“Sarà 3 volte Natale e festa tutto il giorno”, tra l’Altare e l’usura di Stato bancaria

buonnatale1di STEFANIA PIAZZO – Riconciliazione. Il Natale spesso lo è. Una festa in cui riconciliarsi con se stessi, con il tempo  che non dedichiamo a noi stessi, alle persone che amiamo, ai nostri sogni. Questo è l’augurio che faccio e che rivolgo a chi, dall’editore ai collaboratori, rendono possibile questa impresa impossibile di una stampa libera, che ha voglia di parlare dei guasti, tanti, e delle cose belle, poche, che subiamo e abbiamo.

In questi giorni il governo è tutto un turbine di approvazioni e tagli di nastri. Ma certo, sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno, il decreto è pronto per la fine dell’anno. Bisogna credere che tutto vada bene. Invece non si muove nulla. Anzi, perché no, di cose in movimento ce ne sono…

La vicenda di Banca Etruria ma anche di tutto il sistema, marcio, del credito, non propone nulla di nuovo anche se lo scossone è stato gigantesco. Morti e feriti. Tutti sapevano, nessuno sapeva.

Un paio di anni fa bastò che Monti scontasse l’allora Imu ai beni della Chiesa, per meritare una ovazione pubblica su Osservatore Romano e Avvenire. E oggi, la Chiesa, con chi sta? “Se in passato è stata possibile e reale l’alleanza tra il trono e l’altare e da essa sono oltre tutto scaturiti frutti non disprezzabili per la civiltà europea, riesce davvero difficile immaginare un’alleanza, non fattuale ma di principio, tra l’usura e l’altare, perché di questo, alla fine si tratterebbe”, scriveva di recente il prof. Giuseppe Reguzzoni commentando gli scivoloni della curia romana.

Ma tutto è possibile. Il mondo che viviamo è quello in cui prima viene la finanza e poi il lavoro, prima viene l’economia e poi l’uomo.

Si chiama anche potere dell’usura globale. Non ci credete? Ma come, non viviamo forse in un mondo in cui la moneta è l’euro, moneta senza uno Stato? E non è artificiale lo Stato che governa?

Il primato della moneta, degli scambi, del liberismo esasperato usato come solo termine di paragone per indicare il parametro della bravura, la cosiddetta concorrenza in cui all’apparenza vincono i più bravi, non sono forse usura che crea disoccupazione, povertà, emarginazione? Non siamo anno dopo anno sempre più poveri e aggrappati alle pensioni dei nostri genitori?

 

Le banche che truffano e i poteri di controllo  che non controllano, le gerarchie della burocrazia che mangiano i soldi cercando gli appalti più scadenti, la mafia che è padrona della politica, la politica che si fa collocando negli consigli di amministrazione degli enti gli uomini dei servizi, l’apparato che para il culo al politico per riconoscenza…. non sono tutto questo usura di Stato? E l’Altare? Fa la sua parte. La Chiesa cattolica, Romana, ha dato di che scrivere.

Noi festeggiamo il Natale, innanzitutto con la nostra coscienza. Scriveva il cardinale Neweman” “Certamente se sarò costretto a coinvolgere la religione in un brindisi al termine di un pranzo, brinderò al Papa – se vi farà piacere -, ma prima alla coscienza, e poi al Papa”. Sante parole.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Buon Natale e Felice Anno Nuovo carissima Stefania, e per domani Buon Onomastico… Ho in casa una Stefania per cui…

    Per il tuo articolo non so che dire, e’ talmente sempre piu’ lampante che siamo sotto scacco della BANDA DEI QUATTRO che fare gli osservatori dei fatti quotidiani ci porta a ripeterci all’infinito.
    Per me va bene perche’ leggere i tuoi e gli altri articoli sebben ripetuti come se fossero raffiche di mitra, mi tira su. Mi tirano su perche’ penso che non tutto e’ perduto e che c’e’ gente al mondo che vede quel ce io stesso vedo.
    Si, certo. Ci si esprime in modi differenti ma i sensi spesso coincidono e fa ben sperare..!!
    Dobbiamo volenti o dolenti focalizzare quale e’ il NOSTRO NEMICO..!
    Solo per combatterlo e non per vantarci di averlo scoperto..!
    Sta, lo noto bene, riorganizzandosi e armarsi in tattiche e armi molto sofisticate.
    Dobbiamo essere pronti a fargli fronte…
    Certamente molti non ci credono a queste cose e stanno perdendo, per l’appunto.
    Ben, detto cio’ si spera molto al disincanto di massa: quando l’acqua arriva alla gola, forse, ci si disincanta per forza..!
    Come faceva la mia povera nonna -CO E CIOCHE-.
    Esse erano galline che covavano sempre e senza motivo… cioche erano.
    Cioco = ubriaco… cioca = ubriaca…
    Cosi’ le prendeva per le gambe e poi per la testa e via sott’acqua nel tino per circa 5minuti… e piu’ volte.
    Ripetutamente lì dentro e fuori e queste CIOCHE perdevano il vizio di covare per nulla.
    Il “metodo” che serva adottarlo con i padano_alpini..??
    Sai, a volte mi sembrano tutti ciochi o ubriachi di trikoglionite. Beh, la KST che compito ha se non quello di renderci CIOCHI TUTTI..?
    An salam

