Se è l’Ansa, e non la Lega, che informa il Senatur a settembre sulla decisione, presa a giugno, dal Senato, di essere parte civile contro di lui!

di BENEDETTA BAIOCCHIbossi salvini ultimo

Un po’ questo vizio Bossi ce l’ha sempre avuto. Non circondarsi di un ufficio comunicazione che, in tempo reale, lo informasse sui fatti e gli eventi. Lui, tanto, andava a naso. Però anche il mondo cambia, e anche il suo partito è cambiato, tanto che anche se in ritardo, questa volta la notizia che il Senato si fosse costituito parte civile contro di lui per lo scandalo dei fondi Lega, lui l’ha appreso da un’Ansa di metà settimana scorsa. Di più, pure l’Ansa dava una notizia già vecchia, perché il fatto risaliva al 25 giugno scorso. E nessuno glielo aveva detto. Macché. E sì che senatori ne ha la Lega a Palazzo Madama. Ha anche un vicepresidente. Il punto è che pure Montecitorio si è apprestata alla medesima decisione, ma mancava nel momento del voto il deputato leghista di riferimento.

Insomma, che agguatone! Anche perché non si ha memoria nella storia parlamentare, neppure durante gli anni bui di Mani pulite, di una decisione corale nei confronti di un politico macchiatosi di presunta mala gestio dei fondi pubblici ai partiti. Bella storia. Forse il vecchio caro Pci non ne ha combinata una più di Bertoldo?

I giornali, oltre a raccontare questo, si sono soffermati sulla solitudine di Bossi nel giorno del suo 74° compleanno. Ma tutto questo cosa può insegnare ai grande leader di partito? Un paio di cosette. Che non si baratta una rivoluzione per un autista. Che non si lasciano allo sbaraglio fino alla fucilazione i propri colonnelli. Che non si mandano al fronte a morire tutti i fanti semplici. Che un partito non può lontanamente immaginare ad una successione monarchica. Che non è rimasto più nessuno di fidato, perché lasciato spedire al confino. Che chi è rimasto ha usato il capo come merce di scambio per fare politica. “Volete liberare Gesù o Barabba”. Con le debite proporzioni, se fosse andata così?

 

Print Friendly

Related Posts

One Comment

  1. luigi bandiera says:

    GIOCO E’..!
    GIOCHIAMO A SCACCHI O AL POTERE..??
    GIOCHIAMO AL POTERE E NE SPUNTANO DI TUTTI I COLORI: ARCOBALENO, per capirci..!
    STAMPA LIBERA: SVEGLIAaaaa…!!!

Leave a Comment