti che e’ cosi’.
      Era diversa anche nella GRANDE GUERRA..!! (Tanto per citare i casi molto significativi).
      Poi dico, ma se quei ruderi sono storia i nostri ruderi non lo sono mica..?
      Anche su questo campo c’e’ una differenza sostanziale tra nord e sud..!
      Ma ci riempiono di buoni propositi e tante promesse come l’ultima (questa va dal nord al sud..?) che tra cinque anni le tasse saranno meno…. o roba del genere.
      Se chi governa ragiona facendo perno sui vent’anni… (esagerando) da subito saremmo soto la mannaia delle tasse… e poi noi non viviamo per trecento anni, siamo mica dei Mose’, per poterci RIPOSARE nel pagare..?
      Basta giochini tipo tre carte..!!!!
      BASTA ITALIA..!
      ITALIA, BASTAAAAaaaaaaaaaa……..!!!!!!!!!!!

  2. Maloenton says:

    Allo Stato italiano di Pompei e del Sud in generale non gliene frega un c….. Il Sud è e deve restare una COLONIA del centro-nord che compra i suoi prodotti e STOP! Tutto il resto si fa da Roma in su…personalmente spero che presto gli immigrati prendano il sopravvento sugli italiani e distruggano il bordello italia…Che goduria scoprire che il nome piu’ gettonato tra i nuovo nati alla Mangiagalli di Milano,è: “Mohamed”

    • luigi bandiera says:

      Maloenton, arrivi in ritardo, leggi un po’ qua ( http://postimg.org/image/tcfyxqevh/ ) postato molto tempo fa su diversi quotidiani. Mi sono perfino stufato di essere RIPETENTE..!
      Ma perche’ non la capiamo mica sta musica che e’ come quella del Titanic: non finisce mai sebbene sta andando a fondo.
      I suonatori suonano anche sott’acqua..!!!
      Basta ITALIA..!
      ITALIA, BASTAaa…!!

    • Padano says:

      Anch’io spero che gli immigrati distruggano il bordello Italia, come gli italiani hanno distrutto la Padania.

Leave a Comment