EMILIA, LA BADANTE DITTATRICE DISINTEGRA LA LEGA

Spett.le Redazione L’Indipendenza, 

anche oggi abbiamo letto sulla stampa nazionale di questa progressiva e sistematica  lotta interna nella lega Nord. La Rosi Mauro, commissaria della regione Emilia ha vietato a Maroni ogni comizio pubblico a Bologna, Modena e Parma, questo è inamissibile, sembra di essere ancora al tempo del fascismo, che vietava tutto quanto era contro di loro, ma mi sembra che siamo nella stessa situazione, chi comanda è “il cerchio malefico” i quali stanno distruggendo velocemente il movimento della Lega Nord, a Milano domenica abbiamo visto molti leghisti, che hanno sostenuto Maroni e hanno parlato con loro, ma il cerchio malefico crede che si voglia fare due movimenti e hanno paura di fare il congresso federale perchè verranno automaticamente espulsi, perchè questi del cerchio malefico, e lo dice la parola, sono solo degli arrampicatori sociali, che vogliono restare sulle poltrone che non meritano. Già ci sono varie situazioni nella Lega di persone per bene che hanno creato dei loro gruppi, nel Veneto, in Lombardia a Mantova Unione Padana, il sig. Pagliarini anche lui ha creato un nuovo movimento, L’Indipendenza è una iniziativa importante perchè dice e scrive cose giustissime sul cerchio melefico,  dobbiamo unire questi movimenti per contrastare il cerchio malefico e riformare l’antica Lega Nord come era nata e come deve essere, per l’indipendenza di tutte le regioni del Nord, se vogliamo essere veramente forti dobbiamo credere, tutti i Padani, nella Padania libera.

Vi ringrazio per l’attenzione data alla mia protesta contro il malefico cerchio (Reguzzoni, Rosi Mauro, Calderoli, Bossi, Trota, moglie del capo, Castelli e tutti quelli che la pensano con il CERCHIO MALEFICO).

Cordiali saluti e continuate sempre così purtroppo vi ho solo conosciuto da poco ma per me siete importanti e potete svegliare tutti i LEGHISTI e il POPOLO PADANO DI OGNI IDEA POLITICA.

 

Rinaldo C.

Dall’Emilia

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

10 Comments

  1. Rinaldo C. says:

    Carissimi amici leghisti del Piemonte, Val D’Aosta, Liguria, Lombardia, Trentino e Alto Adige, Veneto, Friuli, Emilia e Roamagna, vi scrivo e approfondisco un tema molto importante sulla lega nord; non dico che Roberto Maroni possa diventare il futuro segretario al posto di Bossi ( che è ora che vada in pensione), ma deve essere più deciso e combattivo, a noi non interessa se nel 1979
    al primo incontro con Bossi è stato interessante ma deve guardare al futuro, la base per un 80% può essere con lui
    ma deve conquistare tutti gli altri movimenti nati dopo le epurazioni o le adbicazioni dal Movimento. Il direttore dell’Indipendenza secondo il mio punto di vista dovrebbe
    interloquire con Maroni dato che molte perosne scrivono sul suo giornale on-line scrivendo che sono stanchi dei supprusi sofferti dal Bossi e i suoi accoliti, prendiamo la palla al balzo è ora di diventare un movimento serio partendo dalla base che è la vera democrazia in ogni partito, organizziamo anche noi le primarie per scegliere le persone giuste che ce ne sono non poche!. Disgregare le nostre forze non serve a niente, anzi ci porta a non conquistare i nostri ideali di indipendenza, di autodeterminazione dei nostri territori, da questo sato comunista- fascista-democristiano. Ne abbiamo piene le balle di questa itaglianotta inetta e solo pronta a chiedere soldi per darli al sud inefficiente.
    Vi ringrazio per l’attenzione e mi auguro che siamo tutti d’accordo per il bene della Padania.

    Rinaldo

  2. luigi bandiera says:

    MAMMA, SALVAMI L’ANIMA…

    …NIENTE DI NUOVO…
    SOLO L’AFFITTO PER ME…
    ………..

    UHEI MAMMA..!!

    SALVAMI L’ANIMAaa…!!!

    MADRE DOLCISSIMaaa..!

    SALVAMI L’ANIMA… oh oh oh oh ohooo….

    • luigi bandiera says:

      Dimenticavo, e’ una canzone (una delle piu’ belle) di Zucchero Sugar Fornaciari.

      Ascolatela e TROVERETE CHE:

      …NIENTE DI NUOVO… SOLO L’AFFITTO PER ME…

      Saluti

  3. Giulio. says:

    bossi a casa a godere della pensione di invalidità. badante inclusa. trota al carr(t)occio. obbligo (per tutti i politici di qualsiasi schieramento) di contare fino a dieci(mila) prima di aprire bocca.

  4. paolo says:

    calderoli e castelli non li metterei nel cerchio… anche a loro chiudono la porta in faccia quando cercano di incontrare bossi a gemonio..
    Basterebbe far fuori dal movimento la badante e reguzzoni

  5. ante says:

    caro dir,
    suggerisco un sondaggio di più giorni sul tema: chi odiate di più nel circo malefico (o chi di loro ha fatto più danni alla lega degli onesti). Naturalmente la badante, ma non dimenticare di inserire Cota

  6. ante says:

    l’argomento e il titolo sono interessanti, molto.
    magari andrebbero affrontati con un bel pezzo e non con una lettera intensa ma traballante.

  7. Roberto says:

    Ho appena letto l’articolo sul quale condivido in pieno le affermazioni scritte da un sinpantizzante,in merito al comportamento della ormai famosa badante di Umberto Bossi, certo che ci vuole tutta ad impedire che il buon Maroni non possa fare i comizi come meglio crede, penso ormai che la situazione stia degenerando del tutto, anzi è degenerata al punto di non ritorno. Cuomunque il buon Maroni si stà comportando dignitosamente stà tenendo duro,con una tranquillità impeccabile che gli fà onore, convinto anche della forza che trequarti della militanza leghista gli offre.Auspico che anche la militanza emiliana organizzi incontri pro Maroni in tutte le sezioni esistenti incominciando dalla sezione dell’onorevole Pini che da buon maroniano ci avrà già pensato.
    CORDIALI SALUTI
    ROBERTO

Leave a Comment