Salvini e la Lega sbarcano in Sicilia, ma ne vale davvero la pena?

di TONTOLO

Molti di voi lettori già la sanno, ma leggiamoci questa notizia:

Sbarcherà lunedì 5 maggio sulle coste siciliane, ad Augusta, uno degli approdi dei barconi dei disperati, per sollevare il popolo siciliano contro l’immigrazione clandestina e contro l’euro «che uccide la nostra economia». Il segretario della Lega Matteo Salvini va alla conquista del Sud, convinto che la crociata del Carroccio contro euro e clandestini, ‘arma finalè della campagna elettorale per la battaglia di Strasburgo, possa raccogliere consensi anche nel profondo Sud. «Per la prima volta -dice il leader del Carroccio all’Adnkronos- sbarchiamo in modo massiccio al Sud per dire di no all’euro e ail’invasione dei clandestini Noi non ci stiamo e vogliamo dare voce ai siciliani, ai calabresi, ai campani e ai pugliesi che non ci stanno. E se serve la Lega per svolgere questo compito, mi metto senz’altro a disposizione». La prima tappa della Campagna del Mezzogiorno di Salvini è dunque Augusta, per un incontro pubblico. In quell’occasione, il leader leghista ribadirà la volontà della Lega di raccogliere le firme per un referendum con l’obiettivo di reintrodurre il reato di immigrazione clandestina. «E già che ci siamo -aggiunge- raccoglieremo le firme anche per un’altra consultazione referendaria, questa volta contro la legge Fornero».

Mah, lasciatemi dire che rimango perplesso… Io che son Tontolo ma non tontolon, posso capire cheil buon Salvini batta tutte le strade per portare a casa la sopravvivenza del suo movimento, che vuol dire superare il 4% alle Europee. Diversamente la Lega si squaglierebbe definitivamente e accuserebbero lui, rimasto col cerino in mano, di essere il responsabile della fine di una storia quasi trentennale. E tuttavia già qualche esperienza del passato di discesa al Sud mi fa pensare che gli entusiasmi accesi in campagna elettorale poi si infrangono  al momento del voto, perché in Meridione le logiche sono troppo diverse. E in più c’è il rischio che questa discesa in “Terronia” rischi di disamorare qualche padano di troppo. In genere i partiti territoriali restano a casa loro, i catalani non sono mai andati in Andalusia a chiedere consensi. Ma è anche vero che l’Italia è una robaccia strna: staremo a vedere… ormai manca meno di un mese.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

14 Comments

  1. Turd says:

    Il sud risponde se c’è un progetto serio e non milanocentrico. Da Roma in giù si sono avuti risultati solo quando i leghisti locali hanno avuto vera libertà di azione

  2. Luca says:

    Salvini ancora peggio di Bossi.

  3. Ric says:

    Si sfalda la poca consistenza di una idea , si sfalda quando non ci sono vere motivazioni , si sfalda quando prevale il successo personale di pochi , si sfalda quando l’illusione presuntuosa non convince , si sfalda senza preparazione adeguata, si sfalda senza desiderio ardente , si sfalda se si sceglie Berlusconi come alibi e non come risorsa : ” gli Italiani sbagliano a votare ! ” è vero anche per gli indipendentisti .

  4. ugo says:

    sempre i soliti commenti,triti e ritriti la lega è già morta ,la lega si è venduta , chi vota lega non capisce nulla ecc. ecc.Ma permettetemi ,se non condividete nulla della lega perché continuate a parlarne ? Se sparirà meglio per voi sarete contenti e i problemi saranno risolti ,o no?Portate avanti le vostre idee ,attirate consensi alla causa ,fate come se la lega non esistesse.,risparmiate cioè energie per quello in cui voi credete. SINCERAMENTE certi commenti alla lunga stufano .MENO CRITICHE Più PROPOSTE.GRAZIE.

    • gianluca says:

      condivido in pieno

    • Unione Cisalpina says:

      … della serie “non disturbate il guidatore” …

      Ugo… tolgano dallo statuto “x l’indipendenza di Padania” e non tentino di gabbarci kon le loro bugie indipendentiste e prometto ke, xsonalmente, non li kago + kome non lo faccio x Sforza Itaglia CCC PDC CDU DPC UDC CCD etc.

  5. Rtg says:

    Queste incursioni al Sud non mi convincono per niente,
    Il Sud sa da tempo come difendersi dall’omologazione
    mondiale e lo sta dimostrando ogni giorno.
    Dovrebbe invece lavorare di più sulla radio, ora sembra
    la radio dei paninari milanesi privi di arte e di parte,
    fatta eccezzione la rassegna stampa, s’intende.

  6. Marco says:

    Staremo a vedere? Non c’è bisogno di aspettare. La lega prenderà più voti della volta scorsa (on ci vuole molto) e Salvini si vanterà di aver rivitalizzato la Lega. Poi anche “basta euro” svanirà come la macroregione e il 75% della tasse in Lombardia perchè questi slogan servono solo a raccattare voti. Fino al prossimo slogan. Poi alle politiche si alleerà ancora con il Berlusca per salvare le poltrone. Famiglia, parenti e amici erano tutti leghisti. Non ne è rimasto uno. Contenti loro.

  7. Unione Cisalpina says:

    magari …
    i cisalpini xò sono testardi … non mollano … abbokkano sempre !

    lo slogan ora sarà
    roma ladrona … bruxelles cialtrona e milano terrona …
    wiwa la lekka nodde italo_pelasgika…

    kon buona pace di Marchi, Oneto e leghisti konvinti ke i manovratori del karretto (karroccio) vogliano e cerkino la nostra indipendenza, sovranità e libertà

    • gianluca says:

      noi dormiremo in pace e tu sarai contento

      • Unione Cisalpina says:

        purtroppo… Marchi … kontento proprio non sono … direi dispiaciuto (x la notevole mole di impegno, sakrificio, passione e dedizione ke mettete nella kausa indipendentista) …
        so ke abbiamo la stessa meta, ma perkorriamo due strade diverse … divergenti … a volte addirittura antitetike…

        konfrontarsi e skontrasi è komunkue utile…

  8. Boniver says:

    Anch’io sono molto curioso di vedere quanti voti prenderà la LN al centro-sud

    cioè di vedere il prezzo che Salvini riceverà x avere venduto l’anima indipendentista della LN al diavolo.

    L’art. 1 dello statuto LN-LV, che Tosi e Salvini hanno ormai definitivamente svenduto in cambio di …?

    …. secondo me resteranno con un pugno di cenere e si presume che dopo spariscano x sempre di scena

Leave a Comment