Scozia, nuovo sondaggio su indipendenza. Risultati il 30 novembre

Scottish First Minister Nicola Sturgeon and leader of the Scottish National Party (SNP) speaks at a press conference in Stirling on September 2, 2016.  Sturgeon launched a new survey on independence, saying the Brexit vote had changed the conditions that existed when Scotland voted against secession in 2014. / AFP PHOTO / Andy Buchanan

La Primo ministro scozzese Nicola Sturgeon ha lanciato  un nuovo sondaggio sull’indipendenza, convinta che la vittoria della Brexit abbia cambiato le condizioni che vi erano nel 2014 quando la Scozia votò contro la secessione da Londra. “La Brexit ha riportato sotto i riflettori la questione dell’indipendenza. Ci permetterà di riappropriarci del nostro destino”, ha detto Sturgeon ai deputati del suo Scottish National Party (Snp), partito indipendentista di cui è anche leader.

Sturgeon ha spiegato che il sondaggio sarà condotto via internet e dai membri del partito e che il suo obiettivo è ottenere l’adesione di 2 milioni di persone, pari a circa metà dell’elettorato. I risultati saranno resi noti entro il 30 novembre, giorno in cui si festeggia Sant’Andrea, patrono della Scozia. “Credo che sia giusto che il nostro partito ora guidi una nuova discussione sull’indipendenza. Sarà un nuovo dibattito non una riedizione del 2014”, ha sottolineato la premier scozzese. E se secondo un sondaggio odierno il no vincerebbe ancora sul si in un nuovo referendum, secondo Sturgeon il sostegno alla secessione aumenterà quando saranno chiari gli effetti della Brexit che minacciano di danneggiare anche l’economia scozzese. “Non intendo stare a guardare che questo accada senza combattere”, ha concluso Sturgeon.

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento