/

Sabino Acquaviva, il difensore della lingua veneta

Print Friendly, PDF & Email

2 Comments

  1. Il Veneto è una lingua nata oltre 3.000 anni. Si chiamava e si chiama tutt’ora ” VENETICO”.
    Il genocidio culturale perpetrato dall’italia contro i Veneti è notorio e sta nei fatti.
    L’Unesco la riconosce come lingua, l’italia no !
    I nostri giovani Veneti delle generazioni d’oggi non la studiano né la conoscono come dovrebbero.
    Nelle scuole italiane persino la storia della nostra ” regione” viene taciuta e ignorata.
    Delle nostre peculiarità, cultura, arti, tradizioni, storia, lingua, artisti, scrittori, letterati, musicisti etc..etc.. del Veneto non vengono mai citati o valorizzati nonostante ne abbiamoa vuto a centinaia di fame mondiale.
    E allora ? Di quale europa stiamo parlando ? Di una europa nata non dai popoli ma dalle banche, dai finanzieri, e poi l’utopia di una europa dove gli stati nazionali rinuciano alla propria sovranità…..sì ma come?
    Solo con gli Stati Uniti d’Europa Federale e quindi delle regioni si potrà ancora parlare di una Europa con la E maiuscola……il resto sono solo tutele di interessi inconfessabili da parte delle elitès che chiamerei volentieri sfruttatori del lavoro umile ed onesto dei lavoratori tutti.
    WSM

  2. Galileo vedeva cose che altri non volevano vedere perche’ avrebbero perso potere e anche magari qualche ricchezza.
    Se non ritrattava sarebbe stato arso vivo… siamo sempre allo stesso giorno: leggi bene il presente ed avrai in mano passato e futuro.
    Le scuse, tuttavia, le trovano pur di fermare l’attuale rivoluzione in atto.
    Speriamo che questi vadano su Marte… e presto.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Zaia: prossime politiche, programma centrodestra dovrà avere autonomia del Veneto, "perché sarò io a chiederlo"

Articolo successivo

Il Bergoglio dell'accoglienza