Se sale l’Iva, siamo nella melma

ivadi ROBERTO BERNARDELLI – Già facciamo fatica ora a sopravvivere al peggior cuneo fiscale d’Europa e a crediti d’imposta che non vanno mai a credito, immaginiamoci lo sfacelo di un eventuale aumento dell’Iva. Sarebbe il colpo di grazia sulla spesa dei cittadini e la morte del Pil! Ma se Roma si piegasse al dicktat di Bruxelles di  alzare le aliquote, perderemmo a regime 8,2 miliardi di consumi. Imfatti secondo una simulazione condotta da Ref Ricerche per conto di Confesercenti, si tratta di circa 305 euro di spesa in meno a famiglia. Sul prodotto interno lordo, invece, l’impatto negativo ammonterebbe a -5 miliardi di euro.

 

Anche la Cgia di Mestre è contraria “all’aumento dell’Iva per finanziare la riduzione del cuneo fiscale. Questa operazione non sarebbe a somma zero” e con un “incremento di un punto di Iva dal 22 al 23%, ad esempio, una famiglia di 3/4 persone subirebbe un aumento di imposta di 100 euro all’anno che avrebbe delle ripercussioni negative sui consumi interni”.

Insomma, vedete voi in che melma fiscale la sinistra ha infilato il Paese… Lo Stato non fa altro che incassare tasse e negare la giustizia fiscale a chi lavora.

Print Friendly

Related Posts

2 Comments

  1. giancarlo says:

    Purtroppo per arrivare al DEFAULT dell’italia si devono fare dei passaggi obbligatori.
    Uno di questi è l’aumento dell’I.V.A.
    Gli altri non voglio elencarli perché farebbero paura anche al sottoscritto e quindi non voglio ricordarmeli.
    Siamo, come ho già scritto più e più volte, alla resa dei conti e quindi essendo i nodi arrivati al pettine, per scioglierli si dovrà peggiorare la situazione a scapito sempre del popolo.
    NON VEDO che la possibilità per il governo di cercare di tirare in là l’evento, ma prima o poi oltre all’IVA si dovranno intaccare ben altri diritti dei cittadini i quali alle prossime elezioni hanno il potere di bloccare l’andazzo europeista che ci porterà al disastro finale.
    Nel mondo ci sono 20.350 euro di debito a persona/vivente.
    Vedi : http://www.wallstreetitalia.com/bomba-debito-sta-per-scoppiare-nel-mondo-20-350-euro-a-testa/?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=Newsletter:+WallStreetItalia&utm_content=13-03-2017+bomba-debito-sta-per-esplodere-nel-mondo-20350-euro-a-testa+primo-piano
    Dove volete che vada il mondo…l’europa….l’italia ??!!
    WSM

  2. gian luigi lombardi-cerri says:

    Carissimo Bernardelli , come sei ottimista! Nella merda ci siamo già . E noi vecchi leghisti occupiamo addirittura sul fondo del barile!

Leave a Comment