Se a Radio Padania parlano di marziani e terroni e non di referendum

di TONTOLO

Qualcuno si è lamentato che la gazebata sul referendum veneto non abbia avuto il successo che ci si aspettava. In particolare una parte della base leghista ha osservato che la cosa non era forse stata pubblicizzata con la necessaria energia neppure sui media del partito. La radio – ad esempio – non avrebbe secondo qualcuno dedicato sufficiente attenzione alla manifestazione e alla sua importanza.

Non è una lamentela senza costrutto perché – sempre ad esempio – Radio Padania ha dedicato più minuti di trasmissione alle pirlate sugli Ufo che al Referendum sull’indipendenza del Veneto. Sabato scorso lo stesso conduttore (si fa per dire) ha parlucchiato dei gazebo e del referendum veneto per qualche minuto ed è poi passato – quasi senza interruzione – ai soliti deliri di “Padania misteriosa”. È abbastanza strano che Rpl sia il solo organo di comunicazione che dedichi tanto spazio a certe bischerate e che lo faccia con la pretesa che siano cose serie. Se ne occupa il solito Alfredo Lissoni (ma dove l’hanno trovato?), spocchioso e superficiale quando si parla di autonomia e indipendenza, ma serioso e accorato quando sproloquia di dischi volanti o quando fa del becero nichilismo anticristiano descrivendo la Bibbia come un fotoromanzo un po’ scalcinato, con tutta una serie di “autorevoli” ospiti, quasi sempre scrupolosamente meridionali. Roba da marziani e terroni insomma.

Come si può pretendere che Rpl faccia il lavoro che dovrebbe fare con lunatici del genere?

Quelle frequenze hanno visto fior di conduttori come Roberto Poletti, Rosanna Sapori o Roberto Ortelli. Magari criticabili ma palluti e capaci. Adesso c’è l’Alfredo Lissoni. Poi qualcuno si lamenta che in pochi vadano ai gazebo…. Forse firmeranno marziani e omini verdi?


Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

10 Comments

  1. Giovanni P. says:

    Quando il nord la smetterà di scaricare la loro immondizia industriale (e radioattiva) al Sud? Quel nord che racconta pubblicamente solo quello che gli conviene; quel nord che ha taroccato i libri di storia facendo credere che i piemontesi scesero al sud per liberarlo dalla borbonica tirannia… Quei piemontesi che furono paragonabili all’ISIS e ai nazisti; quei piemontesi che occuparono il sud provocando distruzione, violenze, stupri,deportazioni (vedi i lager dei Savoia). Quei piemontesi che hanno tolto la dignità al popolo del Sud Italia

  2. indipendentista says:

    Dopo aver depredato la Padania per 30 anni in Bellerio cercano terre vergini da saccheggiare e staranno valutando l’ipotesi Marte. Dopo ‘roma ladrona’ e ‘bruxelles ladrona’ tireranno fuori ‘il sistema solare ladrone’.

  3. Luca says:

    La trasmissione sui marziani mi mancava ahah. Imbarazzante

  4. som mb says:

    Tanto più che l’è minga un voluntarii, l’è un che ciapa danè per dir le pirlate in sò i marzian..

    Thanks Gordo, thanks Murell..

  5. ingenuo39 says:

    Sono d’ accordissimo sull’ indipendenza, ma con l’ esercito come la mettiamo?

  6. Bepe says:

    Heilà Tontolo, non ti hanno preso a Radio Padania che hai il dente così avvelenato?

  7. sandrone says:

    Quanto si ciuccia ogni anno Radio Padania in contributi statali?

  8. Una radio “da cortile” produce contenuti da cortile che volete aspettarvi di più?

Leave a Comment