Sardegna: il primo passo è la “non dipendenza” dallo Stato

di REDAZIONE

 “Il primo passo da compiere e’ quello verso una situazione di non dipendenza”. Lo ha detto il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, intervenendo al XXXII Congresso nazionale del Partito Sardo d’Azione, oggi a Cagliari. “Per poter parlare di indipendenza – ha aggiunto il presidente – occorre prima emancipare la nostra isola da quel sistema delle decisioni calate dall’alto, che per decenni ha compromesso le nostre possibilita’ di sviluppo e ridotto a mere e benevole concessioni i diritti dei Sardi. Per questo – ha aggiunto – voglio raccogliere il forte appello all’unita’ dei Sardi che giunge da questo congresso per perseguire obiettivi comuni”.

”Insieme – ha proseguito Cappellacci – abbiamo combattuto battaglie appassionanti e di rottura, come quella contro il nucleare e come la flotta sarda, che ci hanno visti contrapposti a poteri molto forti politicamente ed economicamente e a piu’ governi di diversa estrazione politica. Questo stesso spirito deve essere alla base di un’azione che in una situazione straordinaria, in cui viene sferrato un attacco senza precedenti all’Autonomia dei Sardi, prima ancora che a quella dell’istituzione regionale, deve rappresentare una risposta determinata e coraggiosa nei confronti dello Stato”.

”Una risposta necessaria – ha continuato il governatore – in un momento in cui la dialettica con il Governo si consuma piu’ dinanzi ai giudici costituzionali che in sede politica e in una fase in cui perfino la nostra sacrosanta battaglia per il riconoscimento delle Regioni intermedie, finalizzata a evitare che la Sardegna perda centinaia di migliaia di euro di fondi europei, mentre incontra consensi da parte della Commissione Europea, trova l’inspiegabile opposizione del governo italiano”.

”Su questi obiettivi – sostiene Cappellacci – non solo dobbiamo unire i Sardi ma dobbiamo essere capaci di stringere alleanze forti, come quella ci unisce alla Catalogna nella conferenza delle regioni periferiche e marittima dell’Unione Europea sui temi dell’energia dei trasporti”. Leggendo una dedica del capogruppo del Partito Sardo d’Azione, Giacomo Sanna, sull’indipendenza: “Ha bisogno di tutti i Sardi. Incomincio da te”, il presidente ha concluso: “Io c’ero nel 2009 e ci sono ancora oggi per rilanciare una battaglia che veda al primo posto l’interesse dei Sardi”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment