Se la Germania ebraica invita a evitare la kippah

muro berlinodi REDAZIONE
Il presidente del Consiglio degli ebrei in Germania mette le mani avanti e dice: “Mai nascondersi per paura, ma non è ragionevole farsi identificare da malintenzionati”. In altre parole, mimetizzatevi, meglio evitare la kippah, in alcuni ambiti sociali.

Così il presidente del Consiglio centrale degli ebrei in Germania, Josef Schuster, ha messo in guardia la sua comunità anche sui rischi del copricapo che li identifica. Rinunciarci non è sbagliato, soprattutto in quartieri ad alto tasso di presenza musulmana.

“Gli ebrei non devono nascondersi per paura, e la maggior parte delle istituzioni ebraiche sono ben protette. La questione è però se sia effettivamente ragionevole lasciarsi identificare come ebrei, in quartieri problematici, con un’alta presenza di musulmani. O se sia maglio portare un altro copricapo”, ha detto Schuster parlando all’emittente radiofonica Rbb. Parole che non è riuscito a pronunciare, senza osservare di esserne a sua volta sorpreso: “Si tratta di uno sviluppo che non avrei immaginato cinque anni fa, ed è già un po’ spaventoso”.

D’altra parte gli attentati di Parigi hanno mostrato infatti che gli ebrei possono essere effettivamente un bersaglio del terrorismo islamico. Non è insensato non farsi riconoscere.

In Germania la comunità ebraica di Berlino era stata di recente stata costretta a camuffare un mensile gratuito per rispondere alle preoccupazioni degli abbonati, che temevano di essere riconosciuti come ebrei attraverso la rivista: si è così passati alla spedizione ma in busta chiusa.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment