Sala, indagato per acquisti Expo da 4,3 milioni di euro

sala2

Expo, Pg contestano a Sala tre violazioni per la gara sugli alberi Milano, 22 mar. (LaPresse) – Il gup milanese Giovanna Campanile ha rinviato l’udienza preliminare relativa alla gara per la Piastra di Expo al prossimo 29 marzo dopo che i sostituti Pg Vincenzo Calia e Massimo Gaballo hanno rilevato tre profili di illegittimità nell’operato dell’allora commissario e ad di Expo e attuale sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nella vicenda della fornitura di circa 6mila alberi per il sito di Expo per un valore di 4,3 milioni di euro.Vicenda per la quale il sindaco è indagato, in concorso con l’ex manager di Expo Angelo Paris, per abuso d’ufficio. I Pg Calia e Gaballo, come hanno evidenziato nel corso delle loro repliche, ritengono che Sala, decidendo per l’assegnazione diretta alla ditta vicentina Mantovani, che si era già aggiudicata la maxi gara per la Piastra, abbia violato il codice degli appalti e le norme europee, che prevedono la possibilità di derogare all’organizzazione di una gara a evidenza pubblica, estesa anche ad altri Paesi dell’Unione, solo nel caso il valore della fornitura non superi i 130mila euro. Sala, per i rappresentanti dell’accusa, avrebbe anche superato i suoi poteri di amministratore delegato, perché per poter assegnare direttamente la fornitura degli alberi sarebbe dovuto passare attraverso il Consiglio di amministrazione, perché la norma dello statuto di Expo Spa prevede che si possa evitare questo passaggio solo per gare del valore non superiore ai 2 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment