“Scomunicata” l’anima ambrosiana di Milano

santambrogio-01di MARIO DI MAIO – Non è una buona idea di sicuro quella di far rivoltare nella tomba per un mese S. Ambrogio, S. Carlo Borromeo e il cugino Federigo, al quale Milano deve i tesori della Biblioteca Ambrosiana.

Eppure dal 26 settembre al 24 ottobre la Comunita’ Pastorale “Paolo Vl” per celebrare il 500.mo della Riforma, ha organizzato una serie di incontri che si svolgono nel salone degli Archi della parrocchia di S. Maria Incoronata in corso Garibaldi.
Il titolo “illuminante” della manifestazione e’: “la Riforma una benedizione per la Chiesa”.
Il guaio e’ che agli esponenti luterani e valdesi impegnati nell’iniziativa si aggiungono Mons. Buzzi prefetto della Biblioteca Ambrosiana e il prof. Ernesto Borghi biblista e teologo cattolico di fama indiscussa.
Personalmente ritengo la manifestazione una inequivocabile sconfessione della Milano di Ambrogio, dottore della Chiesa, che ha saputo salvare dall’ eresia degli ariani.
Ambrogio gli eretici li combatteva con ogni mezzo e non ci andava certamente insieme a colazione….
Quest’anno ricorre anche il centenario delle apparizioni di Fatima. E quanti convegni di studio a livello “alto” la Comunità Paolo Vl ha saputo organizzare in citta’ per celebrarlo adeguatamente?
Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment