Salvini: la Lega Lombarda appoggia CoLoR44

di REDAZIONE

La Lega è stata finora freddina verso la raccolta firme indetta da CoLoR44, il Comitato che punta a riproporre in Lombardia la Risoluzione 44 che in Veneto ha aperto la strada verso il referendum consultivo per l’indipendenza, il cui progetto di legge sarà votato domani in Consiglio regionale. Testimonianza diretta di chi ai banchetti raccoglie le firme prova che i militanti leghisti aderiscono entusiasticamente, mentre la dirigenza, quando capisce di che si tratta, tende a sottrarsi. Ora la Lega lombarda scioglie gli indugi e, per decisione del prorpio Consiglio nazionale, dà mandato ai sindaci leghisti e agli aministratori  in minoranza di votare e far votare dai rispettivi consigli comunali  delibere di appoggio al documento di ColoR44.

Lo ha dichiarato Matteo Salvini, segretario della Lega Lombarda e vicesegretario nazionale, intervenendo ieri a Domaso al convegno, organizzato dal Movimento Giovani Padani,  cui sono intervenuti anche il prof. Stefano Bruno Galli, il prof. Claudio Borghi e il direttore de L’Indipendenza, Gianluca Marchi, sul tema: Giovani, Europa e Indipendenza. Il dibattito è stato moderato dal direttore de L’Intraprendente, Giovanni Sallusti. (Su L’Indipendenza sarà pubblicato nelle prossime ore un resoconto del dibattito).

Intanto Umberto Bossi ha fatto partire il suo siluro verso la candidatura di Salvini a segretario federale. Per non parlare di Flavio Tosi, con il quale il Senatur ha un conto aperto e ormai scende a livellimolto personali per attaccarlo (“Le donne ti son sempre piaciute, non dirmi che sei diventato come Tosi”. Questo il siparietto sul palco della Festa dei popoli padani tra Umberto Bossi e Roberto Calderoli dopo che quest’ultimo pur definendo Berlusconi “simpatico” aveva mosso come unica critica al Cavaliere quella di aver omologato con le sue televisioni i gusti degli italiani, introducendo come modello per gli adolescenti ragazze vestite come le Veline o personaggi con la cresta come Balotelli. A questo punto Bossi ha preso la palla al balzo prendendo il microfono, ironizzando sui presunti gusti sessuali del sindaco di Verona Flavio Tosi).

“La qualità che deve avere il nostro segretario deve essere la capacità di tenere insieme la Lega e chiunque fa casino non va bene”. È quanto dichiarato dal presidente della Lega nord a margine del suo comizio per la Festa dei popoli al Pian della Regina rispondendo a chi gli chiedeva se il segretario lombardo Matteo Salvini avesse le qualità per diventare segretario del partito in occasione del prossimo congresso del Carroccio. Quanto all’altro possibile candidato Giancarlo Giorgetti, Bossi ha risposto: “È un bravo figliolo”. In conclusione il presidente della Lega ha sottolineato che per il congresso “non si possono dire i nomi è la gente che viene che decide chi fa il segretario. È sbagliato fare nomi”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

32 Comments

  1. GeertWilders4president says:

    Speriamo che la Lega Nord si limiti a sponsorizzare. Questo color 44 è un bel progetto, io sono stata tra le prime a firmare e mi pare che rispetto ai vecchi (farlocchi) progetti di secessione, questo è serio e portato avanti con costanza.

    I ‘mai con la Lega’ possono essere momentanei, ma poi ragionano sul lungo termine. E Color44 ha già detto più volte che sta al di fuori delle fazioni politiche (destra, sinistra, FI(PDL), Lega, PD…)

  2. berghem says:

    Condivido quanto scritto da Giuliano

  3. Silvia says:

    Per quel che può valere la mia opinione e cioè zero, firmate, Lega o non Lega, Salvini o Maroni non importa. Firmate e fate firmare a parenti, amici, conoscenti spiegando le ragioni di questo comitato. movimenti indipendentisti lombardi, se il vostro scopo non sono solo le cadreghe in attesa che qualcuna della Lega si liberi, se veramente siete coerenti nello spirito dell’autodeterminazione della vostra gente, firmate. Sono passi, passettini, tentativi ma chissà..
    In bocca al lupo

    • giorad says:

      Brava Silvia, forse ci vuole una donna per mettere un po’ di sale in tante zucche vuote, o meglio piene di odio verso la Lega.

