Riprendiamoci la sovranità sequestrata da Bruxelles e dalle banche

europa 3di MARIO DI MAIO – Lo stravolgimento targato U.E. dell ‘assetto europeo targato Schumann ci ha propinato un euro che arricchisce i ricchi e impoverisce i poveri, insieme a un “rinnovamento ideologico” capace di trasformare il vizio della sodomia in diritto inalienabile e garantito. Anche se la risistemazione finanziaria non sarà una passeggiata, indubbiamente la Brexit ha assestato il primo colpo alla dottrina del “non si può tornare indietro ” arbitrariamente applicata dai poteri forti nella normativa istitutiva dell’ euro. Sarà forse più laboriosa, anche se inevitabile, la risistemazione giuridica del vecchio continente, perché complicata dalla incontrollata invasione degli islamici cui si vogliono continuare ad attribuire gli stessi diritti dei cittadini, col rischio di dover accogliere, insieme con loro, la poligamia e altre assurdità, sempre in omaggio al “rinnovamento ideologico “.

E ora di metterci mano con urgenza, anche perché sovente la U.E. ci impone tali “aggiornamenti” tramite sentenza dell Corte di giustizia, come nel caso dellA “Cirinnà” che avrebbe colmato una vistosa lacuna nei confronti delle legislazioni dei paesi più “progrediti “. E l ‘unica strada obbligata è il recupero delle sovranità sequestrate da Bruxelles. Tutti i paesi ex Est sono d’accordo. E non solo loro. Alleiamoci con chi ci sta. Non c’entra la destra o la sinistra.

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento