Salvini domani va al Sud a cercare voti per le europee

di TONTOLO

La Lega Nord va al Sud… nulla di nuovo lo fa da anni. Prima tappa in Meridione oggi per Matteo Salvini che, dopo l’elezione a segretario federale della Lega Nord, ha avviato un tour sul territorio in vista delle europee (il Carroccio presenterà liste anche in Meridione). Giusto, anche Renzo Bossi era un’estimatore della terra dei suoi nonni.

“Domani sarò per la prima volta a Catania. Alle 14 all’istituto oncologico del Mediterraneo partecipo alla presentazione del ‘Progetto parrucche’ per le donne malate di tumore, della Cancro Primo Aiuto Onlus”, fa sapere Salvini in una dichiarazione alle agenzie. “Nel nome della politica dei fatti, lontana da Roma e da Bruxelles”.

Ma, qualcuno dice, soprattutto lontana dalle esigenze dei padani.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

10 Comments

  1. Pierin says:

    chissà che i militonti rimasti non si sveglino una volta per tutte…

  2. carla 40 says:

    Cara Elda, siamo minoranza perche’ vogliamo esserlo, avendo perso troppe volte il treno della liberta’. La mafia non e’ caduta dal cielo, al sud e’ connaturata alla maggior parte della popolazione, al nord e’ stata importata per volonta’ politica nella indifferenza quasi totale. La soluzione? SECESSIONE DALLO STATO MAFIOSO, ma occorre la volonta’ di perseguirla, non fermandosi a meta’ strada.

  3. carla 40 says:

    Non e’ questione di responsabilita’ ma di coerenza e anche di dignita’. La LEGA NORD era nata per occuparsi dei problemi e degli interessi dei cittadini del nord, ovvero dei PADANI. Che poi ci sia riuscita o meno e’altro discorso… Il sud ha chi si occupa ABBONDANTEMENTE dei propri conterranei. Qui intanto SI SPROFONDA, in tutti i sensi!

    • Eldad ha Dani says:

      Sono d’accordo con te, Carla. però ricordati che apparteniamo, e ripeto apparteniamo, allo Stato nazional-mafioso italiano e che al Nord di questo Stato siamo sempre e comunque una numerica minoranza, pur tralasciando gl’infiltrati…

  4. Giovanni di Hildesheim says:

    Non sono d’accordo: andare agli antipodi a comportarsi e far ragionamenti corrispondenti alla nostra etica non è andare a raccontare scemenze come si è fatto quasi sempre in passato, specie quando ci andava in gita, a capo di intere delegazioni, il Calderolo-Gancia.
    C’è una differenza sostanziale, pur se convengo pienamente circa gli scopi elettorali: accà, nisciuno è fesso, mancherebbe altro!

    • Gianfrancesco says:

      non ho mai letto che eva klotz sia andata a cercare voti nelle marche, non dico a catania, ma anche solo nelle marche…

      dopo tante belle parole, i fatti di salvini non sono per nulla esaltanti, meglio prendere il 3,99% che andare a raccattare qualche voto a destra e a manca per arrivare al 4%.

      meglio fuori dal parlamento, ma coerenti.

      sul calderoli poi stendiamo un velo pietoso… su quello sono d’accordo con te.

      • Edda says:

        Beh , per te magari vincere o perdere è la stessa cosa , tanto di responsabilità non ne hai…

      • Giovanni di Hildesheim says:

        La battagliera e bella Eva Klotz, però, non deve che occuparsi dei voti sudtirolesi. Non ha senso che si occupi anche soltanto di quelli del Veneto… La Lega non ha questo vantaggio, dovendo comunque fare i conti col sistema italiano e non essendo coperta da un patto come il De Gasperi-Grueber, che garantisce internazionalmente la specificità sudtirolese. Bisogna cercare anche di essere oggettivi e più elastici nelle valutazioni di certi avvenimenti, se no ci si frantuma in rigidi pezzettini sedicenti indipendentisti ma in realtà autoreferenziali, che non approderanno mai a nulla …

  5. franco says:

    Dimostrazione che è dalla parte di Tosi l’ italico.

Leave a Comment