RONCADELLE (BS), MOZIONE SUI FONDI CHE VANNO A ROMA

RICEVIAMO PUBBLICHIAMO

OGGETTO: MOZIONE RIGUARDANTE IL RITORNO ALLA TESORERIA UNICA STATALE

In qualità di consigliere comunale, secondo l’art.22 del Regolamento del Consiglio Comunale, presento la seguente mozione:

PREMESSO CHE:

– Il Decreto Legge 24 gennaio 2012, n.1: Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.19 del 24/01/2012, contiene la previsione di trasformazione del regime di Tesoreria Comunale a Tesoreria Unica Statale,previsto all’art.35, comma 8 e seguenti. – La norma prevederebbe che le tesorerie Comunali debbano versare le disponibilità liquide presso la tesoreria statale per il 50% del loro totale entro il 29 febbraio 2012 e per la restante percentuale entro il 16 aprile 2012.

CONSIDERATO CHE:

– Il principio di autonomia finanziaria per un Comune è da intendersi diritto fondamentale per soddisfare i bisogni dei cittadini che si è chiamati a rappresentare.

– Il Comune di Roncadelle ha disponibilità liquide per una cifra considerevole.

– Dette disponibilità liquide sono state prelevate dai cittadini roncadellesi con la

motivazione di restituirle sottoforma di servizi diretti forniti dal Comune stesso.

– Ogni singolo cittadino roncadellese non può comunque godere di servizi offerti dalla pubblica amministrazione italiana per una cifra calcolata in 7128 € annui, che a livello lombardo significano quindi mancati investimenti per 70 miliardi di €.

– I cittadini di Roncadelle verranno colpiti dalla nuova imposta IMU, la quale non rimarrà comunque nelle casse comunali ma andrà in quelle statali.

– Il Comune di Roncadelle si è trovato, si trova e si troverà in estrema difficoltà finanziaria a causa del Patto di Stabilità formulato dallo stesso Stato italiano.

– Il Comune di Roncadelle non potrebbe, in casi di necessità ed urgenza, utilizzare le proprie liquidità.

Il Consiglio Comunale, Impegna la Giunta Comunale ad intervenire immediatamente per bloccare questo travaso di fondi dalle casse roncadellesi a quelle romane, facendo appello alle restanti istituzioni votate democraticamente dai cittadini roncadellesi e lombardi:Presidente e Giunta provinciale bresciana, Presidente e Giunta regionale lombarda. Nel caso in cui questo travaso non venga evitato, chiediamo la simbolica chiusura degli uffici comunali con consegna delle chiavi al Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, e immediate dimissioni da parte della Giunta Comunale, seguite da quelle di Giunta provinciale e Giunta regionale.

Cordialmente.

Consigliere Comunale, GIULIO MATTU (foto) , Gruppo Misto, Pro Lombardia Indipendenza

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. Che schiava di Roma Iddio la creò! says:

    Ma Roncadelle ci sta sulla cartina geografica?

  2. FL says:

    brava Lombardia Indipendenza!!!
    Mi aspetto altre mozioni da altri consiglieri autonomisti.
    Per ora tutto tace.

  3. luigi bandiera says:

    Io ho cercato e pero’ non conoscendo certe materie mi sono arreso.

    Provate voi… l’URL e’ questo:

    http://www.astrid-online.it/Governo-de/Documenti/Legautonomie_dossier_su_manovra_2009__2011_7e8ott08.pdf

    Mi domando in quanti capiscono queste leggi e regolamenti..?
    Per me dal si e no saranno l’80% della popolazione ma forse molti di piu’, a non capire un kax.

    E’ come dicevo in altro post: devi tenere IGNORANTE il tuo sottoposto… Cosi’, puoi fare quello che vuoi.

    Ma complicare le cose e’ prerogativa dei trikoglioni o di tutti i presunti sapiens del mondo..?

    Sim sala bim (bisogna essere maghi no..? Alla Silvan)

  4. @le says:

    Ora vedremo se il sindaco di Roncadelle, molto solerte in passato a scherarsi (giustamente) contro il patto di stabilità dello Stato Italiano farà lo stesso assecondando la mozione indipendentista.

    Complimenti a pro Lombardia Indipendenza per questa iniziativa lodevole a difesa dei nostri comuni.

Leave a Comment