Scozia, Sturgeon annuncia: secondo referendum per indipendenza. Londra non si metta di traverso

di ELSA FARINELLIvenetoscozia

Il leader del SNP Nicola Sturgeon ha avvisato i naviganti unionisti: nessuno si metta di traverso rispetto ad un secondo referendum per l’indipendenza della Scozia. Gli indipendentisti insomma ci riprovano e nel manifesto di miss Sturgeon per le prossime elezioni, il referendum campeggia al primo posto.

Va da sè che il primo ministro David Cameron abbia categoricamente rifiutato di prendere in considerazione un altro referendum per l’indipendenza e ha già affermato che quella del governo scozzese sarebbe una decisione unilaterale. Una consultazione sarebbe illegittima, per Londra. 

Ma parlando da Hong Kong la leader dello Scottish alla domanda se e quando sarà il momento del referendum, ha risposto: “Sarà , se e quando il popolo scozzese deciderà e  non un attimo prima “. Nessuna forzatura politica ma anche chiaro mandato dopo che il recente voto con l’elezione   di 56 parlamentari SNP non ha ” lasciato alcun dubbio sul desiderio della gente in Scozia per dare più potere al Parlamento Scozzese “.

Poi c’è la questione del referendum sulla permanenza della Gran Bretagna in Europa. Potrebbe voler uscire il Regno Unito ma non la Scozia, ad esempio! Oppure il contrario. Infatti “Il supporto per l’Unione europea è sempre stata più forte in Scozia che in Inghilterra negli ultimi anni. A maggior ragione gli scozzesi potrebbe rivendicare autonomia per essere indipendenti rispetto a qualsiasi decisione del resto del paese.

Fuori dalla Gran Bretagna, ma dentro l’Ue, da indipendenti. Poi, un accenno alla politica sociale sul rispetto dei diritti stabiliti dalla convenzione  europea dei diritti dell’uomo. “La Scozia a livello internazionale ha promosso un’azione positiva su questioni come il cambiamento climatico, la parità dei diritti e dei diritti umani”. Uno stato, insomma, come riporta la cronaca da Hong Kong di   Mark McLaughlin, cronista politico, Press Association Scotland, a tutti gli effetti già indipendente sullo scenario della politica estera.

Print Friendly

Related Posts

Leave a Comment