Rottamatrici: “Lega schiava di Roma. Bossi e Maroni hanno fallito”

di REDAZIONE

 Far “risorgere” un movimento “screditato dagli scandali” e diventato “schiavo di Roma”, rimettendo al centro gli ideali “indipendentisti”. E’ quanto propongono i ‘comitati confederati’, che, in una conferenza stampa oggi a Milano, hanno presentato il “decalogo” per arrivare a un “rinnovamento della Lega Nord”. Si tratta di un’iniziativa proto-leghista di cui, con una curiosa commistione lessicale con il vocabolario del Movimento 5 stelle, si faranno “portavoce” quattro donne (auto-definitesi nei giorni scorsi le ‘rottamatrici’ del Carroccio) e un uomo, che non hanno incarichi di rilievo nel partito. E nessuna intenzione di schierarsi nella contesa pre-congressuale: appoggeranno chiunque condividera’ il loro manifesto, hanno garantito.

“Vogliamo influenzare la Lega, ma non siamo la Lega”, hanno chiarito. “E’ un movimento prevalentemente al femminile”, ha poi spiegato la ‘portavoce confederale’ Elena Bianchini Braglia, ex militante leghista, storica e scrittrice modenese (che aveva fatto discutere in passato con il libro ‘Le radici della vergogna’ nel quale presentava il Risorgimento come un “atto violento, uno stupro” che ha dato vita “con la forza” all’unita’ d’Italia). “Noi non rottamiamo per distruggere, ma in un’ottica di rinnovamento. Vogliamo che la Lega risorga, dopo gli scandali e il declino che hanno fatto perdere credibilita’”. A chi le chiedeva come e a chi fosse nata l’idea di un movimento del genere, Braglia si e’ limitata a rispondere: “E’ un movimento nato dal basso che si rivolge ai militanti”. Mentre e’ stata esplicita e dura nella critica alla dirigenza leghista. “I dirigenti non sempre hanno fatto il bene della Lega, anzi l’hanno rovinata”, ha affermato. “Maroni ha salvato la Lega dopo gli scandali, ma le sue scope non sono riuscite a pulire bene: la situazione e’ cosi’ compromessa che ci vorrebbe uno strappo”.

 “L’Italia ha bisogno della Lega – ha poi sostenuto Braglia -, se la Lega fosse forte avrebbe uno spazio immenso. La vogliamo forte, propositiva e colta come poteva essere negli anni Novanta, potrebbe colmare un vuoto”. Secondo Braglia, il “declino” del Carroccio e’ “iniziato prima degli scandali, ai tempi in cui la Lega era al governo”. E’ un partito che, dopo gli anni Novanta, ha sostenuto, “si e’ romanizzato” con i leghisti stessi che hanno “cominciato a stare troppo bene a Roma”. “Nella battaglia ventennale tra la Lega e Roma, ha vinto Roma”. “Il nostro comitato non e’ un partito e non e’ la Lega: e’ un comitato nato in buona parte all’interno del mondo della Lega, ma che si rivolge a tutti coloro abbiano uno spirito leghista che, in gran parte riteniano si sia perso”, ha spiegato, dal canto suo, Mirko Ballotta, portavoce dell’Emilia. “Non e’ un movimento delle donne padane ma un movimento in gran parte femminile, nato dalla sensibilita’ femminile”, ha aggiunto l’unico uomo della comitiva. Gli altri ‘portavoce’ sono Susanna Ceccardi, consigliere comunale della Lega a Cascina (Pisa), per la Toscana; Laura Guzzon, assessore alla Cultura del Comune di San Gillio, in provincia di Torino, per il Piemonte; Maria Vittoria Sala, per la Lombardia Occidentale; e Nicoletta Spelgatti, avvocato e portavoce della Valle d’Aosta. Tra i dieci punti proposti, il limite di due mandati per gli eletti e l’incompatibilita’ tra la carica di segretario federale con qualsiasi ruolo elettivo nelle istituzioni italiane, una rappresentanza con pari dignita’ di tutte le nazioni (le regioni, nel lessico leghista), l’azzeramento e la verifica della militanza, la presentazione di un progetto politico credibile e l’avvio di un processo di moralizzazione interna del movimento.

Ascolta le loro dichiarazione da Repubblicatv

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

23 Comments

  1. Boudewjn says:

    Per me quello della Braglia è stato un refuso. E’ presidente del Centro Studi sul risorgimento e sugli Stati preunitari, e autrice di pubblicazioni sulla tematica.
    Una volta che si propone una in grado di pensare e scrivere due cose in croce, la si giudica per una frase che può essere benissimo un refuso? Queste son le sue pubblicazioni, per dire: http://www.amazon.it/Libri/s?ie=UTF8&field-author=Elena%20Bianchini%20Braglia&page=1&rh=n%3A411663031%2Cp_27%3AElena%20Bianchini%20Braglia

  2. jesse james says:

    Ma chi vogliono prendere in giro quelle lì? sono le piccole e ridicole operazioni di maroni che non portano da nessuna parte. Tranne due, le altre frequentano regolarmente via bellerio. Ridicole.

  3. lombardi-cerri says:

    Ahi, ahi, ahi !
    Un vecchio proverbio dice :”gatto scottato una volta, ha paura dell’acqua fredda” !
    Due secchiate di acqua fredda che temo:
    1.- L’intervista concessa a Repubblica.
    Intendiamo forse passare dal servaggio a Berlusconi , al servaggio a De Benedetti ?
    2.- “Per il bene dell’Italia….. ”
    Le deliziose fanciulle sanno che a un padano autentico dell’Italia non imposta assolutamente nulla ?
    A loro invece sembra di sì!