  2. Giancarlo says:

    BUON NATALE Stefania Piazzo,
    come sempre dici delle verità che sono sotto gli occhi non di tutti ma solo di coloro che ancora riescono a vedere nella nebbia italica perché pensano e ragionano con la propria testa e non si lasciano comprare il cervello da spot, lusinghe, proclami , propagande varie e via dicendo.
    Quando facevo il dirigente e successivamente l’imprenditore ho dovuto ingoiare molti rospi da parte delle banche e dei loro protettori. Se non sei del giro…..cioè non hai protezioni politiche sei un naufrago in mezzo al mare in cerca di qualche pezzo di legno a cui aggrapparti, oppure una zattera o una barca a seconda di quanto chiedi o di quanto proponi o di quanto sei disposto a pagare per ottenere quello che sarebbe normale ottenere…. Invece vedi personaggi che dall’oggi al domani riescono a sviluppare la propria industria o la propria attività in tempi brevissimi e con eclatante sviluppo d’affari. Mistero ? Miracolo? Bravura? Competenza? Savoir faire? No, niente di tutto questo, solo che questi personaggi sono legati a doppio filo con la politica….un qualsiasi partito, tanto per essere chiari, ed ottenre dal direttore di banca di turno una valanga di soldi senza tante garanzie come invece chiedevano a me…..fossanche dovergli concedere ipoteche su ipoteche……….ciò avveniva ancora 45 anni or sono e poi via via il tempo passava è stato sempre peggio. Non vado oltre per amore cristiano.
    Dunque che il sistema bancario sia sempre stato marcio è la semplice verità sa sempre. Oggi invece oltre ad essere marcio e diventato sistema consolidato per rubare soldi ai cittadini e ciò deve essere fermato.
    Ma, come sempre gli interessi incrociati Politica/banchieri/Giustizia/Finanza vanno a braccetto, anzi che dico, sono ormai talmente avvinghiati tra loro da diventare quasi impossibile districare la matassa diventata enorme per dimensioni e pesantissima per la società tutta.
    Lo scandalo delle 4 sorelle banche tutte in zone “rosse” non avviene per caso, come per il MPS è tutto finalizzato a finanziare e sostenere il PD senza che questi sia mai riuscito ad avere al suo interno quei anticorpi necessari perché un partito possa essere ritenuto sano e votato al bene comune.
    Così non è e non sarà fino a che l’italia non sprofonderà nei fallimenti, nei salvataggi e nel frattempo la botte a forza di buchi aperti e poi chiusi e poi riaperti non si resterà completamente vuota.
    Allora sarà la fine dell’italietta che sbraita bene e magna tanto e continua a magnà, continua a votà e continua a morire di sé stessa perché troppa gente non ragiona con il proprio cervello ma ragiona come quello, se ne ha uno di cervello, del partito di riferimento.
    Di più cosa si può dire gentile Piazza se non che lei scrive cose sacrosante, ma che in realtà sono ancora peggiori di quanto ci si possa immaginare o scrivere!!?
    BUON NATALE e sono “quasi” sicuro che i prossimi saranno peggiori di questo !!!
    WSM

  3. caterina says:

    seguendo le ideologie del secolo scorso, anzi già dell’800, e i loro santoni esotici e nostrani siamo arrivati al marasma totale del mondo attuale.
    Non c’è salvezza se non si torna ai fondamenti della nostra coscienza per ridare senso a una vita civile e ricostruire le basi di un progresso vero.
    Quanti più ne siamo consapevoli, tanto più possiamo sperare in un domani migliore.

  4. Renzo says:

    Grazie Stefania !
    Buon Natale Cristiano !

Leave a Comment