Salvini: Berlusconi non è il vecchio. Spero in un accordo

di REDAZIONEberlusconi_big

“Berlusconi? Non penso sia il vecchio.
Però, quello che voglio io è un progetto a lungo termine. La costruzione di un vero centrodestra. Non un accordicchio a tutti i costi”. Lo dice Matteo Salvini, segretario della Lega, in una intervista al Corriere della Sera. “Voglio che gli italiani – aggiunge – vadano a votare qualcosa di chiaro e definito almeno quanto quello di Renzi”.
Questo non significa necessariamente un programma sottoscritto insieme a Silvio Berlusconi: “Si possono avere idee diverse su tanti punti, e dunque sottoporle agli italiani. Saranno loro, poi, a scegliere. Un programma e insieme il leader che ci ha messo la faccia. Quel che io non voglio, per dire, è un`alleanza con diciotto posizioni diverse sull`euro: quindi si fanno le primarie, che servono anche a recuperare l`interesse e la passione degli italiani”.
“Spero – prosegue Salvini – davvero che Berlusconi accetti. In ogni caso, il punto non è fare un accordino un tanto al pezzo.
Mezzo accordo per la Campania, un accordicchio per la Toscana, e un altro ancora per mezzo assessore in provincia di Varese. Io credo che si debba dare agli italiani il progetto di un centrodestra a lungo termine. Altrimenti, non crederanno più a nessuno di noi, e per molto tempo. Poi, certo, non è che dobbiamo fare le primarie stamattina. Basta capire dove stiamo andando”.
Quanto a Fi che tratta con Flavio Tosi per il Veneto, Salvini spiega: “Il fatto è che noi non abbiamo un prezzo, Forza Italia può fare quello che vuole. Soltanto, sia chiaro che noi non siamo qui a ingoiare qualunque cosa in nome del domani mattina. Noi vogliamo vincere non soltanto in Veneto, ma giocarcela anche in Liguria e in Toscana. Se Forza Italia lo capisce, vinciamo anche lì. E se vinciamo in una regione rossa, Renzi va a casa. Se invece si insiste a giocare a questo Monopoli… davvero, a noi non interessa”.
Con Berlusconi, fa sapere il segretario del Carroccio, “di sicuro, ci vedremo presto. Il problema è che ci sono diverse Forza Italia. C`è il signor Caldoro che in Campania schifa la Lega. C`è il signor Gasparri che schifa la Lega. C`è il signor Rotondi che dice che Salvini è fuori dal contesto civile”.

Print Friendly, PDF & Email

2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Grandi opere, peggio di Mafia Capitale. Il pm "da 20 anni scenario di devastante corruzione"

Articolo successivo

Quando Lupi difese Incalza in Parlamento sulle grandi opere