/

Senzasconti, in studio Di Preta, Lamperti e Rio ad Antenna 3

bernardelli tv

Puntata 215 di Senzasconti. In studio con Roberto Bernardelli ad Antenna 3 ci sono martedì 28 Gennaio 2020 Francesco Di Preta, Marco Lamperti e Pier Candido Rio.

Per chiamare in diretta dalle 22,30 alle 23,30: telefono 02 32 00 46 240.

Francesco Di PRETA
Francesco Di Preta è nato a Milano nel 1966 e lavora in un’importante società del terziaro. La sua esperienza politica nasce circa dieci anni fa, di cui cinque anni impegnati nella Commissione Paesaggio del Comune di Milano come delegato di Zona 6 e come Presidente della Commissione Commercio della stessa Zona. Sostenitore dell’importanza dell’Educazione Civica, è tra i fondatori dell’Associazione Epistocrazia.eu.

Marco LAMPERTI
Marco Lamperti ha 32 anni ed è, dal 2012, Consigliere Comunale di Monza per il Partito Democratico. È inoltre Membro della Segreteria Provinciale di Monza e Brianza e dell’Assemblea Nazionale del PD. Laureato in Ingegneria per l’ambiente e il territorio, è stato di recente assunto come key account manager da un’importante società di energia e gas. “Liberale e liberista”, è appassionato di teatro e cinema.

Pier Candido RIO
Rio è nato a Como il 25 Luglio 1965 e vive a Caderzone Terme, Trento, dove svolge l’attività di giardiniere. Entrato in politica nel 1988 con la Lega Lombarda di Como, diviene consigliere comunale di Tavernerio (CO), consigliere della locale Comunità Montana e membro del CDA dell’Ente Munifico Asilo Tavernerio. Assume in seguito diverse incarichi politici per la Lega divenendo anche membro del Consiglio Nazionale a Trento. Sul finire del 2018 lascia la Lega per aderire al Movimento Grande Nord in cui è membro del Consiglio Federale e ha anche assunto il ruolo di Coordinatore e Segretario Federale Nazionale Trentino Alto Adige Südtirol.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Facebook rimuove il video del citofono da pagina dello sceriffo Salvini

Articolo successivo

Il voto non serve se l'Italia non diventa federale