Rimborsopoli veneta, da restituire 141mila euro. Ma si scava anche nel 2010 e 2011…

di REDAZIONEVENETO

Numerosi consiglieri regionali e capigruppo veneti, in carica nella scorsa legislatura, sono stati costretti a versare ai rispettivi gruppi oltre 141.000 euro che erano stati loro contestati dalla Corte dei Conti. Si tratta di rimborsi per pranzi e convegni messi in conto nelle casse della Regione nel 2012, senza però presentare le adeguate pezze giustificative. A far partire gli accertamenti era stato un esposto sulle spese della Lega presentato dall’ex consigliere Santino Bozza. Nel frattempo la Procura regionale della Corte dei Conti ha deciso di estendere gli accertamenti sulla regolarità dei rimborsi spese ad altre due annualità: il 2010 e 2011. Nel primo caso i magistrati erariali hanno già disposto la costituzione in mora di numerosi ex consiglieri regionali per un ammontare complessivo di 54 mila euro.

 

Print Friendly

Recent Posts

Leave a Comment