Il Pd crea la corrente “Giovani Turchi”, calpestando la storia Armena

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“Sono rimasto allibito, è l’unica parola adatta,” dichiara Rixi “nell’apprendere che il PD ha ufficializzato una sua nuova corrente interna denominata Giovani Turchi. Per chi non lo sapesse i veri Giovani Turchi furono il partito al potere nel crepuscolo dell’Impero Ottomano, oggi Turchia, che tra il 1915 ed il 1918 effettuò il primo genocidio internazionalmente riconosciuto del XX secolo, cioè il genocidio armeno. In tale tragico evento vennero barbaramente assassinati circa un milione e mezzo di persone di etnia armena, la cui unica colpa era quella di essere nati Armeni. Né più né meno di un’anticipazione dell’olocausto ebraico della Seconda Guerra Mondiale.

A tutt’oggi il Governo turco, e sottolineo il Governo e non il popolo turco, semplicemente nega che tale orrendo crimine sia avvenuto ed anzi punisce con il carcere chi in Turchia osa solo parlarne, a differenza della gran parte della comunità internazionale che ha ufficialmente riconosciuto tale crimine come genocidio. Nella fattispecie l’Italia con un voto della Camera dei Deputati del 17 novembre 2000, sulla scia del Parlamento Europeo e dello Stato del Vaticano, ha votato una risoluzione che riconosce il genocidio armeno ed invita la Turchia a fare i conti con la propria storia.

Ma rimaniamo nell’attualità,” continua il Capogruppo leghista “infatti, se da un lato è moralmente obbligatorio continuare a ribattere la verità storica anche a rischio di scatenare l’ira di un Governo che rappresenta 75 milioni di musulmani, dall’altro è a dir poco imbarazzante che un partito politico che pretende di chiamarsi democratico permetta la costituzione di una corrente ufficiale che porta il nome dei colpevoli di un genocidio. O il PD prenderà immediatamente le distanze da un tale operazione oppure comeLega Nordnon potremo che dichiararci solidali conla Comunità Armenaitaliana nelle sue eventuali future azioni legali.

Infine” conclude Rixi “fa molto riflettere la concomitanza temporale di due avvenimenti, cioè la dichiarazione di Bersani di voler dare il voto a tutti gli immigrati non appena dovesse vincere le elezioni ed appunto la nascita dei Giovani Turchi Democratici, già presenti su facebook e legati a nomi importanti del PD. Anche per il maggior partito della sinistra italiana c’è un limite morale da non superare, e questa volta il limite è rappresentato dalla memoria di un milione e mezzo di innocenti massacrati.”

Edoardo Rixi – Capogruppo in Regione

Lega NordLiguria

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

15 Comments

  1. Azad Libero Minas says:

    Occitano, se assumo un nome devo portare anche le conseguenze che questo nome comporta indipendentemente dal mio grado di conoscenza storica.
    i Giovani Turchi postottomani hanno creato un mostro chiamato TALAT , il carnefice del XX secolo. Se poi per qualcuno questo termine è diventato trendy la sostanza non cambia: se mi chiamo STRONZO , STRONZO RESTO
    indipendentemente che questo termine sia stato usato
    da altri fessi

    • Occitano says:

      Non diciamo fesserie.
      1) Il nome non lo hanno assunto ma gli e’ stato dato esattamente come era stato dato ai giovani DC nel ’56, per similitudine nell’operato di “rottura” con i vecchi apparati. Soprannome che tra l’altro personalmente non condivido dal momento che questi qui sono solo giovani, ma non rompono proprio con nulla, essendo sponsorizzati da grandi vecchi del partito.
      2) Il termine ha assunto un significato slegato alle tragiche vicende storiche che hanno riguardato le azioni del movimento una volta giunto al potere (azioni in linea con la radicalizazzione dell’Anatolia gia’ avviata durante l’Impero Ottomano). Nessuno si e’ sognato di accusare Rod Stewart di propagandare la carneficina armena. Nessuno ha sollevato una polemica tanto stupida, quando questa denominazione, non trendy ma di uso comune, e’ stata utilizzata per definire i giovani democristiani capeggiati da Cossiga negli anni ’50.
      3) Sto cercando notizie riguardo a quanto affermato da Rixi (la comunita’ armena avrebbe protestato ufficialmente con il capo dello stato), ma non trovo nulla. Qualcuno potrebbe gentilmente girarmi qualche fonte? Altrimenti si rafforza l’idea di una becera strumentalizzazione.
      Ritengo strumentale l’accostamento delle Camicie Verdi alle Camice Nere, figuriamoci una cosa del genere.
      Ripeto, Rixi pensasse a certe affermazioni provenienti da rappresentati del proprio partito, e dai legami che molti di questi hanno con altri movimenti europei di estrema destra, se non addirittura nazifascisti.
      E lo dico da NON ELETTORE del PD e assolutamente non simpatizzante di questi finti giovani di regime. Forse potrei votare PD solo in Lombardia, se fossi lombardo (ma il mio nick rivela gia’ che non lo sono), per non darla in mano a Bob Maroni e alla sua banda, che con qualche cambio al vertice non e’ altro che la masnada responsabile di 20 anni di crollo industriale, sociale, culturale ed economico del nord italia, oltre che anestetizzazione di ogni genuina istanza indipendentista, federalista e riconoscimento prima di tutto culturale delle realta’ dei territori di cui si ergono, falsamente, a rappresentati. Non c’era bisogno di scoprire un Belsito alla Vicepresidenza di Fincantieri a Genova per capire quali sono i veri interessi della Lega Ladrona, vero Rixi?
      Il prof Oneto poverino lo scopre solo oggi. il prof Miglio lo capi’ invece quasi subito (la cui storia ci da la cifra di chi antepone a false real politiks e pragmatismo della cadrega la propria onesta’ intellettuale e dignita’ di fine pensatore).
      Con questa gente che continua a prendere voti ci meritiamo di tornare ai tempi dei barbari. Anzi, sarebbe auspicabile. Celti, Slavi, Goti, Longobardi, sono stati portatori di culture raffinate e profonde, e hanno lasciato un retaggio sicuramente migliore di quanto hanno fatto questi Maghi del Cerchio e Barbari Sognanti con le mani in pasta.
      Sara’ sempre troppo tardi quando le genti piemontesi, liguri, lombardo, venete, friuliane, emiliane, si accorgeranno che la presa per i fondelli non e’ ancora finita. “E ADESSO, AVANTI COL FEDERALISMO”… See, bona! Ci aspetterebbero altri 20 anni di ruberie e distruzione del territorio!
      Saluti

  2. Luca d'alviano says:

    potrebbero chiamarsi I SOLITI IDIOTI

  3. Occitano says:

    Strumentalizzazione vergognosa, nonché profondamente ignorante.
    Per chi non lo sapesse “giovani turchi” (young turks in lingua anglossasone) è un termine neutro (nè positivo nè negativo) che ha assunto il significato di giovani che si ribellano contro le leggi imposte da un potere autoritario e burocratizzato.
    Non a caso la canzone di Rod Stewart omonima, racconta di due giovani fidanzati che fuggono dai rispettivi genitori e contro ogni regola precedentemente imposta e ogni tipo di difficoltà creano la propria famiglia: http://www.youtube.com/watch?v=_YjSbWaqtEY.
    Giovani Turchi erano i giovani esponenti DC, prevalentemente Sardi, tra cui Cossiga e Pisanu, che nel ’56 rinnovarono il loro partito vincendo inaspettatamente le elezioni del direttivo provinciale di Sassari.
    E’ un termine di uso comune che non ha nessun riferimento, quando usato in queste forme, con il genocidio armeno.
    Farsi dare lezioni di Storia dalla Lega è come pretendere di imparare a contare da un Ciuco.
    Rixi farebbe meglio a dissociarsi dalle ripetute affermazioni di esponenti di spicco del suo partito. “Voglio eliminare tutti i bambini dei zingari!”.

  4. caterina says:

    c’è differenza fra comunisti e fasciti? deduco che siete tutti nati dopo l’ultima guerra…
    allora andatevi a studiare bene la storia del 900, così scoprirete che sono due aberrazioni opposte che hanno le stesse radici… e hanno infine prodotto identiche sventure!

  5. Ari Armen says:

    La scelta di chiamare “Giovani Turchi” una corrente di partito che si definisce democratico è un gravissimo insulto a tutta la società civile e non solo alla diaspora armena scampata al genocidio ideato e attuato dai “Giovani Turchi” nel 1915.
    Chi sono i “Giovani Turchi” ?
    http://it.wikipedia.org/wiki/Giovani_Turchi
    http://en.wikipedia.org/wiki/Young_Turks
    http://fr.wikipedia.org/wiki/Jeunes-Turcs

  6. giancarlo pagliarini says:

    Se cliccate qui potete leggere la storia del genocidio e di come l’ho fatto riconoscere dalla Camera dei deputati
    Ciao
    Paglia

    http://www.comunitaarmena.it/comunicati/24%20aprile.%20Non%20lasciamoli%20soli.pdf

  7. Rodolfo Piva says:

    Gli imbecilli nonchè ignoranti costituiscono un grande partito trasversale nello stato italiano e quindi è possibile che abbondino anche nel PD, un partito dalle origini non propriamente democratiche.

  8. sabina says:

    perchè non ti occupi delle vecchie turche poltronare come la Viale? andè da vka el cü!

  9. Lucab says:

    Ammesso ch,e la notizia sia vera, fa ridere che la critica venga dalla lega nord.
    Un partito fascista che non avrebbe problemi a rinchiudere gli immigrati in campi di lavoro.
    Giust per ricordare solo uno dei tanti temi etici dellla lega e dei suoi militonti

    • W S. MARCO says:

      E sottolineo “MILITONTI”!

    • fabio ghidotti says:

      Lucab, che cazzo stai dicendo? Persino alcuni terroni che considerano i leghisti razzisti ammettono che non sono fascisti!
      Quanto alla tua affermazione sui campi di lavoro, te ne prendi tutta la responsabilità.
      Ho sempre difeso questa redazione nel fare passare tutto, ma forse siamo al limite…
      Per quanto riguarda la notizia dell’articolo, se confermata, il PD dovrà pagarla cara. Detto da uno di sinistra. Quella vera.

      • Giovanni S. says:

        Ghidotti, Lei vuole scherzare? Tutti gli Italiani sanno che molti polentoni-leghisti sono razzisti e, spesso, FILONAZISTI. L’esemplare più celebre delle camicie bruno-verdi e’ sempre stato Borghezio. Ci sarebbe anche Il “valoroso” sindaco Gentilini che, ” diciamolo”, e’ più vicino a Mussolini, come LaRussa. Lo stesso sindaco, però, escludeva i campi di lavoro( e’ buono lui..)e proponeva , in alternativa, la caccia grossa per..i bambini rom. Più che celtico , un vero germanico. Insomma, un ” modello” per leghisti ed indipendentisti. Heil !

    • lucky says:

      perchè non ti metti un pertado su per il kulo e poi lo accendi, almeno servi a farci ridere un pò

Leave a Comment