Sabato 7 ottobre a Milano Stati Generali del Nord con Grande Nord

Stati_Generali_NORD

Si riunira’ per la prima volta sabato, all’hotel dei Cavalieri di Milano, il comitato d’indirizzo di ‘Grande Nord’, il movimento autonomista che raccoglie molti ex leghisti. L’appuntamento e’ per le ore 15, quando si svolgeranno quelli che vengono annunciati come gli ‘Stati generali del Nord’. La sigla promossa inizialmente dall’ex ‘serenissimo’ Roberto Bernardelli in queste settimane ha proceduto all’organizzazione della sua struttura. Del comitato d’indirizzo fanno parte, oltre al presidente Bernardelli, indipendentisti veneti come Franco Roccon, fra i fondatori della Liga Veneta, e Carmen Gasparini; l’ex sottosegretario alla Salute, Francesca Martini; gli ex deputati Oreste Rossi e Angelo Alessandri, Giulio Arrighini. L’ex capogruppo alla Camera del Carroccio, Marco Reguzzoni, e’ invece il consigliere delegato di ‘Grande Nord’. Il movimento si fondera’ su comitati locali, ciascuno con un coordinatore che tiene i rapporti con il comitato di indirizzo, ma senza prevedere segreterie sul modello dei partiti tradizionali.

L’ambizione di ‘Grande Nord’ e’ di rappresentare le ragioni di autonomisti e indipendentisti delle regioni settentrionali, nel momento in cui la Lega guidata da Matteo Salvini e’ impegnata a raccogliere voti a livello nazionale. Un’ambizione sottolineata in modo particolare dopo l’ultimo raduno di Pontida, nel quale per la prima volta non e’ stato previsto l’intervento di Umberto Bossi. Nell’ultima riunione pubblica di ‘Grande Nord’ a maggio, nello stesso hotel di proprieta’ di Bernardelli nel centro di Milano, era presente ma come semplice osservatore anche Bossi.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Rodolfo Piva says:

    …… nel momento in cui la Lega guidata da Matteo Salvini e’ impegnata a raccogliere voti a livello nazionale. E’ sicuramente più corretto scrivere: “A LIVELLO STATALE” o anche in ambito Grande Nord si continua ad essere complici della menzogna prodotta dalla retorica patriottarda italiota ?

Leave a Comment