Rivolta 9 dicembre, Chiavegato: “Noi combattiamo ancora questo Stato”

di LUCIO CHIAVEGATO

Qualcuno, anzi molti mi dicono: “Non si sente più parlare di voi sui telegiornali e sui mezzi di comunicazione! Come va? Siete ancora li? Cosa avete intenzione di fare?”. Tutte domande sbagliate, o meglio indecifrabili! Certo che la gente è comoda, vorrebbe essere informata direttamente a casa, magari sul divano tra la pausa del primo e secondo tempo della partita di calcio, e noi fuori al freddo. Eh si hanno ragione! Noi non siamo attrezzati per il servizio in camera, purtroppo abbiamo un servizio da Camping e non a 5 stelle.

E che dire di quei nuovi geni che dopo aver oziato per gli ultimi vent’anni, titolari di associazioni, movimenti seguiti solo da loro stessi e qualche amico o parente, che ora sanno come si fa, come si organizzano i presidi e che non hanno bisogno di consigli. Bravi! Loro non accettano imposizioni, loro sanno, loro in un mese di presidio hanno la situazione in mano. Ma si andate da soli, ergetevi a Generali del vostro presidio brancaleone e per giustificare la vostra scelta potete optare per la scusa delle bandiere, oppure che noi stiamo organizzando un partito oppure che i 6 punti di richieste immediate dovevano essere 8 o che ci siamo venduti a qualcuno.

Bravi Generali con un mese di servizio, andate ed ascoltate le sirene mandate e pagate dallo stesso Stato, ormai ansimante, che vorreste combattere, Trolls pagati dagli stessi che dovremo combattere, al servizio dello Stato per costruire castelli di menzogne, messi li per gli allocchi che passano la loro giornata a commentare su Facebook le puttanate del giorno. Seguiteli e non rompete le palle a chi sta combattendo contro questo Stato da oltre 15 anni, è la solita storia che si ripete, ma stavolta verrete chiamati ad una scelta rapida e decisa.

Se siete con me e con noi decidetelo subito, non c’è possibilità di ripensamenti e di variazioni di rotta. Commenti sul si dovrebbe e e bisognerebbe non sono accetti. Prima salite a bordo e poi si fa il gioco di squadra. Io consigli da chi fino ad oggi è Stato a farsi i propri interessi in questo o quel partito o associazione varia non li accetto. La mia maturità di azione sul campo è ormai nota e provata da giornate di protesta e da denunce accumulate negli anni.

Ora siete informati, prendete la vostra decisione, e ditemi alla svelta se devo contare su di voi oppure ignorarvi, in quanto il nostro tempo non vale nemmeno un commento alle stronzate che avete il tempo di pubblicare sul web. Ah dimenticavo, nel frattempo, il nemico gode, ci guarda e ogni giorno gode del lavoro fatto in questi anni. E’ vero, questo Stato sarà gestito da ladri e parassiti, ma di sicuro il “Popolo” ne è lo specchio di questo lungo lavoro. Noi ci chiamiamo fuori da questo gioco e andiamo avanti per il nostro percorso, chiaro e deciso fatto sul territorio.

Buona fortuna a tutti.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

18 Comments

  1. LUIGI says:

    Ma che cerchi Lucio ?
    Son vegnu a Sitadea, i me gà caccià via cargandome de paroe e offese e denuncie;
    A son andà a Resana e i me gà chiesto de non star là e de tornar a Sitadea;
    a son passà per Basan e i me gà intimà de non ripresentarme;
    A son capità in quel de Piove (il primo che gò catà con i Leoni Veneti appesi fora e me gà tocà difendermi dai Carabinieri ciamai da un italiota/italiosco che stravede par ti;
    A SON VEGNESTO anca a SOAVE e la Patrizia a se gà scatenà contro de mi el presidio e ti da dentro la tenda te me insultavi dandome del cretino, infiltrato, disturbatore. A MI.
    38 anni de lotta contro lo Stato Assasin Italia e ti, moscerino cultural-politico, te me de’ contro ?
    MA VERGOGNATE E CONFRONTATE CON MI, ti, ex Presidente de Veneto Stato, ti, ex componente del direttivo generale di PNE, ti, ex lega nord, ti, sì ti, caro Lucio.
    Dove che te voi, quando che te voi, ma pubblico, dove che i tò passdaran non poe toccarme: OK !???!

  2. Giuseppe d'Aritmaticea says:

    Chiavegato è comunque uno che si è mosso, e si è mosso al di fuori del sistema mafioso, e si è mosso contro il sistema mafioso.
    Anche soltanto per questo va rispettato.
    Poi, certo, una maggior chiarezza finalistica non farebbe male… e anche una maggior consapevolezza delle relazioni che trascina o potrebbe trascinare con sé.

  3. Dan says:

    Caccia i fatti.
    Qui le tasse continuano ad aumentare giorno per giorno segno e dimostrazione che ne te ne il grillo parlante state producendo risultati.
    Avete voluto invocare la rivoluzione ? Avete annunciato la fine ? Mostratele !

  4. Unione Cisalpina says:

    ankorkè sembri dare battaglia x tutti, in realtà è una lotta kualunkuista stimolata da interessi di kassetta …
    nessuno slancio rivoluzionario… solo kuestua al padrone kon metodo protestatario… alzando la voce kredono di spaventare l’oppressore ke servono… la kiamano “l’inizio della fine ” ovvero, nrelle loro intenzioni, “la madre di tutte le battaglie…
    invece mi pare di + un “the last minute” 😀

    non li ostakolo ma non mi dikono nulla … mi lasciano indifferente …

    • luigi bandiera says:

      NON DICONO NIENTE perche’ vogliono LAVORO e non fare POLITICA. E’ il male del NORD..!

      Purtroppo POLITICA=SCELTA e se non si decidono a SCEGLIERE non otterranno NULLA.

      DEVONO SCEGLIERE O CON stare con L’italia o CON LA INDIPENDENZA DA LEI.

      continua

  5. Luigi Bandiera says:

    E ancora,
    come si deve stare attenti nel scegliere i collaboratori molto di più si deve stare attenti nel scegliere la BANDIERA DI BATTAGLIA.
    La nostra l, italia ce l’ha rubata e la sta usando molto male, noi mostriamola sempre e con rispetto. MAI AFFIANCARLA A QUELLA DEL NEMICO.
    I prefetti non la espongono MAI VEDI IN PIAZZA DEI SIG NORI A TV E NON SOLO.
    Chiediamoci del perché.

    continua

  6. Johnny says:

    Chiavegato e company voglion raddrizzare l’Italia ?
    Credo molto più probabile che in questa impresa disperata saranno loro ad esser piegati, se già non lo sono, e forse i i loro nomi li troveremo nelle schede elettorali delle prossime elezioni politiche .. .

  7. Caro Lucio

    dime se poso vegner ai presidi (… e da drio le linee…) portando co mi le bandere veneta e ouropea.

    Se si ‘lora mi ghe son,

    se no ‘lora no sta contar su de mi.

    berto el scoacamin

    • Caro Lucio

      a te sovegno ke te si Presidente de la LIFE
      e ke LIFE vol dir
      Liberi Imprenditori Federealisti Europei
      e ke entel gonfalon de la LIFE ghe xe la bandera ouropea
      no sta rinegarla!

      http://www.filarveneto.eu/wp-content/uploads/2013/11/lucio-LIFE.jpg

      • http://www.life.it/chi-siamo

        STATUTO LIFE
        SEZIONE I – NORME GENERALI
        ART. 1 DENOMINAZIONE
        E’ costituita l’Associazione denominata LIFE.
        LIBERI IMPRENDITORI FEDERALISTI EUROPEI che non ha scopo di lucro , è assolutamente apartitica e si richiama ai principi del liberismo e del federalismo, per un’economia non assistita e fortemente orientata all’Europa.

    • danilo says:

      e io vengo se lucio mi lascia portare la bandiera della juve e mia cugina viene se lucio le lascia portare la bandiera del catania…ci lasci lucio? eh? eh? eh? dai! dai! uffa! uffa! voglio venire anche io!! dai! dai! dai! posso portare le bandiere dei pirati anche?? dai lucio mi lasci portarle? ma uffi non mi lasci mai fare niente!! uffi uffi!!!

  8. luigi bandiera says:

    Caro Lucio,

    devi pensare che il “gregge” non sa piu’ che pesce pigliare TANTO LO HANNO SPAVENTATO che non riconosce piu’ nemmeno la strada di casa.

    E martellano adoperando personaggi che un tempo di CAMPO NAZISTA si chiamavano KAPO’.

    E scrivono libri, fanno conferenze e seminari vari sul come il “GREGGE” deve sanare e salvare l’italia.

    I mass media conditi kol trikolore sono sempre lì a richiamare il “GREGGE”. Ne sentivo l’altro dì cu tgcom24… parlavano di parole = a pietre: non leggi = a GHIGLIOTTINE.
    E che quindi bisogna CENSURARE il WEB e zittire la voce o voci che salgono dal POPOLO, meglio “GREGGE”.
    I BELATI INFASTIDISCONO CHHI VIVE A SBAFO, dicono che sono PIETRE… e cosi’ li “uccidono”. Sti presunti intellighentis.
    I MORTI, invece, SONO MORTI PER LE LEGGI DELLO STATO CHE SONO ORMAI GHIGLIOTTINE.

    Ma di quelle si ne parlano ma per consolare le vedove o i vedovi.

    Meglio pensare alla legge elettorale. Gia’: vogliono vincere le elezioni perche’ la legge che faranno sara’ veramente super partes..??

    Per non pensare agli AUMENTI CONTINUI… su tutto.
    Ma le loro AGIATEZZE, NON CALANO.

    Per noi non ce n’e’ ma fanno arrivare continuamente INVASORI da mantenere.

    Se bisogna andare contro lo stato italiano (ripeto, komunista) NON si puo’ sventolare la sua icona.

    Altrimenti non si comprende bene CHI E’ IL NOSTRO NEMICO.

    Lo insegna la storia e ma anche il presente: un esercito ha una divisa e una bandiera e l’altro lo stesso ma molto differente. Se no si sparano tra appartenenti lo stesso fronte.

    Vedere uno col tricolore sempre attorno al collo, per noi veneti, di la verita’, da’ un po’ fastidio: SI O NO..??

    Il nostro nemico, almeno per me, e’ solamene l’italia.

    Fin che vivra’ noi possiamo fare anche miracoli che vorra’ sempre i nostri frutti.

    E le ICONE vanno viste e collocate al posto giusto.

    La lunga storia veneta non puo’ essere cancellata da una storia (tra l’altro fittizia) di qualche generazione.

    Ora, io sono quasi al capolinea per cui… nemmeno nelle retrovie posso stare, quindi non aspettatevi da me chissa’ cosa…

    Un vero sostegno morale si, con tutto il cuore.

    Vedi, uscito dalla sala operatoria, al mio risveglio ho pensato subito ai miei fratelli veneti in lotta chi per un motivo e chi per un altro.
    Purtroppo continuo solo con questo di sostegno.

    Se vuoi accettarlo bene e ti ringrazio, altrimenti io vi sostengo lo stesso, appunto per quel che posso.

    AUGURI..!!

    Speriamo che chi ha cariche si dia una mossa davvero per liberarci dal giogo del trikolore.

    Un abbraccio

  9. Trasea Peto says:

    Per chi crede nell’idea che è possibile uno Stato italiano migliore per fare finalmente gli italiani uniti in uno stesso credo ed ideale patriottico, per uno Stato più onesto e più rappresentativo del popolo unitario, penso debba unirsi in fretta a Chiavegato e compagni.

    …purtroppo io la penso in maniera differente.

Leave a Comment