SINPA: ROSY MAURO RIELETTA E ISCRITTI RADDOPPIATI

di TONTOLO

Rosy Mauro è stata rieletta all’unanimità segretario del Sin.Pa. Viva Rosi Mauro!

Hanno votato entusiasti tutti e sette gli iscritti al sindacato, con l’affettuoso sostegno del senatore e cavaliere Lorenzo Bodega. Le prospettive per il futuro sono piuttosto rosee (come da nome del leader):  si annuncia l’adesione del Trota, della Rizzi, di Cota e Calderoli – post appendicectomia – che, assieme a qualche scagnozzo (il Carcano aspira a una carichetta sindacale) raddoppieranno il numero degli iscritti.

La crescita del sodalizio è legata all’impegno di Maroni nel mantenere le promesse: quelli che escono di là entrano qui. Anche la signora Marrone (che non è una evoluzione putrescente di quella in rosso) sta studiando di trasformare la Scuola Bosina in Rosyna, che con la ipsilon fa più trendy e può aprirsi ai figli degli immigrati, anche quelli che non si chiamano Bossi. Anzi, Bossy che in americano sta per “prepotente e autoritario”, ma – si sa – gli americani tendono a esagerare.

É bello questo sindacato di senatori, cavalieri, politicanti, scrittori di romanzi noir, delfini e capetti. Mancano solo i lavoratori. Ma non fa niente: non ci sono più neanche nella Cisl-Uil-Ggil.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

6 Comments

  1. jimmie says:

    Sciadurei,
    Anche se fosse una barzelletta, a volte la fantasia e’ piu’ reale della realta’.
    L’abate Lavater, alla fine del ‘700, compilo’ una mastodontica raccolta di 6900 e piu’ espressioni facciali. Espressioni che, a suo avviso, descrivono tutti i caratteri e le personalita’ di ogni individuo passato, presente e futuro.
    Balzac consultava regolarmente il Lavater per creare e descrivere i personaggi della Comedie Humaine.
    Con o senza Lavater, bastava (sarebbe bastato), osservare il grugno di certi individui del partito (di cui nell’articolo) per dedurne il comportamento e la mancanza della proverbiale faccia. O meglio, non hanno perso la faccia perche’ la faccia l’avevano gia’ persa molto tempo prima.
    Purtroppo, e’ impressione comune che molto fango sia rimasto nascosto sotto la coltre del silenzio. A raschiare un po’ di piu’ ne verrebbero fuori delle belle.
    jimmie
    http://www.yourdailyshakespeare.com

  2. scapagnini says:

    Tutta invidia la vostra, Carcano xe el più gran scritor del mondo dopo el Proust e forse il Manzoni. E ha anche un cervello finissimo, sotto quei cigliuoni lubrici…..

  3. RENATO says:

    la solita minestra riscaldata e offerta al popolo.

  4. sciadurel says:

    ma è una barzelletta … o è vera questa notizia?

Leave a Comment