Segreteria Salvini a rischio, giudice ritiene fondate ragioni ricorso

Salvini cannoli

Segreteria Salvini a rischio ‘sospensione cautelare’. Una decisione che, a quanto apprende l’Adnkronos, potrebbe arrivare nelle prossime 48 ore, con il giudice del Tribunale civile di Milano che avrebbe ritenuto fondate le ragioni del ricorso contro il segretario, accusato da un militante di aver violato lo statuto della Lega, in occasione delle primarie dello scorso maggio.

Nel caso di accoglimento del ricorso, le primarie leghiste sarebbero quindi annullate e il reggente fino al nuovo Congresso diventerebbe il Presidente Federale Umberto Bossi. Salvini aveva vinto il congresso contro lo sfidante Gianni Fava, che alle urne aveva raccolto il 17,3% delle preferenze con l’82,7 dei voti.
Lo stesso Salvini aveva però depositato un listino di candidati al Consiglio federale del Carroccio, a lui collegati, che risultava irregolare in quanto non rispondente al regolamento del Congresso e per questo modificato il giorno successivo, fuori tempo massimo.
Una vicenda, che, fanno notare fonti qualificate, mette in dubbio, di fatto, la legittimità di qualsiasi scelta della segreteria leghista sulle liste elettorali fino a sabato, con la possibilità che fino a sabato non sapremo se a firmare le liste, che vanno depositate domenica, sarà Salvini o se toccherà a Bossi come chiede il ricorso e prevede l’articolo 14 dello statuto.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Sandri 'Svuerç says:

    Fantastic! Di sbregâsi!
    I Leiscj arûts, chei che i crodin inmò al ideâl primarûl, mi fasin dûl.
    Salacor, cumò, a varan mût di indreçâ il tamon.

    Fantastico! Da scompisciarsi!
    Provo pena per i Leghisti veri, quelli che credono ancora all’ideale originario.
    Ora, forse, avranno modo di riportare la barra a dritta.

    Maman

Leave a Comment