      Ma siate seri – come diceva Totò e ribadisce Silvia.

      Se me la dà pure, che dico, un puffone come Dalema l’ indipendenza, la prendo eccome. A caval donato…

      E non ditemi che tutto salta solo perchè ci si mette di mezzo la Lega. Magari, si mettessero di mezzo veramente ( e non per finta, come temo) – raccoglieremmo subito decine di migliaia di firme e, allora, lo vorrei vedere il leghista Bobo a non concederlo, sto c***o di referendum.

      • Silvia says:

        La ringrazio, Giorad, ma io non mi fiderei tanto di D’Alema, cmq, vi prego: non chiamate più militonti chi crede e ha creduto nella lega, un pò di rispetto nei loro confronti…a loro, non ai magna-magna del Movimento. Lo chiedo io che non ho mai votato questo partito ma mi dà fastidio, come la discesa in campo del sig. Berlusconi: una catastrofe (programmata?) per impedirci di liberarci da questo stramaledetto Paese.
        P.s.: tempo fa ho assistito ad una delle ultime interviste a Paolo Borsellino (o era l’ultima?) dove nel suo famoso libretto (mai ritrovato) era annotato il nome di Berlusconi. Non temo calunnie, nè diffamazioni in quanto ci sono i video. Verba volant, scriptum manent (forse).
        Non identificatevi in questo o quel partito, ponete come vostro primario obiettivo l’autodeterminazione vostra e della vostra gente.
        Questo vale anche per i votanti del Mov.5Stelle, Democratici…non fatevi abbindolare da chi fra pochi anni avrà un vitalizio assicurato a differenza di voi.
        Saluti

  4. Giuliano says:

    Ragazzi…. sono un consigliere comunale della lega, ho firmato subito per color 44 e, insieme alla mia sezione vorremmo presentare la mozione in consiglio comunale. Cosa devo fare??? Non la presento perchè sono leghista e a voi non sta bene??? O forse sarò criticato perchè la presenterò sotto il simbolo lega? Fatemi capire, perchè siamo ancora in tanti leghisti a volere la secessione, l’autonomia o qualsiasi cosa ci tolga questo cazzo di stato italiota!!! La lega è ancora l’unico movimento che detiene dei secessionisti al suo interno e gran parte di questi hanno già firmato per color 44. Vi facciamo così schifo se vogliamo la stessa cosa? Un consiglio: lasciate perdere la dirigenza, la vera lega è la base e la base siamo noi Lombardi incazzati . Dai ragazzi! Continuiamo così, uniti e… per la Lombardia!!!

  5. Lombard says:

    continua lo sputtanamento del tema indipendenza da parte della lega nord che TUTTO quello che ha trattato è diventato MERDA.

    Secessione, federalismo, cultura e storia dei popoli padani tutti diventati barzellette per chi non è leghista.

    MA SE MARONI HA FIRMATO LA PETIZIONE VUOLE IL REFERENDUM NO? PERCHE’ NON LO INDICE??? RISPONDETEMI CARI COLORATI MILITONTI

  6. Vittorio S. says:

    Questo dimostra che la Lega è ormai cotta. Sono bastate alcune decine di entusiasti indipendentisti fuori da ogni partito per obbligarla a buttare via la macroregione e adottare la via indipendentista su base regionale. E ora Maroni che farà? Certo che si trova nei guai… Ottimo, comunque. Avanti così. Lombardia libera.

  7. AUVERNO says:

    Vabbè, ci risiamo…

    Attendiamo rassegnati qualche mese di speranzose sbrodolate sulla “Lega di Salvini”.

    Per pietà… non più di una al giorno!!! Per il resto continuate pure a scrivere di cose serie.

  8. Giovanni says:

    Prendiamo atto, un passo verso la direzione giusta.
    Segno che il percorso iniziato tempo addietro da questo giornale, per informare ed aprire il dibattito sulle tematiche autonomiste/indipendentiste poco alla volta sta dando i suoi primi piccoli frutti.
    Se si vuole raggiungere un obiettivo ambizioso come quello catalano, dobbiamo ottenere la massima partecipazione, quella di un intero popolo.
    La voglia di tirare le orecchie, anche qualche pedata, da parte di tutti noi autonomisti verso la dirigenza leghista è comprensibile visto le grandi attese riposte negli anni passati verso l’allora movimento, non nascondo il desiderio e la speranza che si riesca nel tempo ad guarire le dolorose ferite aperte in questi ultimi anni.
    Rendiamoci protagonisti incalzando con questo dibattito tutti, leghisti e non.
    Chi poi si aggrega ben venga!
    Un sincero ringraziamento al direttore Marchi e ai suoi collaboratori per l’impegno e l’energia profusi per tenere vivo il nostro sogno

    • giorad says:

      D’accordo.

      Qualcuno sa esatamentequante firme raccolsero, e in quanto tempo, in Veneto, prima di portare la mozione all’esame-attenzione del consiglio regionale?

      • Adriano Giuliano says:

        Sarà dura per noi veneti, avendo quel partito nazista che si definisce “DEMOCRATICO” che non si presenterà neanche in aula, avere la concessione del referendum avendo il governatore leghista e tanti consiglieri.
        Voi in Lombardia siete pieni di meridionali che sono molto identitari, quindi contrari all’indipendenza.
        Comunque mai disperare.

      • Claudio Franco says:

        Circa 18-20000. Non ne servono tante. E’ più la pressione politica che si crea che muove il tutto. Consiglio Comunale e Provinciale dietro l’altro, la forza si fa sempre più travolgente. Finirà come in Catalogna, dove è il popolo stesso a dare i tempi dell’indipendenza.
        Lombardia Indipendente!

  9. Bonnie Blue Flag says:

    Il discorso non è Lega con o Lega senza. Spiace, ma senza sorpresa, constatare come la Lega aderisca al progetto solo DOPO aver visto che i suoi militanti se ne fregavano delle indicazioni e firmavano, quindi si è adeguata. Opportunisti senza idee e soprattutto falsi indipendentisti. Si sono fatti sfanculare anche dai catalani.

  10. Teresa says:

    quando la lega non si interessava tutti contro la lega, ora che la lega pubblicamente appoggia allora di nuovo tutti contro la lega. ma fondamentalmente checacchivenefrega!?

  11. Gianfrancesco says:

    freddina è un eufemismo, a parte il bresciano e l’enclave indipendentista di Spirano (Bg), dove hanno già approvato la mozione.

    Cmq meglio tardi che mai.

  12. giancarlo pagliarini says:

    Concordo: era ora. Meglio tardi che mai!

  13. Silvia says:

    Stendendo un velo pietoso sulle battute di Bossi e Calderoli, in Sud-Tirolo come ha spiegato Oneto la Lega sostiene un partito patriottico-fascistoide, in Friuli non sapendo più che pesci pigliare due (ex?) consiglieri leghisti sotto inchiesta per le solite piccole appropriazioni indebite, si sono parcheggiati nel gruppo misto meditando di fondare un nuovo partito autonomista (sic). Povero nuovo futuro segretario della Lega, altro che Costa Concordia da tirar su (con tutto il rispetto per le vittime di quell’orrenda tragedia). La nave Lega che veleggiava verso gloriosi orizzonti sta sprofondando negli abissi della fossa delle Marianne. Chi è stato lo Schettino/i accompagnati dalle moldave di turno che causato tutto questo?

  14. maumi says:

    Sono alla ricerca del consenso

  15. Luigi says:

    A Domaso per rendere onore a Miglio, pur sapendo che se fosse in vita li prenderebbe tutti a calci nel sedere. Sono senza vergogna. E poi Salvini che appoggia una proposta. Basta questo per ridicolizzarla.

    • giorad says:

      Ecchettepareva… preferiamo l’indipendenza con Salvini o continuiamo così senza Salvini?

      • Pronti ad accogliere a braccia aperte anche Vendola, Landini, Fiore, Fassino, Tabacci, Fini, Bertinotti, ecc. pur di raggiungere l’indipendenza.

        • Gianfrancesco says:

          a me va bene anche il lupo mannarro, frankestein e dracula basta che firmino per color 44, vado io a raccogliere le loro firme senza paura.

          cmq dire che la proposta diventa ridicola perchè l’appoggia salvini è una gran bella cazzata, anche 2+2=4 diventa ridicolo se Salvini condivide?????

          Ma per favore, le proposte si valutano nel merito non per quelli che le appoggiano.

    • giorad says:

      Sottoscirvo, pur non essendo leghista militante…. Adesso temo la schiera dei Signor NO – quelli che … Tutto, ma mai non con la Lega.

      Il fine giustifica i mezzi. (In effetti dovremmo allearci, per color44, nonsolo con la lega ma anche con chi ci sta entro, e mi turo il naso, PD e PDL.)

Leave a Comment