SE LA LEGA NON DIFENDE PIU’ LE RAGIONI DEL NORD

di REDAZIONE

E’ sempre stato uno degli analisti più apprezzati dal popolo leghista: il prof. Luca Ricolfi, studioso del federalismo e federalista convinto, è stato autore di libri che venivano sventolati dalla Lega a sostegno delle proprie ragioni, vedi soprattutto Il sacco del Nord. Oggi su La Stampa il professore svolge un’analisi impietosa ma puntuale dell’involuzione del Carroccio.

Clicca sotto per leggere l’articolo:

RICOLFI, CHI DIFENDE LE RAGIONI DEL NORD

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. silvia garbelli says:

    Lucida e impietosa analisi dell’evoluzione di un partito che
    ha comunque perso per sempre l’ultima speranza ufficiale di illudere gli elettori. Almeno questo è chiaro, che Bossi resti o no.
    In effetti, altrettanto acuta e intellettualmente onesta è la riflessione su chi potrà assumere il ruolo di soggetto politico in sostituzione della Lega Nord, proprio nelle aree in cui i problemi mai da essa risolti si acuiranno via via che la crisi economica e la recessione avanzeranno.
    E questa è la vera sfida…

  2. Federico Lanzalotta says:

    infatti i primi provvedimenti della “nuova” lega dovrebbero essere l’immediata uscita di tutti gli amministratori di ente pubblico di nomina politica, ti ricordi Umberto il 1990?
    Secondariamente Los von Rom !!!!
    Dimissioni di tutti i parlamentari !!!!

  3. sandro Migotto says:

    Un bel libro “il sacco del Nord”, leggibile anche da non specialisti, quale sono io. E’ una delle poche persone di Sinistra che apprezzi per onesta’ intellettuale. Luca Ricolfi, una persona perbene.

Leave a Comment