  4. Riccardo Pozzi says:

    Possiamo anche torcere il naso ma è quello che vado dicendo e scrivendo da qualche mese: è troppo tardi per creare nuovi partiti, occorre la forza e la voglia di tornare in lega, aprire porte e finestre e accendere l’idropulitrice.
    E’ tardi per nuovi movimenti, le gente non ricrede allo stesso progetto con altri nomi.
    Tendo a fare un moderato tifo per le ragazze.

    • Colono Padano says:

      Anch’io – e credo di poter parlare a nome di molti fratelli leghisti e padani – “tifo” (un pó piú che moderatamente) per le ragazze…peró se iniziano a parlarmi di ***italia*** tendo a……smontarmi. Moderatamente.

      Padania Libera.

  5. dimecan says:

    sembra l’ennesima operazione diretta dall’interno. Maria Vittoria Sala è per caso una delle animatrici di Terra Insubre?

    • jesse james says:

      bravo dimecan.

      • Boudewjn says:

        Sì beh, e allora? A me pare chiaro che far partire un comitato del genere sia niente altro che un danno, in questo periodo, per la propria immagine. A Terra Insubre son abbonato da anni, e se la metà di quelli del giro lega fosse preparata la metà degli animatori di TI avremmo salutato l’italia da tempo. Se non vi è chiaro la lega sta affondando, e benvengano qualsiasi ipotesi sincere per salvarla.
        PS: fosse una cosa coordinata da via bellerio, ovvero da Maroni ovvero dalla Votino, ci sarebbe ben altra pubblicità e ben altri mezzi, che qui assolutamente non vedo. La beneventana se ne intende di campagne pubbilcitarie (basta vedere che ha una posizione specifica al Milan), queste hanno i fondi probabilmente per un sito fatto nemmeno troppo bene.

        • jesse james says:

          La beneventana è segretaria federale ancora per un mesetto e poi foera di ball lei e il suo maggiordomo.

        • veritas says:

          I dirigenti di Terra insubre si sono spartiti la torta con Bellerio…Basta balle. I capi di terra insubre sono in cda, fondazioni bancarie, nel consiglio federale della lega e in altri mille posti…come per la lega, vale anche per terra insubre: il problema sono i suoi capetti non gli onesti miltanti o chi scrive sulla rivista che vengono usati per il prestigio (e conto in banca) dei generali…

          • Veritas says:

            Vedo adesso, 19.11.’13, questo commento firmato ” veritas “.
            Faccio presente alla Direzione del quotidiano che chi l’ha scritto ha usurpato tale nominativo che io uso sin dalla fondazione dell’Indipendenza,
            L’unica differenza tra i due nomi è che il mio è sempre stato scritto con la ” V ” maiuscola.
            E’ comunque cosa assai antipatica che si verifichino certe situazioni.

  6. luca says:

    La lega deve continuare le sue battaglie anche inquesti temoi difficili. Il nemico e’ roma.

  7. ALTEREGO says:

    La Braglia però ha detto una sacrosanta verità, nella battaglia ventennale tra la Lega e roma ha vinto roma,
    certo questo è vero i leghisti a roma ci stavano bene e si sono fatti comprare, tradendo i Padani.
    Da qui bisogna ripartire per rifondare una nuova lega, dalla convinzione di non collaborare mai più con roma!.

  8. gabriele says:

    Viva l’ Austrungarico Impero ! Via questi Irredentisti italioti!!! Per una Nuova Mittel Europa , di soli popoli celti e Germanici, senza italioti ed immigrati

  9. La Braglia ha bisogno dell’iTaglia

  10. uraia666 says:

    un po’ di pubblicità gratuita non fa mai male. Vero care signore? Viva l’Itaglia

  11. Colono Padano says:

    L’Italia ha bisogno della Lega”?!
    Pensavo che fosse la Padania ad avere bisogno della Lega.
    Cara “Elena Bianchini Braglia, ex militante leghista” resta pure ex che di quelli che la pensano cosí ce ne sono anche troppi nel Movimento e sono quelli che hanno portato all’emorragia di consensi e dei quali non vediamo l’ora di liberarci.
    Della vostra “influenza” non ne sentiamo proprio la necessitá, anzi.
    E’ ora di finirla di parlare di italia nel nostro Movimento e di partecipare a qualsiasi congrega istituzionale italica.
    E’ ora di collaborare solo ed esclusivamente con gli altri movimenti indipedentisti come quiello di Eva Klotz, tutti coloro, cioé, che ritengono l’italia come la madre di tutti i mali.
    Secessione! Padania Libera.

  12. Colono Padano says:

    “L’Italia ha bisogno della Lega”?!
    Pensavo che fosse la Padania ad avere bisogno della Lega.
    Cara “Elena Bianchini Braglia, ex militante leghista” resta pure ex che di quelli che la pensano cosí ce ne sono anche troppi nel Movimento e sono quelli che hanno portato all’emorragia di consensi e dei q
    Della vostra “influenza” non ne sentiamo proprio la necessitá, anzi.
    E’ ora di finirla di parlare di italia nel nostro Movimento e di partecipare a qualsiasi congrega istituzionale italica.
    E’ ora di collaborare solo ed esclusivamente con gli altri movimenti indipedentisti come quiello di Eva Klotz, tutti coloro, cioé,

    Padania Libera.

  13. Nicola says:

    ”L’Italia ha bisogno della Lega – ha poi sostenuto Braglia”

    Avanti il prossimo.

Reply to gabriele Cancel Reply