Ritratto di famiglia al Viminale per ultimo selfie

Schermata 2019-08-26 alle 16.09.20

Il vicepremier pizzicato sui social. Matteo Salvini ha postato una foto dal Viminale, seduto alla sua scrivania, ma un utente gli ha fatto una puntualizzazione. Nella didascalia ha fatto riferimento a quanto detto da Alessandro Neviani, che su Facebook ha usato parole minacciose contro il ministro dell’Interno. “Un consigliere comunale del Pd emiliano mi definisce pubblicamente un ‘pazzo pericoloso’ – si legge – ed evoca l’utilizzo del cappio per fermarmi. Visto che da un anno (lo sto facendo anche stamattina in ufficio) – specifica – combatto contro Casamonica, scafisti e spacciatori, non sono certo insulti e minacce a farmi paura. Ovviamente, mai col Pd!”.

Nello scatto si vede Salvini in camicia, circondato dai suoi oggetti quotidiani. Un utente, però, ha fatto subito notare al ministro che le foto di famiglia e i santini, due su ogni lato della scrivania, sono rivolti verso chi scatta e non verso chi siede. “Caro Matteo – ha scritto Mike – le foto della famiglia sulla scrivania sono girate nel verso sbagliato. Sono per te, non per chi ti viene a visitare… sennò qualcuno pensa che siano solo scena… per il resto: non mollare!!! E grazie!!”.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. Che commento insensato! certo che le ha girate per farcele vedere… e che male c’ e’ se uno si tiene cara la Madonna! almeno spera che l’aiuti piu’ di un conte o un di maio….minuscoli entrambi al confronto se uno ha conservato un briciolo di fede…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Orario di lavoro e settimana corta, in Italia il tabù del part time

Articolo successivo

Amici-nemici di lotta e di governo