RINCARO IVA CI COSTERA’

iva

L’aumento dell’Iva si fara’ sentire nella vita di tutti i giorni, dal cappuccino al bar al parrucchiere per non parlare di quando si acquistera’ uno smartphone o un’auto di grossa cilindrata. Il Codacons ha fatto una simulazione sulle conseguenze dell’Iva al 26,5%, dal 22% attuale, e al 13% dal 10% qualora non venissero applicate le clausole di salvaguardia, sui beni di maggior consumo. Passiamo
ai beni che sono ora al 22%. Ad esempio, il caffe’ – calcolato su due pezzi per 250 gr l’uno – costera’ dagli attuali 6,40 euro a 6,64. Una lattina di birra passera’ da 1,55 a 1,61 euro, una di Cocacola da 2,05 a 2,13 euro. Stessa stangata per i prodotti per la pulizia personale: il dentifricio, ora a 2,70 euro, costera’ 2,80, il sapone liquido per le mani da 1,80 a 1,87, il bagnoschiuma da 2,30 a 2,39 euro, lo spazzolino da denti da 2,80 a 2,90 euro. Per acquistare delle scarpe da ginnastica, bisognera’ spendere 103,7 euro mentre ora ne bastano 100. Cosi’ pure per un jeans di marca: ora il prezzo medio e’ di 126 euro, salira’ a 130,7 euro.

Fare una piega dal parrucchiere sara’ piu’ salato: gli euro necessari saranno 16,6 contro i 16 di ora. E se si fa un taglio, bisognera’ a quel punto spendere 20,7 e non piu’ 20 euro. Per non parlare della differenza per cambiare macchina: un’auto di media cilindrata, che ora costa 16.775 euro, costera’ 17.394 euro. Un Suv alta gamma, da 61 mila, costera’ 63.250 euro.
E un tablet? Ora bastano 299 euro, dal 1 gennaio saranno necessari 11 euro in piu’. Piu’ salato il conto per chi comprera’ uno smartphone: il prezzo attuale medio e’ di 799 euro, salira’ a 828.

Aumenti in vista anche sui beni con un’Iva del 10%, che passerebbe al 13%. Questo si traduce in un costo della tazzina di caffe’ al bar che sale da 0,90 a 0,93, dei biscotti frollini che passeranno da 3,29 a 3,38 euro. Per un tramezzino, se ora spendiamo 2,30 euro, ne dovremmo invece 2,37. Una pizza Margherita vedra’ il suo costo lievitare da 6,85 a 7,04 euro, il cappuccino da 1,20 a 1,23 euro, uno yogurt (due pezzi) da 1,55 a 1,60 euro. Anche una frittata sara’ piu’ ‘salata’: una confezione da 6 uova avra’ un prezzo di 1,28 da 1,25 euro.
Andare al cinema costera’ 8,50 euro, e non piu’ 8,73. E per la bolletta del gas, gli aumenti saranno piu’ consistenti: si paghera’ in media 1.126 euro, da 1.096. La luce, invece, da 552 a 567 euro: 15 euro in piu’. Aumenti che saranno insomma “strutturali” e che porteranno appunto ad una stangata di 1.200 euro a famiglia.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment