UNITA’ D’ITALIA E RISORGIMENTO CELEBRATI IN PIAZZA

di LUCA MARTINELLI*

Il Risorgimento e l’Unità d’Italia raccontati con la voce e la presenza scenica dei cittadini di Londa (Fi), con le notizie apparse sui giornali dell’epoca, con i brani d’opera scritti in quel periodo di grande fervore storico, il canto del soprano cinese Bei Bei Li e le musiche originali composte ed eseguite al pianoforte da Leonardo Brizzi. Si tratta dello spettacolo “Edizione straordinaria!”, scritto da Marco Zannoni e per la regia di Augusta Gori, che è stato presentato in Consiglio regionale e che andrà in scena a Londa domenica 22 luglio alle ore 18,30, nella centrale piazza Umberto I.

“E’ un’iniziativa bellissima, che ha il pregio di dirci che si può fare cultura non solo con i professionisti ma anche coinvolgendo i cittadini di una comunità”, ha affermato il presidente della commissione Cultura, Nicola Danti, introducendo la conferenza stampa di presentazione dell’evento. “I 150 anni dell’Unità d’Italia”, ha aggiunto, “sono ormai alle spalle, ma mi fa piacere presentare questa nuova messa in scena dello spettacolo, che ha avuto un importante riconoscimento da parte del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano”.

Lo spettacolo, andato in scena lo scorso autunno nell’ambito delle iniziative della Festa della Toscana dedicate al 150° dell’Unità d’Italia, ha, infatti, ricevuto la medaglia dal presidente Napolitano, che nella sua lettera al sindaco di Londa ha sottolineato con forza l’importanza di aver coinvolto i cittadini e le giovani generazioni nell’allestimento dello spettacolo. “Avevamo segnalato la nostra iniziativa al presidente Napolitano perché ci sembrava che andasse oltre la semplice celebrazione di un anniversario”, ha ricordato il sindaco di LondaAleandro Murras. “Forse ci eravamo fatti trascinare dall’entusiasmo ma visto l’apprezzamento ricevuto dal Capo dello Stato non avevamo poi sbagliato a fare le nostre considerazioni”. A confermarlo anche le parole dell’assessore alla cultura del Comune di Londa,Barbara Cagnacci: “E’ un progetto nato in piccolo, ma da subito abbiamo avuto la sensazione che fosse qualcosa di bello e di non retorico”.

Dopo il successo dello scorso anno, è emersa la volontà di riproporre lo spettacolo nella piazza del paese, tradizionale luogo di ritrovo che di recente, dopo i lavori di ripavimentazione, è stato completamente pedonalizzato. “Ho scritto questo spettacolo con il desiderio di raccontare, perché solo così si possono trasmettere emozioni”, ha detto l’autore di ‘Edizione straordinaria!’, Marco Zannoni. “Al di là della storia che tutti abbiamo studiato sui libri di scuola, mi interessava raccontare la vita quotidiana delle persone. Per questo ho lavorato molto sui giornali dell’epoca, grazie all’emeroteca di Augusto Gori, e da qui è nato il titolo dello spettacolo”. “Il teatro esprime valori importanti della vita sociale: la condivisione e l’entusiasmo, che hanno contagiato fortemente i cittadini di Londa”, ha sottolineato la regista Augusta Gori, ricordando che domenica andranno in scena 52 attori rispetto ai 26 della prima dello spettacolo.

L’iniziativa di domenica prossima avrà anche un corollario di solidarietà. Alla fine dello spettacolo, infatti, sarà possibile consumare un apericena al “desco”, dove si potrà assaporare il “conforto del garibaldino” e il “vino dello stivale” e il cui ricavato andrà a favore del Comune emiliano di San Possidonio colpito dal terremoto.

*Il Quotidiano dell’Ufficio Stampa del Consiglio regionale toscano

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. floriano says:

    BEN VENGANO LE INIZIATIVE DI SOLIDARIETA’ MA NO A DOPPIO SENSO!!
    A BUON INTENDITOR POCHE PAROLE!!

    GUARDA CASO IN TOSCANA E’ NATO DA POCO UN MOVIMENTO INDIPENDENTISTA PER LA TOSCANA LIBERA!!!

Leave a Comment