Scenari economici: Esplodono le piccole patrie d’Europa

Cari amici

uno dei mantra europeisti è che l’Unione assicura la stabilità e l pace. In realtà , se esaminiamo i  fatti, l’Unione, tramite il depotenziamento degli stati nazionali, ha dato il via ad una serie di conflitto e rivendicazioni locali e localistiche che prendono sempre più piede e possono portare a conflitti anche accesi. Basta ricordare quello che accade fra Spagna e Catalogna, o le rivendicazioni Scozzesi, ma, in realtà il problema è molo più vasto.

Ecco , grazie a Zerohedge, una mappa dei movimenti separatisti in Europa. In corsive i movimenti che desiderano una autonomia amministrativa, in carattere normale quelli che desiderano un’indipendenza completa e formale.

Abbiamo anche casi ormai a livello militare, come il Donbass , però le rivendicazioni, per ora non violente, sono molto diffuse. La Spagna letteralmente scomparirebbe, l’Italia sarebbe fortemente penalizzata, ma perfino la Francia ha dei movimenti antiunitari forti.

Del resto quando si umiliano i poteri nazionali e si cerca se non la sostituzione, l’annacquamento etnico, questa è la risposta delle comunità.

 

da https://scenarieconomici.it/esplodono-i-localismi-un-effetto-dellunione-europea/

 

Print Friendly

Related Posts

2 Comments

  1. giancarlo says:

    Carlo Cattaneo la sapeva lunga su questo tema.
    Egli aveva capito che mortificando o cercando di annullare le varie identità nazionali esistenti al momento dell’unificazione la cosa avrebbe avuto vita difficile e alla fine sarebbe implosa su sé stessa.
    Ecco che ci siamo. L’italia è sull’orlo del baratro, già fallita tecnicamente, ma non ancora nei fatti.
    Al contrario un’italia che fosse nata federale oggi, come si suol dire, avrebbe mangiato i spaghetti in testa a tutto il mondo….e non esagero.
    Invece oggi siamo alla frutta e probabilmente alla resa dei conti…che non tornano più.
    Se penso a cosa mi hanno fatto studiare a scuola e poi in età matura scopro di non essere italiano ma Veneto e che avevo una Patria millenaria etc..etc.. allora andando a ritroso scopro anche che il Regno di Sardegna, poi diventato Regno d’italia..si era indebitato talmente tanto per sostenere le guerre di conquista fatte nella penisola che subito dopo l’unificazione il massacro degli “italiani” con tasse e tasse iniziò da allora e tutt’oggi prosegue inarrestabile. I politici tutti continuano a dire che bisogna abbassare le tasse che sono tantissime e in ogni luogo…..ma sanno benissimo che per farlo devono dimezzare i costi della politica, dei ministeri, degli enti inutile, eliminare scandali e ruberie etc..e.tc..etc..
    Al contrario tirano in lungo e a campare finchè possono per vivere al di sopra delle possibilità che oggi il paese può permettersi.
    Le zecche..certi parassiti sono difficili da debellare o staccare quando ti si appiccicano addosso, ma alla fine dovranno soccombere (metaforicamente scrivendo) per troppa ingordigia, demagogia ed anarchia nei confronti degli italiani tutti.
    Ho i miei dubbi che la baracca italiana ed anche quella europea possano sopravvivere nel prossimo decennio. Hanno potuto rubarci le nostre monete ed i nostri debiti pubblici che prima erano nelle nostre mani. Oggi tutto è nelle loro mani e tra non molto cercheranno di eliminare anche le monete, qualsiasi esse siano in tutto il mondo per renderci schiavi del sistema mondialista nelle mani di menti delinquenziali le quali pensano solo al loro profitto e sguazzano nel caos da loro stessi creato.
    La truffa della moneta unica sta nel fatto che non sono più le banche centrali dei singoli paesi a battere moneta, ma la BCE la quale assieme al FMI prima o poi presenteranno il conto dei debiti sovrani….è inevitabile…..ma allora cosa aspettano ??…..
    WSM

    • Castagno 12 says:

      ” …. MA LA BCE… “.
      Ma la BCE non è un fantasma, nè un palo della luce.
      E’ un agglomerato di BANCHE CENTRALI PRIVATE dei vari Paesi dell’Ue, i cui azionisti sono PRIVATI.
      Per BANKITALIA gli azionisti sono italiani e stranieri che siedono al banchetto delle entrate costituite dalla gestione del Signoraggio.
      E Bankitalia, con la partecipazione del 14,57% nella BCE, dove ripone gli utili derivanti dalla emissione di valuta ?
      Guarda un paio di video del blog del giornalista Stefano Salvi..
      Ascolta, prendi nota e informa. Chissà ! Grazie

Leave a Comment