Salvini “brilla” ma lui è la Luna di un altro. Chi è l’altro?

di STEFANIA PIAZZOsalvini 2

In politica nulla è affidato al caso. Molto alla fortuna e tanto all’amnesia. Nelle strategie di un leader o di un aspirante leader, ci sono alleanze che si strattonano e che poi miracolosamente si riuniscono. L’importante è contare sul fatto che gli elettori abbiano altro a cui pensare che prendere nota dei divorzi brevi della politica. Dal “mai più un caffè con Bossi” di Fini ai patti delle sardine della sinistra con la Lega sino al lavorio per far ricompattare il Nuovo centro destra e Forza Italia. Domanda: passando per la Lega? E’ tutto da vedere. In questo momento di nozze d’oro con l’elettorato, Salvini non  ci pensa nemmeno di offrire a Berlusconi la sua dote. Una dote da opposizione, governativamente sterile, perché non potrà attuare nessuna delle sue promesse ma solo capitalizzarne la rabbia che raccolgono tra la gente. Ma che importa, i sondaggi lo sparano e pompano sempre più in alto.

Su e giù

Infatti,  secondo l’ultimo sondaggio realizzato da Datamedia Ricerche per Il Tempo, il primo partito è il Pd anche se inizia a perdere pezzi dfi cornicione, il 2%, fermandosi sotto soglia 40, al 38%. I 5 Stelle vanno dal 19% al 18% (-1,0%), Forza Italia risica risicando il 14%. Cresce la Lega, data al 10%. E sale l’astensione: dal 27,6 al 27,7% (+0,1%). In aumento gli indecisi, dal 18,8% al 19,1%. Detto questo, oramai si scrive e si legge coerentemente ovunque che il fenomeno Lega faccia un gran favore a Renzi. Se il leader movimentista del Carroccio è ovunque, ripetutamente più volte al giorno, sulle tv, è solo perché Salvini buca il video o perché sta erodendo l’elettorato grillino?

Il cannibalismo renziano

Tuttavia, è davvero Grillo il bersaglio di questa strategia della comunicazione politica e della sovraesposizione salviniana? Perché, a ben vedere, la vittima illustre del meccanismo principesco, appare essere sempre più Berlusconi. Stretto tra Renzi, i patti col Pd, e tutto il resto, la lievitazione di Salvini è diventata un intralcio alla ricostituzione del centrodestra. Il boccone nobile non è più Grillo, allora, ma il Cavaliere. Alla sinistra la Lega faceva comodo prima, perché rappresenta il contenitore e il raccoglitore di tutte le pulsioni popolari di ribellione al sistema (non si vorrà credere infatti che la rivolta antisistema sia quella dei centri sociali davanti ai campi rom…), è in Parlamento, quindi è un contenitore a prova a tenuta stagna. Raccoglie e non disperde la rabbia, la ingabbia dentro gli slogan del fare opposizione. Un po’ come mettere allo zoo le tigri. Ma alla sinistra la Lega fa ancora più comodo nel momento in cui si mette sempre più di traverso nella ricomposizione dell’ex pdl, ex centrodestra, ex insomma mondo post berlusconiano, parabossiano se vogliamo metterci dentro tutto.

La Luna e il Sole

Se dovessimo insomma cercare di capire o ipotizzare quale Sole illumini la Luna Salvini, potremmo escludere Renzi e il centro-sinistra (molto più centro che sinistra) che si è ipotecato il governo per il prossimo giro? Se, in fin dei conti, il Cav guarda con apprensione al maratoneta Salvini, partito a 30 all’ora già nei primi chilometri di gara, lo si comprende. Fin che fa comodo avere un’opposizione un po’ di lotta e di governo, Salvini crescerà ancora nei sondaggi, rendendo impossibile il ritorno elettorale, almeno per ora, senza un leader pigliatutto, del centrodestra.

Paradossalmente, chi protesta, oggi, con questa Lega o con la lista di Salvini, ha già dato la vittoria al postberlusconismo interpretato da Renzi.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. braveheart says:

    Dovete far sapere ai Lombardi che Salvini e i compari Legga Nodde …sono diventati la destra Italiana Nazionalista …la peggiore di tutti i tempi…
    Compreso Borghezio che adesso chiama Compatrioti Italiani i borgatari di Tor di Quinto a Roma…la capitale della Legga Nodde…..
    Fanno i finti autonomisti a Milano…e appena varcano il Po …e si prendono le poltrone, si trasformano in Nazionalisti ITAGLIANI perfetti ……..
    CHE SCHIFO….

    • marco says:

      Salvini è riuscito a fare quello che nessuno in Italia era riuscito a fare. Nemmeno la DC. Far sparire la Lega Nord e quel poco che aveva di indipendentismo. Un grande. Ma tranquilli, stiamo a vedere. Noi del Nord se ci prendono in giro ci arrabbiamo e finisce lì. Il giorno che i meridionali si accorgeranno di essere stati fregati Salvini mi sa che dovrà espatriare.

Leave a Comment